logo_print

Pao de queijo, i panini al latte del Brasile

Pao de queijo
Stampa

Cosa sono i pao de queijo?

Pao de queijo non è una parola magica, ma piuttosto una caratteristica ricetta dal Brasile, dove è famosissima. Si tratta di perfetti bocconcini di pane al formaggio dal sapore eccezionale. L’ingrediente segreto del pao de queijo è la farina di tapioca, considerata un alimento particolarmente energizzante e dalle straordinarie proprietà benefiche per l’organismo. Il pao de queijo vanta origini antichissime e nel paese della samba e del carnevale più famoso al mondo, viene preparato soprattutto per lo spuntino o consumato alla fine dei pasti principali.  Oltre ad essere gustoso, è veramente sfizioso e ideale per accompagnare un aperitivo, anche se per questi bocconcini al formaggio ogni momento potrebbe essere quello giusto.

I piccoli panini sono vuoti al loro interno e, a dare quel tocco in più che li rende davvero appetitosi, ci pensa il formaggio che li insaporisce e contribuisce – insieme alla farina di tapioca – a bilanciare morbidezza e croccantezza in modo davvero perfetto ed equilibrato. Certo, è doveroso fare presente che vi è un’unica ed importante controindicazione. I piccoli panini pao de queijo sono un po’ come le ciliegie, uno tira l’altro e, dopo averli assaggiati, non se ne riesce più a fare a meno! Sono facili da preparare e conquisteranno chiunque per la loro morbidezza, equilibrata dalla giusta croccantezza.

Dalla manioca alla farina di tapioca

La farina di tapioca, utilizzata nei pao de queijo, viene ottenuta dalla radice di manioca e si presenta in piccoli grani di amido, che si trasformano in “polvere” non appena entrano a contatto con un liquido – acqua, latte o brodo – leggermente riscaldato. Questo tipo di farina si ottiene con un lungo e complesso procedimento.

Pao de queijoLe radici di manioca, infatti, devono essere grattugiate e riposte in sacchi di stoffa al fine di eliminare tutte le sostanze tossiche della pianta, che devono essere separate dalla parte commestibile e dall’amido. Per questo motivo, i sacchi contenenti le radici di manioca vengono continuamente lavati, per passare poi alle operazioni che prevedono la spremitura e la disseccatura, prima di tritare e setacciare le radici finemente.

Le proprietà nutrizionali della farina di tapioca

La farina di tapioca, utilizzata per i pao de queijo, è un prodotto molto lavorato, considerato eccezionalmente benefico per l’organismo. Come abbiamo già fatto presente, la farina tapioca è priva di glutine ma, di contro, ha anche molte calorie ed è costituita per la maggior parte da carboidrati. Di certo, con le sue circa 350 calorie per ogni 100 grammi, non è un alimento ideale per chi segue un regime alimentare ipocalorico ma, comunque, è un ingrediente che dona benessere all’organismo. Infatti, è perfetta per ottimizzare il processo della digestione e garantire la salute dell’intestino.

Essendo per lo più composta da amido (presente per circa l’87%) è privata di qualsiasi sostanza tossica, inoltre è un alimento che – a pieno titolo – è stato eletto come “re” assoluto della tavola carioca e considerato indispensabile per gli effetti benefici che determina sull’organismo. La farina di tapioca è ricca di potassio, ferro, calcio, fosforo e riboflavina. Nel complesso 100 grammi di prodotto contengono lo 0,6% di proteine e lo 0,2% di grassi.

Ecco la ricetta dei pao de queijo:

Ingredienti per 8 persone:

  • 300 ml. di latte intero consentito,
  • 250 gr. di Grana Padano grattugiato,
  • 2 uova,
  • 150 ml. di olio di arachidi,
  • 500 gr. di farina di tapioca,
  • q. b. di sale.

Preparazione:

Per la preparazione dei pao de queijo prendete una pentola, versate il latte, l’olio di arachidi, il sale e accendete il fuoco. Riscaldate fino a portare il tutto ad ebollizione. Spegnete il fuoco, versate prima il formaggio, poi la farina di tapioca e mescolate di continuo in modo che non si formino grumi. Quando il composto non si attaccherà più alla pentola e apparirà morbido e abbastanza denso, smettete di mescolare e lasciate che si raffreddi. A questo punto incorporate un uovo per volta, mescolando per bene.

Il composto, alla fine di questa operazione, deve risultare morbido e asciutto. Con il composto, usando semplicemente le mani, create delle palline di 4 cm di diametro (non andate oltre queste dimensioni). Posizionate le palline su una teglia coperta di carta da forno, mantenendole ben distanziate. Ora non vi rimane che cuocere i pao de queijo al forno preriscaldato in modalità statica a 180 gradi per 25 minuti. In alternativa potete cuocerli in modalità ventilata, sempre per 25 minuti ma a 170 gradi.


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti