Spaghetti all’acqua di pomodoro e mozzarella: una sinfonia di gusti

Spaghetti all’acqua di pomodoro con crema di mozzarella: un piatto coloratissimo.

Gli spaghetti all’acqua di pomodoro con crema di mozzarella, prima che un piatto eccellente, è un’idea geniale. Infatti, con solo una manciata di ingredienti garantisce un primo in grado di soddisfare sotto tutti i punti di vista vari aspetti: gustativo, nutrizionale, estetico. D’altronde, lo si nota dall’immagine, gli spaghetti all’acqua di pomodoro con mozzarella sono un vero trionfo cromatico, in cui si alternano il rosso, il bianco e il verde, colori che tra le altre cose sono abbastanza ricorrenti nella cucina italiana.

Gli spaghetti all’acqua di pomodoro con crema di mozzarella sono ovviamente anche un primo piatto buonissimo. Semplice, certo, ma che rappresenta una piccola grande gioia per il palato. Il merito va alla scelta degli ingredienti, un mix di sapori e sentori che non mancherà di stupire, nella sua semplicità, anche chi non ama i piatti freddi.

La crema di mozzarella

Uno dei segreti degli spaghetti all’acqua di pomodoro con crema di mozzarella è, appunto, la crema di mozzarella. Essa interviene per disincentivare una delle pratiche più diffuse, quando si intende inserire la mozzarella nei primi piatti a base di pasta. Tale pratica è poco apprezzabile dal punto di vista culinario, visti gli effetti dal punto di vista organolettico; stiamo parlando dell’utilizzo della mozzarella come elemento di mantecatura. Questo squisito latticino, infatti, è troppo “filante” per poter assolvere a una tale funzione.

Spaghetti all’acqua di pomodoro 4 819x1024 Spaghetti all’acqua di pomodoro e mozzarella: una sinfonia di gusti

In questo caso, la mozzarella viene frullata insieme all’olio e solo allora aggiunta alla pasta, ovviamente a fuoco spento e anzi a temperatura quasi tiepida. Una parte della mozzarella, poi, viene inserita anche “cruda”, tagliata a cubetti e a mo’ di guarnizione.

I pomodorini Piccadilly

Un altro piccolo segreto di questa ricetta risiede nel particolare utilizzo del pomodorino Piccadilly. A dispetto del suo nome, non è la varietà più piccola, ma anzi da questo punto di vista si posiziona quasi a metà classifica (per esempio i datterini gialli sono più piccoli). La dimensione, però, non è il tratto più importante del pomodorino Piccadilly, non se si conferisce una certa importanza al sapore, il quale, in questo caso, è dolcissimo.

Un’altra caratteristica importante risiede nella particolare composizione della buccia, che ad alte temperature si scioglie e si amalgama alla polpa. Ciò conferisce al Piccadilly una certa versatilità: può essere utilizzato crudo, come in questa ricetta, ma anche per comporre squisite e rapidi salse (non è necessario sbucciarlo!), o persino per creare ottimi sottoli!

Ecco la ricetta degli spaghetti all’acqua di pomodoro con crema di mozzarella

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 gr. di spaghetti consentiti
  • 1 confezione di acqua di pomodoro
  • una mozzarella di circa 230 gr.
  • 8 pomodorini Piccadilly
  • 20 gr. di basilico
  • 6 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • q. b. sale

Preparazione:

Tagliate la mozzarella in due parti. Frullate la prima con 2 cucchiai di olio e la sua acqua di governo, l’altra tagliatela a dadini e mettetela da parte. Lavate e tagliate i pomodorini Piccadilly a cubetti, aggiungete un filo d’olio, il sale e mescolate.

Cuocete gli spaghetti al dente con molta acqua salata. Versate gli spaghetti in una padella e mantecate con l’acqua del pomodoro. Adesso aggiungete la mozzarella frullata, i pomodorini e la mozzarella tagliata a cubetti. Per finire, guarnite con qualche foglia di basilico.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

printfriendly pdf button nobg md Spaghetti all’acqua di pomodoro e mozzarella: una sinfonia di gusti

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *