Cumino: dalla Siria la spezia aromatizzante da riscoprire

Una spezia antica originaria della Siria: Il cumino

Il cumino, spezia molto rinomata, si ricava dalla pianta che prende il nome Cuminum cyminum. Di questa pianta si consumano i suoi semi scuri e filiformi simili a quelli di finocchio e anice, dal sapore deciso e anche leggermente piccante.

Una pianta antica tanto quanto la terra che è la sua patria per eccellenza.  E’ nei tanti e antichi siti siriani che sono stati danneggiati negli ultimi tempi, che si sono stati ritrovati molti resti antichi di semi di cumino. In passato, infatti, questa spezia era molto più usata rispetto ad oggi.

I Romani ed i Greci erano profondi estimatori del cumino, lo apprezzavano e lo usavano molto a tavola tanto da conservarlo in un apposito contenitore come oggi noi facciamo con il pepe. Una spezia che nel Medioevo era di buon auspicio per gli sposi e per impedire sia la fuga degli animali che degli amanti.

Oggi il cumino non è solo una delle spezie più diffuse al mondo ma è anche un ottimo rimedio naturale perché possiede molto proprietà curative e benefiche.

In commercio si trova in semi interi oppure macinati e pestati. In natura ci sono molte varietà di cumino oltre a quello tipico che hanno proprietà e caratteriste diverse.

Cumino ver 683x1024 Cumino: dalla Siria la spezia aromatizzante da riscoprire

Il cumino, una spezia benefica ricca di proprietà

Il cumino, come tante spezie, è ricco di proprietà che aiutano il nostro corpo. Ad esempio, le proprietà antiossidanti del cumino ostacolano i radicali liberi, rallentando così l’invecchiamento cellulare, riducono i processi infiammatori e facilitano la digestione. Gli antiossidanti, inoltre, stimolano l’organismo a disintossicarsi. Le proprietà carminative, invece, facilitano l’espulsione dei gas intestinali evitando la pancia gonfia.

Il cumino è ricco di oli essenziali e di ferro che favorisce un migliore benessere fisico sostenendo il sistema immunitario, ottimo per la cura dell’anemia. Contiene, oltre alle fibre, anche calcio, fosforo e potassio, ottimi alleati per la buona salute dell’intestino. La spezia siriana è anche un vero toccasana per le donne: combatte l’osteoporosi e favorisce la produzione di latte nella fase di allattamento. Ottimo calmante, riesce a contrastare stress e ansia, è consigliato anche per combatte l’alitosi: i semi masticati per qualche minuto restituiscono un alito pulito e meno cattivo.

Riscoprire il cumino in cucina, l’aromatizzante naturale

Sapore intenso e leggermente piccante contraddistinguono il cumino che bene si fa apprezzare in cucina. Un gusto deciso e molto riconoscibile tanto che nella gastronomia indiana è uno dei componenti per eccellenza del curry. Anche l’Africa, i Paesi mediorientali e la Spagna ne fanno largo uso in cucina per insaporire i loro piatti. In Messico, inoltre, il cumino è usato come ingrediente del chili e della salsa guacamole.

In Italia il cumino è ancora poco utilizzato in cucina mentre in Europa viene impiegato come spezia per aromatizzare pane e formaggi, tra questi il formaggio gouda. Ma il cumino si può aggiungere a molte ricette nostrane per dare loro un sapore più aromatico e deciso. Si possono usare, infatti, direttamente i semi per condire la minestra, la macedonia e anche le polpette di ceci. È ottimo, inoltre, per creare delle marinature fai da te per insaporire carne e pesce e come fanno nel resto del Vecchio Continente perché non aggiungere il cumino negli impasti di pane, torte rustiche e crackers?

printfriendly pdf button nobg md Cumino: dalla Siria la spezia aromatizzante da riscoprire

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *