Cheese cake con noci pecan: dessert made in USA

cheese cake con noci pecan
Commenti: 8 - Stampa

Cheese cake con noci pecan: inutile resistere!

Dolce, golosa, cremosa…la cheese cake con noci pecan è un peccato di gola da concedersi ogni tanto! Si tratta di una delle tantissime versioni di questo dolce proveniente dagli Stati Uniti e che è sempre più presente nei bar e nelle pasticcerie italiane. Il segreto della cheese cake è il suo strato cremoso e delizioso di formaggio spalmabile, ricoperto di ingredienti buoni e genuini come marmellate e confetture, meglio se fatte in casa.

Ovviamente, chi è intollerante al lattosio dovrà fare estrema attenzione a questo dessert. Tuttavia, se lo elaborate in casa, avrete l’opportunità di scegliere ingredienti totalmente privi di lattosio. Un esempio? Potete utilizzare un formaggio bianco spalmabile e panna fresca Accadì, yogurt greco e burro (attenzione a scegliere uno che non contenga lattosio). Non abbiate paura di sperimentare. Semplicemente fate attenzione alle etichette per essere sicuri di evitare il lattosio.

Le origini della cheese cake

I primi dati che si hanno sulla cheese cake risalgono addirittura all’antica Grecia. Un dessert simile a quello che conosciamo oggi, infatti, sembra venisse elaborato durante le olimpiadi, per aiutare gli atleti a riprendersi dagli sforzi causati dall’attività fisica. Non si sa come questa ricetta di questa specie di torta al formaggio, elaborato con una sorta di yogurt greco, sia arrivata poi negli Stati Uniti. Tuttavia, sono proprio gli USA la patria della famosa cheese cake.

La caratteristica principale della cheese cake americana, infatti, è l’utilizzo di un formaggio spalmabile, creato proprio negli Stati Uniti e, da allora, tradizionalmente utilizzato per la preparazione di questo dessert. Un’altra caratteristica della cheese cake made in New York è la cottura. Molte versioni di questo dolce, infatti, non prevedono assolutamente il passaggio in forno. Insomma, la cheese cake si presta ad essere personalizzata. Ne esistono, infatti, tantissime varianti. Preparate qualcuna di quelle che vi ho consigliato su Nonna Paperina come la cheesecake con ribes o i mini cheesecake al kiwi su stecco.
cheese cake con noci pecan

Le noci pecan, originarie degli Stati Uniti

Tutti conosciamo le noci. Le loro proprietà e il loro gusto ci aiutano a fare uno spuntino veloce e sano ma anche a preparare tantissime pietanze dolci e salate. Tuttavia, sempre più spesso, si sente parlare delle cosiddette “noci pecan”. Questo tipo di frutta secca, anch’essa proveniente dagli Stati Uniti come la cheese cake, è un altro ottimo alleato in cucina. Al contrario delle noci normali, infatti, le noci pecan si caratterizzano per un sapore più burroso e dolce. Per questo, negli USA vengono utilizzate per elaborare molti dolci tradizionali.

Il periodo di raccolta delle noci pecan è quello autunnale e, per questo, si trovano spesso sulle tavole statunitensi imbandite per Natale. Vanno consumate con moderazione visto che sono piuttosto caloriche, ad esempio mangiando una fetta della nostra cheese cake con noci pecan Questa frutta secca, però, è ricca di nutrienti salutari, come la vitamina E e il manganese. Le noci pecan, dunque, hanno ottime proprietà, come quelle antiossidanti, aiutano a equilibrare le funzioni intestinali e, in più, come afferma un recente studio, il loro consumo permette di ridurre il rischio di soffrire di malattie cardiovascolari e del diabete di tipo 2.

È stato un raduno virtuale quello a cui ho deciso di aderire su invito speciale di Vanessa, autrice del blog “La cucina della Sgrufetta”.

Ben 14 food blogger, me compresa, all’opera per celebrare un super Cake Day tutto #lactosefree, manifestando ognuna, in più e svariati modi e colori, la propria creatività!

Il risultato? 14 ricette lactose free dal Nord al Sud, tra CiambelleTorteStrudel e Cheesecake, belle da vedersi e buone da mangiare, che, su iniziativa di Vanessa, abbiamo deciso di racchiudere in un bel e goloso collage di foto!

E allora ecco che vi lascio le 14 ricette preparate da ognuna di noi per celebrare il Cakeday! Tutte #lactosefree e che potete consultare o preparare, se anche voi per curiosità o “per forza di cose” siete alla ricerca di ricette senza lattosio!

  • Miria “2 amiche in cucina”: Ciambella al caffè e zafferano  
  • Vanessa  “La cucina della Sgrufetta”: Ciambellone cacao e cioccolato fondente 
  • Maria “Mabka senza lattosio”: Torta Brownies con crema di cocco 
  • Paola “Travel free from”: Ciambella alle carote senza latte
  • Lea “La mia cucina senza lattosio”: Torta cioccolato e nocciole senza lattosio e senza uova
  • Sabrina “Il ricettario di Sabrina”: Ciambella al limoncello
  • Stefania “L’isola di Gavinedda”: Torta con mirto e cioccolato fondente
  • Francesca “Cucina mia quanto ti amo”: Torta alle fragole
  • Welda “Cioccolato e liquirizia”: strudel senza lattosio e senza glutine
  • Floriana “Floriana Fontana’s Blog”: Torta verde siciliana
  • Roberta “La Tana dellEcoIdea”: Torta al cioccolato vegana  
  • Dina “Cibo che passione”: Torta ebraica con arance e mandorle
  • Francesca Orlando: “Lactose free” Ciambella alle mele con marmellata di gocce d’oro e zafferano

Ed ecco la ricetta della Cheese cake con noci pecan

Ingredienti per 8/10 persone 

  • 400 gr. formaggio spalmabile Senza Lattosio Exquisa,
  • 200 gr. zucchero di canna finissimo,
  • 200 gr. yogurt greco consentito,
  • 150 gr. biscotti secchi consentiti,
  • 110 ml di panna fresca consentita,
  • 100 gr. noci pecan sgusciate,
  • 75 gr. burro chiarificato fuso + 25 gr,
  • 25 g farina,
  • 2 uova + 2 tuorli,
  • un cucchiaio di crema di vaniglia,
  • q.b. sale

Preparazione

La prima cosa da fare è foderare una teglia con l’apposita carta da forno e appoggiate al centro uno stampo ad anello del diametro di 20/24 cm.

Tritate grossolanamente i biscotti e 40 gr di noci. Versate in una terrina ed amalgamate il tutto con il burro fuso a bagnomaria. Distribuite il composto nello stampo e premete bene per compattarlo con un cucchiaio per creare una base omogenea.

Lasciate raffreddare in frigorifero per circa 20 minuti.  Versate in una terrina capienti il formaggio,  lo yogurt, la vaniglia e 40 ml di panna. Mescolate accuratamente con una spatola.

Con una spatola montate le uova e i tuorli con 100 gr. di zucchero e proseguite finché non otterrete un composto soffice, voluminoso e chiaro. Incorporatevi la farina e unite questa spuma al composto di formaggio.

Versate tutto nello stampo, sopra la base di biscotto, e infornate a 200 °C. Dopo i primi 10 minuti abbassate la temperatura a 120 °C e cuocete per circa 1 ora. Spegnete e lasciate raffreddare la cheesecake nel forno.

Una volta fredda, mettetela a rassodare in frigo per 4-6 ore. Sciogliete in una casseruola 100 gr. di zucchero con 25 gr. di acqua: non appena otterrete un caramello biondo chiaro, toglietelo dal fuoco e mescolatevi 70 ml di panna calda e una noce di burro. Fate raffreddare, infine unite un pizzico di sale. Sformate la cheesecake e completatela con il caramello e decorate con il resto delle noci.

5/5 (48 Recensioni)
CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

8 commenti su “Cheese cake con noci pecan: dessert made in USA

  • Mar 19 Mar 2019 | welda ha detto:

    Solo a vedere la foto viene l’acquolina e non si può resistere dal desiderare questa torta!!! Uno spettacolo incredibile

  • Mer 20 Mar 2019 | Sgrufetta ha detto:

    Stupendo questo cheesecake, si mangia con gli occhi! Complimenti!
    Un grazie speciale per aver accettato l’invito mio e di Mabka Senza lattosio, ad unirti a noi nel celebrare questo cake day versione lactosefree.
    L’intolleranza al lattosio non deve essere vista in negativo e tutte le nostre torte lo dimostrano.

    • Gio 21 Mar 2019 | Tiziana Colombo ha detto:

      Sempre disponibile per le buone cause e per quelle in cui credo fermamente.

  • Gio 21 Mar 2019 | Gavinedda ha detto:

    Io adoro le cheesecake e le noci e questa è davvero spettacolare! ?
    La proverò sicuramente. ?

    • Gio 21 Mar 2019 | Tiziana Colombo ha detto:

      Grazie mille e te la consiglio!

  • Sab 30 Mar 2019 | Miria ha detto:

    Le cheese cake non sono il mio forte, ma questa è da provare.
    Un bacio

  • Sab 30 Mar 2019 | Miria ha detto:

    Le cheese cake non sono il mio forte, ma questa la devo provare

    baci

    • Sab 30 Mar 2019 | Tiziana Colombo ha detto:

      E’ molto molto molto buona.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Hawaiian Guava Cake

Hawaiian Guava Cake, un dolce dal sapore esotico

Hawaiian Guava Cake, un dolce tra sperimentazione e tradizione L’Hawaiian Guava Cake è l'ideale per stupire i propri invitati con una torta che, pur conservando caratteristiche della pasticceria...

Dalgona Coffee

Dalgona Coffee, un dessert fuori dall’ordinario

Dalgona Coffe, una variante ai ceci Il Dalgona Coffee è una ricetta americana, ma non esattamente legata a particolari tradizioni in quanto diffusa solo di recente. Si tratta di un dessert molto...

Pancho cake

Pancho cake, delizioso dolce dalla Russia gluten free

Il pancho cake, un delizioso dolce della tradizione russa La pancho cake è una ricetta della tradizione russa, in realtà frutto della commistione con la cucina francese. Ciò non deve stupire in...

Breakfast burrito

Breakfast burrito per una colazione all’americana

Il breakfast burrito, un break tra colazione e pranzo completo Il breakfast burrito, proprio come suggerisce il nome, è la variante della celebre pietanza “tex-mex” pensata per la colazione....

Idli

Idli, dall’India un pane diverso dal solito

Le particolarità del pane indiano idli Gli idli sono una specie di tortini di pane originari dell’India. Sono realizzati con il riso e una particolare varietà di lenticchie. L’impasto è molto...

Tacos con arista

Tacos con arista, un secondo messicano-europeo

Tacos con arista, un fast food versione fusion I tacos con arista sono un esempio di preparazione fusion, in quanto mixano elementi della tradizione messicana con elementi della cucina europea. A...


Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


17-03-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti