Un grande, irrinunciabile classico: il brodo di carne

Il brodo: una base indispensabile per tante altre ricette

Il brodo di carne è una preparazione base della cucina, da non confondere con il “cugino” brodo vegetale, altrettanto utile e versatile.
Per quanto considerabile come preparazione a sé stante e, come vedremo, consumabile in autonomia come primo o secondo, il brodo di carne si offre come “liquido” per insaporire ed ammorbidire molte pietanze. Basti pensare ad arrosti e risotti che hanno come ingrediente essenziale l’uso abbondante del brodo. Ed è proprio unicamente con un buono e saporito brodo che si possono preparare buone ricette, così come una bella casa sarebbe impossibile in assenza di fondamenta stabili.

Il profumo del brodo di carne che bolle sul fuoco è uno dei più intensi e riconoscibili della gastronomia e dell’arte culinaria. Preparandolo rigorosamente a casa e con ingredienti freschi e sicuri, ci liberiamo dai rischi legati gli aromi chimici ed ai surrogati industriali, che potranno anche velocizzarne la preparazione ma che potrebbero avere conseguenze sulla nostra salute a lungo termine.

Verdure e carne in brodo, un secondo leggero e nutriente

Un brodo di carne liscio, filtrato, leggero e privo di grumi, è essenziale per i suoi utilizzi successivi. Ma cosa ne dovremmo fare delle verdure, della carne e delle ossa saporite, utilizzate per la sua preparazione? Nulla in cucina va gettato via, anzi. Le possibilità di usare e riutilizzare gli ingredienti cotti nel brodo sono tantissime.

BRODO DI CARNE v 819x1024 Un grande, irrinunciabile classico: il brodo di carne

La più semplice è quella di proporre la coscia di gallina e le carne cotte nel brodo come secondo. Qualche goccia d’aceto balsamico (meglio ancora se in glassa) e le stesse verdure cotte come contorno ed il piatto è servito! Un’alternativa può essere quella di usare le verdure cotte nel brodo per preparare delle deliziose vellutate.

Un brodo di carne saporito per la pastina

Il brodo di carne è un eccezionale accompagnamento per la stragrande maggioranza delle pietanze tipicamente invernali. Pastine, ravioli, tortellini, cappelletti e passatelli vengono straordinariamente esaltati in un piatto con brodo, abbondante e caldo. Il consumo di brodo è, inoltre, altamente consigliato anche in caso di malanni di stagione in quanto una pietanza calda e liquida è l’ideale per ristabilire la salute, idratare il corpo e lenire il mal di gola.

Avere pronto a casa un buon brodo è quindi utilissimo, sia per le sue molteplici applicazioni, sia per la sua salubrità, leggerezza e proprietà nutrizionali. Diffidate dei brodi pronti e confezionati, quando potete tranquillamente preparare a casa tutto ciò che vi occorre. 

Ed ecco la ricetta del brodo di carne:

Ingredienti per 4/6 persone:

  • 1 coscia di gallina
  • 300 gr. di scamone
  • 300 gr. di punta di petto
  • 2 ossa da brodo
  • 1 cipolla
  • 1 gambo di sedano con le foglie
  • 1 carota
  • q. b. di sale

Preparazione:

Lavate le verdure e rimuovete ogni impurità. Per il momento lasciatele intere e mettetele in una pentola alta assieme a carne, ossa e circa 3 litri e mezzo di acqua fredda. Aggiustate di sale e portate a bollore. Una volta raggiunto il bollore, riducete la fiamma e tenetela al minimo. Non mescolate il brodo e lasciatelo cuocere per conto suo, con tegame semicoperto, per un totale di circa 3 ore.

Trascorso il tempo indicato, spegnete il fuoco e filtrate il brodo, rimuovendo verdure, ossa e carne. Tenete il brodo ancora coperto fino a completo raffreddamento. Filtrate nuovamente il brodo una volta freddato con un doppio colino, ripetendo l’operazione un paio di volte.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

printfriendly pdf button nobg md Un grande, irrinunciabile classico: il brodo di carne

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *