bg header
logo_print

Feijoada con farofa, un piatto della tradizione brasiliana

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Feijoada con farofa
Ricette per intolleranti, Cucina Brasiliana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 12 ore 25 min
cottura
Cottura: 00 ore 50 min
dosi
Ingredienti per: 10 persone
Stampa
3.8/5 (8 Recensioni)

Un po’ di storia sulla feijoada

Nonostante la feijoada con farofa e riso venga servita nei piatti a ritmo di samba e lambada, il Brasile – a quanto pare – potrebbe non essere terra d’origine di questa straordinaria pietanza. Infatti, sarebbe  il Portogallo a rivendicarne la paternità, non è un caso che sia un piatto molto diffuso ma, al posto dei tradizionali e buonissimi fagioli neri brasiliani, vengono utilizzati i legumi rossi oppure bianchi.

Ad ogni modo, la leggenda narra che siano stati gli schiavi a realizzare questo piatto che, poi, è diventato il simbolo del Brasile in cucina. Coloro che lavoravano nei campi erano soliti  mangiare riso e fagioli e, nei giorni festivi, il piatto veniva arricchito con della carne. Da qui – ammesso che sia vero l’aneddoto – è stata portata avanti e trasmessa questa tradizione culinaria da generazione in generazione..

Ricetta feijoada con farofa

Preparazione feijoada con farofa

Per la preparazione della feijoada iniziate ammollando i fagioli per una notte, o per almeno 12 ore. Cuocete i fagioli in una pentola capiente con abbondante acqua e l’alloro. Intanto sbuccite la cipolla e affettate o tritate, poi tritate anche l’aglio.

Riducete la salsiccia a pezzi da 2 cm circa e fate la pancetta a cubetti. Ora prendete una pentola, riscaldate un po’ di olio e rosolate la cipolla e l’aglio, poi versateci la carne di maiale, la salsicca tagliata a pezzi e la pancetta fatta a cubetti.

Fate rosolare il tutto e incorporate i fagioli con tutta l’acqua di cottura, salate a discrezione e fate cuocere a fiamma medio-bassa per 30 minuti circa.

Ora occupatevi della farofa. In una padella a parte, sciogliete il burro, aggiungete i cubetti di pancetta affumicata e fate soffriggere per pochi minuti. Poi incorporate la farina di manioca e fatela tostare, mescolando affinché si amalgami.

Per quanto concerne l’arroz, fate appassire in un po’ di olio la cipolla sbucciata e affettatela per circa 5 minuti, poi aggiungeteci il riso e mescolate con cura.

Incorporate i pomodori lavati, sbucciati e tagliati a dadini molto piccoli. Aggiungete anche il brodo, l’acqua e un po’ di sale. Portate ad ebollizione, poi abbassate la fiamma, coprite lasciando cuocere fino a completo assorbimento dei liquidi.

Saranno necessari circa 20 minuti. Tenete il riso nel forno a 100 gradi, fino a quando non verrà servito. Mettete tutti gli elementi della ricetta nelle terrine e servite il riso e fagioli alla brasiliana. Buon appetito!

Ingredienti feijoada con farofa e riso:

  • 500 g di fagioli neri
  • 300 g di costine di maiale
  • 200 g di pancetta affumicata
  • 200 g di salsiccia affumicata
  • 100 g di guanciale
  • 2 cipolle rosse
  • 6 spicchi d’aglio
  • 3 foglie di alloro
  • 1 cucchiaino di cumino in polvere
  • 1 cucchiaino di paprika
  • 1/2 cucchiaino di peperoncino in polvere
  • un pizzico di sale e pepe nero a piacere

Per la farofa:

  • q. b. di farina di manioca,
  • 1 noce di burro chiarificato,
  • 200 gr. di pancetta tagliata a dadini.

Per l’arroz brasiliano:

  • 350 gr. di riso,
  • 350 ml. di brodo di pollo,
  • 1 cipolla,
  • 350 ml. di acqua bollente,
  • 3 pomodori pelati maturi,
  • 4 cucchiai olio extravergine d’ oliva,
  • q. b. di sale.

Cos’è la feijoada con farofa brasiliana e riso?

La feijoada con farofa e riso è uno dei piatti tipici della cucina brasiliana, quello che porta alta la bandiera della nazione carioca in tutto il mondo. E’ un piatto davvero irresistibile ed apprezzato ovunque. I fagioli sono l’ingrediente principe di questa ricetta in cui è protagonista anche la carne.

Per questa ricetta da “cucchiaio d’oro”, oltre ai fagioli ed alla carne, a strizzare l’occhio alla salute ci pensa anche la farina di manioca che è un vero e proprio concentrato di benefici. In pratica, la “feijoada ” (che tradotta dal portoghese significherebbe “fagiolata”) altro non è che un ricco stufato ottenuto con la carne di maiale – volendo anche di manzo – e arricchito con spezie e contorni tipici del Sudamerica.

La carne di maiale, così come quella di manzo, definiscono in modo perfetto il sapore di questa feijoada brasiliana, che viene sapientemente arricchita dal riso e dalla farina di manioca.

Carboidrati e proteine, quindi, si fondono alla perfezione in questa portata brasiliana, consumata il più delle volte come piatto unico, visto che è davvero molto ricca dal punto di vista nutrizionale.

La manioca viene servita con la carne e garantisce i suoi effetti benefici. La farina di manioca è ricca di fibre, è  priva di colesterolo e ed è un toccasana per chi soffre di problemi intestinali, in quanto favorisce la buona digestione e contrasta eventuali problemi di stitichezza.

La feijoada è una pietanza molto calorica, che rappresenta un po’ il piatto della domenica. In ogni caso, è una ricetta ideale per sorprendere in tavola e portare tutto il calore del Brasile.

Un altro contorno che viene servito con la feijoada è la “couve” o il croccante torresmo (la cotenna fritta). La “couve-manteiga” non è reperibile in Italia ma può essere sostituita con il cavolo nero che ha un sapore molto simile.

Farofa Brasiliana: Il gusto autentico di un paese ricco di sapore

Se si dovesse scegliere un singolo ingrediente che cattura l’essenza della cucina brasiliana, molti potrebbero puntare sulla farofa. Questa guarnizione a base di farina di manioca è tanto semplice quanto versatile e ha conquistato i cuori ei palati di innumerevoli brasiliani, rendendola una presenza costante nelle tavole di tutto il paese.

La farofa è una guarnizione a base di farina di manioca, un tubero ampiamente utilizzato in tutto il Brasile e in altre parti dell’America Latina. La farina di manioca viene tostata in una padella, solitamente con burro o olio, fino a quando non assume una consistenza croccante e dorata. La magia della farofa, tuttavia, risiede nella sua capacità di assorbire gli aromi ei sapori degli ingredienti con cui viene cucinata.

Sebbene la farofa tradizionale sia preparata semplicemente tostando la farina di manioca con burro o olio, esistono innumerevoli varianti regionali che testimoniano la ricchezza della cultura culinaria brasiliana:

  • Farofa al burro e aglio: una combinazione classica in cui l’aglio tritato viene soffritto nel burro prima di aggiungere la farina di manioca.
  • Farofa con uova: dopo aver soffritto cipolla e aglio, si aggiungono le uova sbattute e, una volta cotte, la farina di manioca.
  • Farofa con salsiccia: pezzi di salsiccia vengono cotti fino a diventare croccanti e poi combinati con la farina di manioca tostata.
  • Farofa con verdure: peperoni, mais, piselli e altre verdure possono essere aggiunti per una versione più ricca e colorata.

Anche se la farofa è spesso servita come contorno per piatti come la feijoada o il churrasco (barbecue brasiliano), può anche essere gustata da sola o come parte di insalate e stuzzichini. La sua consistenza croccante e il suo sapore unico rendono un perfetto equilibrio per piatti umidi o carni grigliate.

La farofa, pur essendo un piatto apparentemente semplice, è un vero e proprio emblema della cucina brasiliana. Riflette la capacità del Brasile di trasformare ingredienti semplici in qualcosa di straordinario, celebrando la diversità e la ricchezza delle sue tradizioni culinarie. Se siete alla ricerca di un assaggio autentico del Brasile, la farofa è un ottimo punto di partenza.

Fagioli neri: L’anima della feijoada con farofa

Se c’è un piatto che incarna l’anima culinaria del Brasile, è la feijoada. Questo stufato ricco e saporito è il frutto di secoli di fusione culturale, racchiudendo in sé la storia di un paese attraverso i suoi ingredienti. E al centro di questo piatto, troviamo i fagioli neri, che danno corpo, sapore e colore a questo capolavoro culinario.

Quando si parla di feijoada, si parla innanzitutto di fagioli neri. Questi legumi, dall’intenso colore violaceo-nero e dal sapore ricco, sono la base del piatto, fornendo una base cremosa e terrosa che lega insieme tutti gli altri ingredienti. Ma non sono solo una questione di sapore: i fagioli neri sono anche ricchi di proteine, fibre e nutrienti, rendendo la feijoada un piatto nutriente oltre che delizioso.

Ciò che rende la feijoada davvero unica è la varietà di carni utilizzate. Mentre in molti stufati si potrebbero utilizzare tagli di carne più comuni, la feijoada celebra ogni parte dell’animale. La carne di maiale, in particolare, è fondamentale: orecchie, coda, piede e frattaglie offrono una varietà di texture e sapori che arricchiscono il piatto. La pancetta e il lardo aggiungono profondità e untuosità, mentre la salsiccia porta speziatezza e carattere.

Non è solo il maiale a brillare in questo stufato: anche la carne di manzo ha un ruolo chiave. Il ventre seccato e salato, con il suo sapore intenso e la sua consistenza straordinaria, offre un contrasto perfetto ai fagioli morbidi e alle carni di maiale.

Mentre la feijoada è indiscutibilmente brasiliana, le sue radici si estendono attraverso l’oceano fino all’Africa e all’Europa. Si ritiene che gli schiavi africani abbiano creato una versione iniziale del piatto utilizzando le parti meno desiderate dell’animale, mescolandole con i fagioli neri. Col tempo, e con l’aggiunta di influenze portoghesi e indigene, la feijoada è diventata il piatto nazionale che conosciamo oggi.

Come accompagnare la Feijoada?

La feijoada è un piatto ricco e saporito, e per bilanciare i suoi sapori intensi, viene tradizionalmente servita con una serie di contorni. Questi accompagnamenti non solo completano la festa, ma la rendono un’esperienza culinaria completa e multidimensionale. Ecco una lista degli accompagnamenti tradizionali e alcune varianti:

  • Riso Bianco: Semplice e saporito, il riso è fondamentale per assorbire il sugo della feijoada e per bilanciare i suoi ricchi sapori.
  • Farofa: Una farina di manioca tostata spesso arricchita con burro, aglio, cipolla e talvolta anche con uova o salsiccia. Fornisce una texture croccante che contrasta con la morbidezza della frutta.
  • Couve a Mineira (Cavolo tritato): Foglie di cavolo nero finemente affettate e salate in padella con aglio e olio d’oliva. Il suo sapore fresco e leggermente amaro offre un contrasto perfetto al piatto principale.
  • Arancia a Fette: Le fette d’arancia sono spesso servite al lato per aggiungere freschezza e acidità, bilanciando la ricchezza della feijoada.
  • Molho de Pimenta (Salsa Piccante): Una salsa fatta con peperoni, aglio, aceto e altri ingredienti, per chi desidera un tocco piccante.
  • Vinagrete (Salsa di Cipolla e Pomodoro): Una salsa fresca a base di pomodori, cipolle, peperoncini, coriandolo, aceto e olio d’oliva.
  • Feijão Tropeiro: Un piatto a base di fagioli, farofa, salsiccia, uova e altri ingredienti, spesso servito nelle regioni di Minas Gerais e Goiás.
  • Tutu de Feijão: Una purea di fagioli spessizzata con farofa o farina di manioca e aromatizzata con carne di maiale e salsiccia.
  • Pão de Queijo (Pane di Formaggio): Anche se non è tradizionalmente servito con la feijoada, questo pane senza glutine a base di tapioca e formaggio è un gustoso contorno in molte parti del Brasile.
  • Bevande: Per bere, la caipirinha, un cocktail brasiliano fatto con cachaça, zucchero e lime, è una scelta popolare. Altrimenti, le bevande non alcoliche come la guaraná (una bibita gassata) o succhi di frutta tropicale sono ottime opzioni.

È importante notare che, a seconda della regione del Brasile, potrebbero esserci ulteriori contorni tradizionali o varianti di quelli sopra elencati. Ma quelli menzionati sono tra i più comuni e amati quando si tratta di accompagnare una deliziosa feijoada.

Ricette brasiliane ne abbiamo? Certo che si!

3.8/5 (8 Recensioni)
Riproduzione riservata

2 commenti su “Feijoada con farofa, un piatto della tradizione brasiliana

  • Dom 2 Apr 2023 | Norma Fontana ha detto:

    Molto buona. Quando si mette la farina di farofa?

    • Lun 3 Apr 2023 | Tiziana Colombo ha detto:

      La farofa serve per accompagnare il piatto e si prepara con la farina di manioca

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

zuppa di salsicce di maiale

Le salsicce di maiale all’irlandese: vi presento il...

Una cottura particolare per la zuppa di salsicce di maiale Il coddle, ossia la zuppa di salsicce di maiale, è molto semplice da preparare. Certo, la ricetta è molto diversa dai nostri primi e...

kangaroo pie

Il pasticcio di carne che non ti aspetti:...

Cosa sapere sulla carne di canguro Giunti a questo punto è utile parlare della carne di canguro. Tanto per cominciare di cosa sa la carne di canguro? Se pensate a qualche sapore forte e sui...

Sutlac

Sutlac, il budino alla crema di riso della...

Quale riso utilizzare? Quale è la varietà di riso più adatta per la ricetta del sutlac. In linea di massima dovrebbe andare bene un tipo di riso che assorbe bene i liquidi, infatti lo scopo del...