logo_print

Cheesecake con kumquat, una torta aromatica

Cheesecake con kumquat,
Stampa

Cheesecake con kumquat, una lista particolare di ingredienti

La cheesecake con kumquat è esattamente quello che sembra, ossia una cheesecake che ha tra gli ingredienti principali il formaggio. A dire il vero il procedimento è simile, se non identico, a quello delle analoghe torte alla frutta. Anche in questo caso troviamo una base fatta da biscotti e burro, e una farcitura con formaggio cremoso e panna. L’unica particolarità risiede nella presenza di questo particolare agrume, il kumquat, considerato il mandarino cinese per eccellenza. Si caratterizza per le dimensioni contenute e per la buccia sottile e liscia, a tal punto da risultare commestibile.

Il gusto del kumquat è spiccatamente aromatico e ricco di sentori dolci. E’ ricco di vitamine, in particolare la vitamina C, nonché di sali minerali, esattamente come qualsiasi altro agrume. Il kumquat viene applicato in due fasi distinte: durante la preparazione della farcitura, quando si incorpora il suo sciroppo, e in fase di decorazione, quando si mettono sulla superficie i kumquat caramellati. A tal proposito vi rimando alla ricetta presente nella preparazione, che vi spiega passo passo come caramellare i kumquat. Non preoccupatevi, il procedimento è davvero semplice!

Quale formaggio usare per la nostra cheesecake?

Quando si parla di Cheesecake è impossibile non affrontare il tema del formaggio. Si può affermare che la resa della farcitura dipenda quasi esclusivamente dal formaggio, e quindi anche il risultato finale. Per questa torta, così come per le altre, consiglio il formaggio cremoso classico Exquisa. Questa azienda è impegnata da tempo nella produzione di alimenti e semi-preparati biologici, gustosi e salutari, che rispecchiano fedelmente la tradizione. Tra l’altro, buona parte dei suoi prodotti sono privi di glutine e di lattosio.

Cheesecake con kumquat,

Tuttavia non è questo il caso, infatti il formaggio cremoso classico Exquisa contiene lattosio. Se siete intolleranti vi basterà spulciare tra l’ampia offerta dei prodotti per trovare un formaggio analogo privo di questa sostanza. Tra l’altro, il processo di rimozione del lattosio è al 100% naturale in quanto consiste semplicemente nell’applicazione dell’enzima lattasi, che lo scompone in glucosio e galattosio, digeribili da chiunque. Va specificato, poi, che tale processo non incide minimamente sul gusto, sicché il formaggio senza lattosio è buono esattamente come tutti gli altri.

Perché abbiamo usato il burro chiarificato?

La lista degli ingredienti della cheesecake kumquat comprende anche il burro chiarificato. Di cosa si tratta? Alcuni di voi potrebbero chiederselo, dal momento che in Italia si utilizza il burro normale. Ebbene, il burro chiarificato si distingue per la totale assenza di caseina, la proteina del latte. In questo modo il burro può resistere alle alte temperature senza subire sgradevoli variazioni di sapore. Non è un caso che il chiarificato venga utilizzato anche e soprattutto per soffriggere, friggere e rosolare. Anzi, al di fuori dei confini nazionale si preferisce all’olio.

In linea di massima, il burro chiarificato è indicato quando deve essere sottoposto a temperatura non-ambiente, o semplicemente quando si punta a limitarne l’effetto sul piano del gusto. Il prodotto chiarificato, infatti, sa meno di burro rispetto alla variante non chiarificata. Ho optato per questa tipologia proprio per raggiungere tale scopo. Il burro chiarificato, però, essendo privo di proteine, è composto essenzialmente da grassi, dunque è più calorico del burro normale. Tuttavia è sufficiente non abusarne.

Ecco la ricetta della cheesecake con kumquat:

Ingredienti per uno stampo da 22 cm:

  • 250 gr. di frollini o biscotti secchi consentiti,
  • 130 gr. di burro,
  • 400 gr. di formaggio cremoso Exquisa Classico,
  • 250 gr. di panna da montare,
  • 100 gr. di zucchero,
  • 10 gr. di colla di pesce,
  • 1 cucchiaino di succo di limone,
  • 20 kumquat caramellati (vedi ricetta su Nonnapaperina.it).

Preparazione:

Per la preparazione della cheesecake kumquat iniziate preparando i kumquat caramellati seguendo la ricetta che trovate su Nonnapaperina.it. Ora passiamo alla ricetta vera e propria, immergete la colla di pesce nell’acqua fredda e lasciatela in ammollo per 15 minuti. Trascorso questo lasso di tempo tiratela fuori dall’acqua, strizzatela e unitela alla panna, che nel frattempo avrete riscaldato. Mescolate fino a quando la colla di pesce non si sarà completamente sciolta e qualsiasi grumo sarà scomparso.

Fondete il burro (a bagnomaria o al microonde), poi versatelo nel bicchiere del frullatore insieme ai biscotti. Frullate accuratamente e mettete tutto in una ciotola, poi mescolate con cura per ottenere un composto eterogeneo. Con questo composto formate la base della vostra cheesecake: ricoprite uno stampo con carta forno e adagiate sopra il composto, livellando per creare uno strato di circa 1 cm. Riponete lo stampo con la base preparata in frigorifero per 30 minuti. Nel frattempo occupatevi della farcitura. In una ciotola versate il formaggio cremoso, la panna montata e lo zucchero. Poi versate lo sciroppo di kumquat, il succo di limone e mescolate accuratamente prima di versare la farcitura sulla base. Livellate bene e fate riposare in frigo per altri 30 minuti. Trascorso questo lasso di tempo, decorate con i kumquat caramellati e servite.

Contenuto in collaborazione con Exquisa

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.


15-10-2020
Scritto da: Colombo Tiziana
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti