bg header

Nutrienti Radiatori ai piselli con capperi e nocciole

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

radiatori ai piselli con capperi

Una deliziosa pasta fonte di proteine, senza glutine!

Sapori decisi con i radiatori ai piselli con capperi e nocciole. E rieccoci a parlare di pasta senza glutine che, come sapete, è tra le nostre prime preoccupazioni. Siete stanchi delle solite ricette? Oggi vi suggeriamo una ricetta originale sia per il formato di pasta, sia per il condimento. Innanzitutto essenziale per questi radiatori ai piselli con capperi e nocciole è la scelta di una pasta originalissima, tra le nuove proposte Garofalo dedicate alle linee senza glutine. Stiamo parlando di una pasta a base di legumi e cereali ed in particolare composta con lenticchie, ceci, grano saraceno, teff, sorgo, amaranto e mais. Un mix che come potete intuire è ad altissimo contenuto nutrizionale.

Se siete frequentatori di palestre ed interessati allo sviluppo della vostra massa muscolare, sicuramente sarete informati relativamente alla necessità di una dieta particolarmente proteica. Assumendo questa pasta senza glutine della linea legumi e cereali, vi potrete garantire anche col primo piatto un’abbondante dose di proteine “camuffate” in una pietanza dalla quale vi aspettereste solo carboidrati. Anche in assenza di celiachia, potrete apprezzare al meglio questa deliziosa pasta, per altro trafilata al bronzo e con superficie ruvida e porosa, perfetta per il nostro condimento.

Radiatori ai piselli con capperi e nocciole: un primo carico di nutrimento e gusto

State cercando una buona idea per il pranzo di oggi? Con questa pasta radiatori ai piselli con capperi e nocciole andrete sul sicuro. Sapori decisi, nutrimento, ingredienti genuini ed originalità. Una ricetta semplice ma sfiziosa che potrà impreziosire un pranzo qualsiasi o addirittura seguirvi a lavoro come gustosissima schiscetta.

radiatori ai piselli con capperi

Non è una pasta che necessita di essere servita particolarmente calda, quindi con assoluta semplicità potrete metterla in un contenitore ermetico al mattino e valutarne il consumo a pranzo direttamente in ufficio. Un sapore che resterà intatto e vi darà la carica di nutrimento giusta per restare attivi e concentrati a lavoro.

Una proposta veg-vegetariana e senza glutine

Questo primo a base di radiatori con capperi, piselli e nocciole, ha tutti i connotati adatti ad essere una ricetta compatibile con le diete vegane, vegetariane e gluten free. Con un unico piatto, ben studiato ed equilibrato negli elementi, potreste soddisfare le esigenze di molti, avvalendovi di soli prodotti essenziali e sempre presenti nelle nostre cucine.

Come detto, la specialità di questa ricetta è data da un formato di pasta originale e composto da cereali e legumi. Il condimento saprà esaltare al meglio questa pasta speciale ed il risultato sarà una preparazione davvero interessante in termini di sapori e nutrimento. 

Ed ecco la ricetta dei radiatori ai piselli con capperi e nocciole:

Ingredienti 4 persone:

  • 320 gr. di radiatori Garofalo ai legumi e cereali
  • 350 gr. di pisellini freschi
  • 20 gr. di nocciole
  • 3 pomodori
  • 2 cucchiai di capperi e 2 cucchiai di uvetta
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • ½ cucchiaino di zenzero in polvere
  • q. b. di sale

Preparazione:

Sbucciate i pisellini, lavateli sotto l’acqua corrente e metteteli in cottura in una padella, ricoperti completamente d’acqua. Lasciate cuocere per circa 25-30 minuti. Mettete l’uvetta a mollo nell’acqua per circa 15 minuti. Lavate i capperi così da rimuoverne il sale di conserva. Lavate i pomodori e riduceteli a dadini. Sgusciate poi le nocciole e tritatele grossolanamente. Infine, in abbondante acqua lievemente salata, lessate la pasta, scolandola quando è ancora al dente.

In una padella antiaderente, scaldate un giro d’olio e saltate per circa 5 minuti i pomodori. Aggiungete capperi, piselli, zenzero, uvetta e sale, lasciando in cottura ulteriori 5 minuti. Unite la pasta e saltatela in padella con gli altri ingredienti per insaporire il tutto. Impiattate guarnendo con le nocciole tritate.

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Caserecce con pesto di kale

Caserecce con pesto di kale, un primo rustico...

Cosa sapere sul cavolo riccio Il protagonista di queste caserecce è il pesto di kale, o di cavolo riccio. E’ un pesto particolare e un po’ meno aromatico rispetto al pesto con foglie di...

Zuppa di asparagi

Zuppa di asparagi, un primo colorato e gustoso

Un focus sugli asparagi I protagonisti di questa zuppa sono ovviamente gli asparagi. Gli asparagi esprimono una bella tonalità di verde, d’altronde si utilizza un mazzo intero, che equivale a...

Pici con le briciole

Pici con le briciole, il primo rustico della...

I differenti tipi di pici I pici con le briciole sono il simbolo della genuinità e dell’autenticità della cucina toscana, sono realizzati con farina, acqua e sale. L’impasto viene poi tirato a...

logo_print