Cheesecake alla melagrana, gusto e colore a tavola

Cheesecake alla melagrana
Commenti: 0 - Stampa

Cheesecake alla melagrana, una rivisitazione del classico dolce anglosassone

La cheesecake alla melagrana è una variante leggermente diversa della classica cheesecake, dolce di origine anglosassone (per quanto dei “prototipi” siano attestati già nell’antica Grecia) che spicca per la semplicità di preparazione, la quantità minima di ingredienti ed una discreta flessibilità concessa a chi vuole fantasticare in cucina. Questa variante è frutto proprio della versatilità del “concetto” di cheesecake. Nello specifico, si differenzia dalle alternative classiche per almeno due motivi. In primis, la base non è formata da semplici biscotti sbriciolati, ma da un tipo molto particolare di biscotto, quasi di nicchia.

Secondariamente, la superficie non è realizzata con le classiche fragole, arance, frutti di bosco, bensì con un composto di limone e melagrana. Ovviamente, è la struttura stessa della cheesecake che porge il fianco a queste innovazione ed all’impiego di frutta anche esotica, ma si tratta comunque di una scelta abbastanza audace. Tuttavia il risultato, ve lo posso assicurare, è ottimo: la dolcezza del melograno si sposa con la leggera acidità del formaggio, mentre il limone, per quanto possa sembrare paradossale, riequilibra il tutto.

Cosa sono i biscotti digestive

Spulciando la lista degli ingredienti della nostra cheesecake alla melagrana avrete certamente notato che la voce “biscotti” è in realtà sostituita dal termine “digestive”. Ciò potrà suonare strano dal momento che una parte fondamentale delle cheesecake è proprio la base realizzata con i biscotti sbriciolati! In realtà, questa indicazione fondamentale è rispettata anche in questo caso. I digestive, infatti, sono dei veri e propri biscotti, per quanto davvero sui generis, dotati di alcune caratteristiche particolari. In primis sono poco dolci, a tal punto da assomigliare alle fette biscottate. Secondariamente, sono poco speziati (o per nulla) e hanno un sentore integrale, dovuto principalmente alle farine poco raffinate.

Cheesecake alla melagrana

I biscotti digestive hanno uno scopo principale: fungere da ingrediente per le preparazioni dolciarie in sostituzione delle varie forme di impasto. Anzi, sono stati creati quasi ed esclusivamente per realizzare le cheesecake. I biscotti normali, infatti, rischiano di creare degli squilibri quando utilizzati come base per le cheesecake, in quanto di norma troppo dolci. Ovviamente, i digestive possono essere consumati anche in solitaria, come biscotti normali. Nella ricetta della cheesecake vanno trattati come gli altri biscotti, ovvero sbriciolati e posti come base.

I tanti benefici della melagrana

Uno degli elementi di differenziazione di questa cheesecake è anche la presenza della melagrana, che nelle varianti più classiche viene in genere ignorata, a favore delle più tradizionali fragole, more, arance etc. Si tratta però di una scelta davvero azzeccata, anche perché frutto di una certa progettazione a livello organolettico, come si evince dalla presenza di un altro frutto sui generis (per le cheesecake), come i limoni che hanno una funzione prettamente riequilibrante. La melagrana aggiunge un tocco di leggerezza e di freschezza alla cheesecake, tra l’altro è un frutto davvero salutare.

In primis, per il suo contenuto zuccherino al di sotto della media (rispetto alla frutta), in secondo luogo per l’abbondantissima presenza di sali minerali quali zinco, manganese, rame, fosforo, magnesio, sodio, selenio e calcio. Ricchissimo è anche il contenuto di vitamine, e in particolare delle vitamine del gruppo B, della vitamina A, C, E e K. Il melograno, poi, è tra i frutti più ricchi di antiossidanti, elementi che aiutano a prevenire i tumori. Del melograno si apprezzano le proprietà antinfiammatorie, antibatteriche e depurative. Contribuisce, poi, a riequilibrare l’attività dell’apparato digerente e a rafforzare il sistema immunitario.

Ecco la ricetta della cheesecake alla melagrana

Ingredienti per 4/6 persone:

  • 200 gr. di Digestive consentiti;
  • 100 gr. di burro chiarificato;
  • 250 gr. di formaggio Exquisa fresco cremoso;
  • 250 gr. di mascarpone consentito;
  • 50 gr. di panna fresca consentita;
  • scorza e succo di limone;
  • 2 fogli di colla di pesce;
  • 1 melagrana;
  • 100 ml. di succo di melagrana;
  • 40 gr. di zucchero di canna;
  • 15 gr. di amido di mais.

Preparazione:

Per la preparazione della cheesecake alla melagrana iniziate sciogliendo il burro in un pentolino, frullate i biscotti, amalgamate il tutto e riempite uno stampo per crostata. Compattate e fate riposare in frigorifero. Nel mentre occupatevi della crema: scaldate la panna in un pentolino, ammorbidite la gelatina in acqua fredda per una decina di minuti e poi versatela (dopo averla strizzata) nella panna calda. Mescolate in una ciotola il formaggio spalmabile, il mascarpone, il succo di limone con un po’ di scorza e lo zucchero. Infine versate anche quest’ultimo composto nella panna leggermente intiepidita.

Nel frattempo occupatevi della parte “fruttata”: mettete sul fuoco un composto di succo di melagrana, zucchero, amido di mais, limoncello e fate addensare per circa 7-8 minuti mescolando delicatamente. Adesso componete il dolce applicando la crema di formaggi sulla base ben rassodata di biscotto e burro (cheesecake), livellate bene la superficie (deve essere liscia) e fate riposare in frigorifero per tre ore circa. A questo punto versate la salsa alla melagrana raffreddata sulla superficie e conservate in frigorifero prima di consumare.

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Torta a strati della Befana

Torta a strati della Befana con caramelle

Auguriamoci buone feste con la torta a strati della befana! Questa torta a strati della befana è una meravigliosa ondata di zuccheri ed allegria. Già a vederla si scatena l’acquolina in bocca,...

Strudel della befana

Strudel della befana, quando la calza si fa...

Strudel della befana, un’idea simpatica per grandi e piccini Lo strudel della befana è un’idea creativa per festeggiare l’Epifania. E’ una pietanza riservata ai piccini, ovviamente, ma può...

Panna cotta con cardamomo e pere

Panna cotta con cardamomo e pere, un dolce...

Panna cotta con cardamomo, pere e cannella, un ottimo dessert La panna cotta con cardamomo, pere e cannella non è una panna cotta come le altre. Lo potete notare dalla foto, che rivela un impatto...

Casetta di pan di zenzero

Casetta di pan di zenzero, un dolcetto quasi...

Casetta di pan di zenzero, un dolce per la Befana La casetta di pan di zenzero è un dolce davvero particolare. Per capirlo è sufficiente dare un’occhiata alla foto: si tratta, infatti, di una...

Hamburger di zampone

Hamburger di zampone, Capodanno in stile street food

Hamburger di zampone, un’idea simpatica L'hamburger di zampone è un idea sfiziosa per un capodanno diverso dal solito. Potrebbe essere considerato come un piatto capace di coniugare la tradizione...

Bocconcini di polenta con cotechino

Bocconcini di polenta con cotechino, antipasto sfizioso

Bocconcini di polenta con cotechino, creatività e  tradizione I bocconcini di polenta con cotechino e lenticchie sono un’idea sfiziosa per un antipasto diverso dal solito. Il pane, utilizzato in...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


02-01-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti