bg header
logo_print

Cheesecake alla violetta, una variante profumata

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Cheesecake alla violetta
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 00 ore 30 min
cottura
Cottura: 00 ore 10 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (8 Recensioni)

Cheesecake alla violetta, una variante diversa dal grande impatto

Oggi vi presento la cheesecake alla violetta, un dolce che si inserisce sul solco delle tradizionali cheesecake, ma che promette qualche innovazione, soprattutto per quanto concerne la guarnizione. La guarnizione è infatti caratterizzata da un bel colore viola, dato non solo dal colorante ma anche dagli ingredienti impiegati per realizzarla. Per il resto il procedimento è simile a quello delle altre cheesecake. La base, per esempio, è composta da burro e biscotti, per questi ultimi potete scegliere quelli che preferite, purché siano molto secchi. Se soffrite di celiachia optate per biscotti realizzati con farine gluten free. In questo caso le alternative sono numerose, dal grano saraceno (ideale per chi cerca un sapore rustico) alla tradizionale accoppiata farina di riso e farina di mais.

Il burro, invece, deve essere necessariamente chiarificato. Questa scelta non è legata alla tendenza delle caseine a carbonizzarsi, d’altronde le cheesecake non richiede cottura, ma più che altro al sapore. Il burro chiarificato, pur essendo molto riconoscibile, propone note più delicate e quasi neutre, l’ideale per valorizzare gli altri ingredienti senza coprirli.

Ricetta cheesecake alla violetta

Preparazione cheesecake alla violetta

Per preparare la cheesecake alla violetta iniziate dalla base. Tritate i biscotti finemente e incorporate il burro fuso a temperatura ambiente. Mescolate adeguatamente e distribuite il composto nel fondo della tortiera già coperto con carta da forno. Compattate il tutto e riponete la base nel freezer per 10 minuti. Ora occupatevi della farcitura. Ammollate la colla di pesce immergendola in acqua fredda. Intanto trasferite in una ciotola il formaggio cremoso e lo zucchero, poi mescolate il tutto con energia. In una ciotola montate la panna a metà, mettendo da parte mezzo bicchiere. Poi incorporata la panna semi montata al formaggio cremoso. Ora prendete il mezzo bicchiere di panna messo da parte, scaldatelo in un pentolino e incorporateci la colla di pesce ben scolata e strizzata.

Fate sciogliere per bene la colla di pesce e unite il tutto al composto al formaggio cremoso. Poi mescolate con delicatezza e distribuite la crema così ottenuta sulla base della cheesecake. Infine riponete la cheesecake in frigo per 4 ore. Trascorso questo lasso di tempo, occupatevi della guarnizione. Immergete la colla di pesce in acqua fredda per 10 minuti. In un pentolino scaldate una soluzione di acqua e zucchero, poi incorporate lo sciroppo di violette, la colla di pesce e un po’ di colorante alimentare. Attendete che il composto torni a temperatura ambiente e versatelo sulla cheesecake. Ora ponete in frigo per un’altra ora in modo che la guarnizione si solidifichi. Al momento del servizio decorate con gli sprinkles, o con gli zuccherini colorati.

Per la base:

  • 180 gr. di biscotti secchi consentiti,
  • 120 gr. di burro chiarificato fuso e freddo.

Per la farcitura:

  • 250 gr. di formaggio Exquisa Fresco Cremoso Classico o Senza Lattosio,
  • 140 gr. di zucchero a velo,
  • 200 ml. di panna fresca consentita,
  • 6 gr. di colla di pesce.

Per la guarnizione:

  • 80 ml. di acqua,
  • 80 gr. di zucchero,
  • 30 gr. di sciroppo di violette,
  • 6 gr. di colla di pesce,
  • 4 gocce di colorante alimentare viola,
  • q. b. di sprinkles colorati (o di zuccherini).

Una farcitura classica e gustosa

La cheesecake alla violetta coniuga tradizione e sperimentazione. La parte tradizionale è rappresentata dalla farcitura, che non desta alcuna sorpresa. D’altronde anche in cucina “squadra che vince non si cambia”. Ad ogni modo, la farcitura è composta da panna, colla di pesce, zucchero e formaggio cremoso. Si monta il formaggio insieme allo zucchero, poi si aggiunge la panna semi montata e in seguito la panna addizionata alla colla di pesce. A tal proposito la colla di pesce va ammorbidita per bene in acqua e strizzata al momento del suo utilizzo.

La farcitura dunque si regge quasi esclusivamente sul formaggio, che deve essere di assoluta qualità. Per questa ricetta vi consiglio il formaggio spalmabile Fresco Cremoso Classico di Exquisa. Questo formaggio è buono e ha una texture omogenea, quindi è facile mixarlo agli altri ingredienti. Inoltre Exquisa utilizza materie prime di qualità e adotta gli accorgimenti più adattati alle esigenze dei consumatori. Soffrite di intolleranza al lattosio? Niente paura, potete comunque preparare la vostra cheesecake. Vi basterà sostituire la panna e soprattutto il formaggio cremoso con varianti delattosate. Anche in questo caso fate riferimento ad Exquisa, che propone un’ampia varietà di formaggi senza lattosio.

Cheesecake alla violetta

Come preparare la glassa alla violetta?

A caratterizzare la cheesecake alla violetta è proprio la glassa, che funge da guarnizione. La sua texture è classica, ossia compatta e viscosa, ma il colore tende al viola. Questo tipo di colore è dovuto al colorante alimentare, ma anche e soprattutto allo sciroppo di violetta, una parte integrante della decorazione finale. Per realizzare lo sciroppo vi consiglio di dare un’occhiata alla ricetta dello sciroppo di violette, che ho pubblicato qui sul sito. Ci tengo a specificare che il procedimento è semplice e non richiede semplici ingredienti, come acqua, zucchero e fiori di violetta. Questi ultimi vanno immersi nell’acqua bollente in modo da creare una sorta di infuso. A sua volta l’infuso viene filtrato e arricchito con lo zucchero prima di essere messo sul fuoco. Lo sciroppo così realizzato va infine fatto raffreddare e imbottigliato.

E’ semplice anche la preparazione della glassa, che in realtà assomiglia più a una specie di topping. Si tratta infatti di creare uno sciroppo classico e neutro, incorporando lo sciroppo di violetta e la colla di pesce ben ammorbidita e strizzata. In questa fase va aggiunto anche il colorante al fine di rafforzare la tonalità viola. La glassa non è solo buona, ma offre molto anche in termini nutrizionali. Lo sciroppo di violetta infatti trattiene un po’ dei principi attivi del fiore, che apportano una certa dose di antiossidanti e di sostanze benefiche. L’ultima fase della preparazione prevede la distribuzione della glassa sulla farcitura e un periodo di riposo in frigorifero, necessario per stabilizzarla. Al momento del servizio potete decorare ulteriormente la torta con degli sprinkles, ossia dei bastoncini fini e colorati che servono per decorare le torte. In alternativa potete utilizzare anche degli zuccherini colorati.

Ricette cheesecake ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (8 Recensioni)
Riproduzione riservata
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Fondant al cioccolato

Fondant al cioccolato senza glutine: una variante unica

Un focus sulla farina di mandorle e di nocciole Vale la pena parlare della farina di mandorle e della farina di nocciole, che sono la vera novità di questa fondant al cioccolato senza...

Frittelle di ricotta e farina di patate

Frittelle di ricotta e farina di patate per...

Di cosa sa la farina di patate? Tra i protagonisti della ricetta delle frittelle di ricotta spicca la farina di patate. E’ una farina particolare e non troppo conosciuta nemmeno tra i celiaci, ma...

Sutlac

Sutlac, il budino alla crema di riso della...

Quale riso utilizzare? Quale è la varietà di riso più adatta per la ricetta del sutlac. In linea di massima dovrebbe andare bene un tipo di riso che assorbe bene i liquidi, infatti lo scopo del...