bg header
logo_print

Fiori di zucca farciti ai formaggi, un piatto delicato

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

fiori di zucca con farcia di formaggi
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 30 min
cottura
Cottura: 1 or
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (9 Recensioni)

Una ricetta per sorprendi i tuoi ospiti

I fiori di zucca ripieni ai formaggi, oltre ad essere una ricetta adatta agli intolleranti al lattosiorappresentano una vera delizia che mette insieme il meglio dei vegetali con i formaggi più utilizzati in cucina, il tutto coronato da pomodorini e costellato da timo, fili di erba cipollina, olio ed origano fresco.

Gli utilizzi che questi magici fiori consentono sono davvero straordinari: c’è chi li predilige in pastella, chi spezzettati nella pasta, ma in questa sede preferiamo dedicare a voi tutti lettori una straordinaria ricetta che li vede ripieni, infatti, nonostante siano delicatissimi, si prestano a fungere da solido e gustoso “sacchetto”.

Ricetta fiori di zucca ripieni ai formaggi

Preparazione fiori di zucca ripieni ai formaggi

  • Per i pomodorini confit preparateli in questo modo: togliete il picciolo, sbollentateli in abbondante acqua bollente per pochi minuti, poi scolateli con una schiumarola e tuffateli in una terrina con abbondante acqua e ghiaccio.
  • Scolateli nuovamente e togliete delicatamente la buccia che dovete conservare.
  • Disponeteli su una placca da forno ricoperta di carta da forno, poi conditeli con sale, aglio, origano, timo, olio  e cospargeteli di zucchero al velo.
  • Cuocete i pomodorini in forno già caldo a 100° per 1 ora.
  • Intanto tritate a coltello la mozzarella.
  • In una terrina unite la mozzarella, lo stracchino, la ricotta, il pesto, l’erba cipollina tagliuzzata,  il sale, il pepe.
  • Mescolate gli ingredienti con l’aiuto di un cucchiaio fino a quando avrete ottenuto un composto omogeneo con il quale riempirete una sac à poche.
  • Staccate i fiori dalle zucchine, stando attenti a non rovinarli. Pulite i fiori con della carta umida ed eliminate il picciolo e il pistillo all’interno.
  • Utilizzando la sac à poche riempite ciascun fiore con la farcia di formaggi.
  • Posizionate i fiori su una teglia ricoperta dall’apposita carta e cuocete in forno per 4/5 minuti.
  • Infine sfornate, fate raffreddare e servite con il contorno di pomodorini confit.

Ingredienti fiori di zucca con farcia di formaggi

  • 4 fiori di zucca molto freschi,
  • 100 gr. di mozzarella consentita,
  • 50 gr. di stracchino consentito,
  • 100 gr. di ricotta consentita,
  • un pizzico di sale,
  • 3 cucchiai di olio extravergine,
  • qualche filo di erba cipollina,
  • 4 cucchiai di pesto,
  • 200 gr. di  pomodorini confit,

Ingredienti pomodorini confit

  • 200 gr. di pomodorini,
  • uno spicchio di aglio,
  • 1 cucchiaio di origano fresco,
  • 1 rametto di timo fresco,
  • q. b. di zucchero a velo,
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva,
  • q. b. di sale.

Chi lo dice che intolleranza è sinonimo di sacrificio?

Un tempo un’intolleranza alimentare quale quella al lattosio rappresentava un serio deterrente per la possibilità di condurre un’alimentazione complete e varia. Soffrire di questa patologia significava privarsi di molti cibi, non poter mangiare fuori casa, osservare gli altri, impotenti, gustare deliziose pietanze.

L’intolleranza al lattosio è sempre più diffusa: ne soffre quasi il 30% della popolazione! Questo disturbo non va confuso con l’allergia alla proteina del latte: chi è intollerante al lattosio non produce l’enzima “lattasi”, che serve a digerirlo.

L’intolleranza, a differenza dell’allergia, è legata alla quantità di latte consumato e si presenta in varie forme, dalle più lievi alle più severe: c’è chi trova semplicemente “poco digeribile” il latte, e chi invece quando lo consuma va incontro a sintomi molto più pesanti. In ogni caso, essere intolleranti al lattosio non vuol dire assolutamente rinunciare ai formaggi, anzi!

Le proprietà dei formaggi e la qualità della materia prima utilizzata

Malgrado i formaggi facciano quasi quotidianamente la loro comparsa sulle nostre tavole, non sempre siamo in grado di riconoscere una qualità dall’altra e forse ben poco sappiamo sulle varie fasi della sua produzione: cominciamo pertanto con il vedere come nasce.

La materia prima di questo alimento è costituita dal latte che può essere di mucca (sicuramente il più usato), di capra e pecora e di bufala. Il latte è prevalentemente utilizzato intero, ma trovano impiego anche il latte scremato e quello centrifugato: nel primo caso si ottengono i cosiddetti formaggi grassi, con il secondo tipo di latte i formaggi semigrassi e con l’ultimo i formaggi magri; a questi si affiancano i formaggi arricchiti con panna di cui il più famoso è certamente il mascarpone.

I fiori di zucca ripieni ai formaggi, un’alternativa adatta a tutti

Ritornando alla nostra ricetta, i fiori di zucca ripieni ai formaggi rappresentano la prova più eloquente del fatto che ai tempi d’oggi i soggetti intolleranti sono tutt’altro che sacrificati e limitati nella scelta del cibo da consumare. Questo non è privo proprio di nulla, anzi, si presenta ricco come nessun piatto può rivelarsi.

Fiori di zucca con farcia di formaggi

Mozzarella e stracchino fanno la loro bella presenza in questa preparazione ma non rappresentano una minaccia per coloro che vorrebbero gustarli con qualche preoccupazione circa la propria condizione di intolleranza al lattosio. Niente paura: trattasi di ingredienti privi di lattosio, pensati per accontentare i palati di quella fetta di persone che oggi sembra destinata ad aumentare sempre di più, quella degli intolleranti appunto.

Le proprietà dei fiori di zucca ripieni ai formaggi

Questi piccoli fagottini coloratissimi e vivaci, non sono solo in grado di portare allegria sulle nostre tavole. Essi rappresentano per di più un ottimo ed insostituibile modo di nutrirsi bene, a beneficio della nostra salute, visto che recano con sé nutrienti dal grande valore alimentare per noi tutti.

I fiori di zucca ripieni ai formaggi celano al loro interno una golosa sorpresa ideale per bambini e meno giovani. Trattasi di formaggi selezionati nella formula Accadi, ossia privi di lattosio, utili alla buona e robusta crescita delle ossa e ideali per chi soffre di osteoporosi. Miniera di proteine, indispensabili mattoni della nostra pelle, questi formaggi, con la loro morbidezza, sono perfetti per preparare i fiori di zucca ripieni senza rischio che si rompano.

Come scegliere i fiori di zucca

I fiori di zucca ripieni ai formaggi si basano su ingredienti speciali, che spiccano per la delicatezza e per la capacità di dare vita a preparazioni suggestive. Ai fiori di zucca in particolare va riservata tutta l’attenzione possibile, tanto in fase di scelta quanto in fase di pulizia.

Il consiglio è di acquistare dei fiori di zucca freschi, direttamente dal fruttivendolo o al banco frutta del supermercato, evitando così quelli in vaschetta. I fiori di zucca freschi hanno un sapore migliore e una consistenza più compatta, li potete riconoscere dal colore vivace e dalla texture consistente.

Per quanto concerne la pulizia è necessario tagliare il gambo e rimuovere l’escrescenza da ogni singolo fiore. Quest’ultimo va poi aperto, facendo molta attenzione a non sgualcirlo. Infine, si sciacqua sotto l’acqua corrente (il getto deve essere delicato) e si asciuga con della semplice carta da cucina.

Il contributo del pesto nei fiori di zucca ripieni ai formaggi

La lista degli ingredienti dei fiori di zucca ripieni ai formaggi comprende anche il pesto. Nello specifico il pesto partecipa al ripieno insieme ai formaggi, al pepe, al sale e all’erba cipollina. Grazie al pesto il ripieno assume una nota aromatica e una texture granulosa. Insomma, contribuisce a sprigionare delle gradevoli sensazioni al palato. Ovviamente dovrete fare attenzione a non esagerare con le dosi, infatti il pesto sa essere molto coprente, quindi basta un cucchiaio per ciascun fiore di zucca.

Potete acquistare il pesto al supermercato, tuttavia vi consiglio di farlo in casa, anche perché è molto semplice da preparare. Avete a disposizione due alternative: frullare gli ingredienti o pestarli nel mortaio. E’ quasi superfluo dire che è proprio questo secondo metodo a spiccare per autenticità e fedeltà alla ricetta originale. Ad ogni modo gli ingredienti non cambiano, infatti il pesto è composto da: basilico, Parmigiano, pinoli, aglio e olio extravergine di oliva (che va aggiunto gradualmente alla bisogna).

Come preparare i pomodori confit

Per i fiori di zucca ripieni ai formaggi ho previsto una guarnizione – contorno a base di pomodorini confit. Questo tipo di pomodori sono belli da vedere e buoni da gustare, premiando i piatti più vari con il loro rosso lucido e il sapore tra il dolce a l’acidulo.

Preparare i pomodori confit è molto semplice. Vanno privati del picciolo e sbollentati per un paio di minuti, poi vengono immersi in acqua e ghiaccio per fermare la cottura e spellarli facilmente. Vanno poi disposti in una teglia e conditi con sale, aglio, origano, timo, olio e abbondante zucchero a velo. Infine, si cuociono nel forno già caldo ad temperatura bassa, intorno ai 100 gradi. Trascorsa un’ora, i pomodori confit sono pronti per essere gustati.

Alcune idee sfiziose con i fiori di zucca

Quello dei fiori di zucca è un mondo da esplorare, che vira verso una cucina autentica e connessa alla tradizione italiana più verace. Ciò non stupisce se si considera la reperibilità dell’alimento e la sua versatilità.

I fiori di zucca possono essere pastellati e fritti. In questo modo danno vita a frittelle leggere e croccanti. La pastella viene realizzata in genere con farina, sale, acqua, bicarbonato o – meglio ancora – un briciolo di lievito di birra.

I fiori di zucca, inoltre, possono fungere da ingredienti per salse e sughi. L’importante, in questo caso, è inserirli alla fine della cottura per non rovinarli, facendo attenzione a non privilegiare troppo l’elemento cremoso per non coprire completamente il sapore dei fiori di zucca.

I fiori di zucca, infine, possono essere farciti. In questo caso le soluzioni sono molto varie, sebbene comprendano farciture molto spesso cremose per non rovinare i fiori di zucca, che risultano alquanto delicati.

FAQ sui fiori di zucca ripieni ai formaggi

A cosa fanno bene i fiori di zucca?

I fiori di zucca sono ricchi di vitamina A, quindi fanno bene al sistema immunitario. Sono anche ricchi di betacarotene, ragione per cui impattano positivamente sulla salute della pelle e dalla vista. Inoltre, essendo ricchi di fibre aiutano a risolvere i casi più leggeri di stitichezza. Non mancano infine gli antiossidanti, che aiutano a prevenire il cancro.

Come si possono mangiare i fiori di zucca?

I fiori di zucca possono essere impastellati e fritti per creare delle croccanti frittelle. Inoltre, possono essere aggiunti a sughi e salse per creare un condimento per la pasta. Nondimeno, come in questo caso, possono essere farciti variamente e cotti al forno.

Cosa si abbina ai fiori di zucca?

I fiori di zucca si abbinano a una vasta gamma di ingredienti. Tuttavia, essendo il loro sapore fresco e delicato, si sposano alla perfezione con gli ingredienti dal gusto non troppo intenso e magari aciduli, come le verdure, i formaggi freschi, il prosciutto cotto ecc.

Ricette con fiori di zucchine e zucchine ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (9 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Insalata di tacchino e fagiolini

Insalata di tacchino e fagiolini, una ricetta light...

Perché preferire il tacchino al pollo? Spesso preferire il tacchino al pollo è una questione di gusto, ma non di rado la questione è oggettiva. In questa insalata di tacchino e fagiolini la...

Gamberi saltati al tamarindo

Gamberi saltati al tamarindo, un secondo agrodolce di...

Un focus sui gamberi Nonostante l’abbondanza di ingredienti e di abbinamenti arditi, i protagonisti della ricetta rimangono i gamberi saltati. I gamberi sono tra i crostacei più consumati, che si...

Baccalà in umido alla Veneta

Baccalà in umido alla Veneta, un gustoso piatto...

Origini e storia del baccalà in umido alla veneta Il baccalà in umido alla veneta è una delle più antiche e tipiche ricette della cucina veneta. Le origini di questo piatto risalgono al periodo...