Uova con la mozzarella di bufala

Uova con la mozzarella di bufala, un piatto veloce, fresco e delizioso! Quante volte ci è capitato di non sapere cosa portare in tavola. E quante volte abbiamo pensato a chissà quale soluzione complicata e dispendiosa. E invece molto spesso il segreto di un buon pasto risiede nella sua semplicità. Pochi ingredienti, ma quelli giusti. Soprattutto qualitativamente degni di nota.

Uova con la mozzarella di bufala: il gusto della tradizione

La mozzarella di bufala è un vanto della cucina italiana. Si tratta come ben sapete di un formaggio tipico della Campania e in generale del Sud Italia famoso in tutto il mondo. A tutela di questa specificità, dagli anni Novanta è stato introdotto il marchio Dop a contrassegnare il prodotto realizzato secondo un certo disciplinare. Le imitazioni per esempio all’estero non si contano, è sufficiente però prestare attenzione alla confezione e alla corretta dicitura dell’alimento non evitare di cadere in inganno.

Va sottolineato il fatto che la mozzarella di bufala è un prodotto “vivo”. Nel senso che non contiene conservanti ed è composto solo da ingredienti naturali come latte, sale e caglio. La cosiddetta acqua di filatura nella quale viene immersa, conferisce quel sapore particolare che diventa inconfondibile anche solo dopo i primi assaggi. Si può agevolmente conservare in frigo, meglio se con alcuni accorgimenti. Ma il consiglio è di consumarla il prima possibile, in modo da apprezzarne tutte le potenzialità.

Uova con la mozzarella di bufala: la versione adatta agli intolleranti

Chi soffre di allergia o intolleranza al lattosio non ha di che temere. Perché in commercio esiste la versione della mozzarella di bufala senza la presenza dell’allergene in questione. Per la precisione, la quantità di lattosio contenuta nella versione adatta a tutti è pari a un centesimo di quella tradizionale. Mi preme sottolineare come anche in questo caso gli intolleranti non saranno in alcun modo penalizzati. Nel senso che la versione delattosata è pressoché identica a quella per così dire originale. Solo leggermente più dolce. Questo significa che le tantissime persone coscienti di patire questa intolleranza non avranno alcuna remora di sorta, sapendo di degustare un prodotto di altissima qualità.

Uova e mozzarella sono un abbinamento classico della nostra tradizione. Personalmente vi propongo questa ricetta che trovo molto efficace per amalgamare i sapori. Con due soli ingredienti, più olio extravergine d’oliva, sale e parmigiano reggiano 36 mesi a complemento, potrete preparare una delizia assoluta. Tra l’altro adatta a tutte le stagioni. Insomma che aspettate, il gusto e la tradizione vi aspettano!

Ingredienti per 4 persone

  • 200 gr mozzarella bufala  campana La Perla
  • 8 uova fresche
  • 4 cucchiai olio extravergine oliva
  • 5 cucchiai parmigiano reggiano 36 mesi grattugiato
  • q.b. sale

Preparazione

Tagliate la mozzarella a pezzettini, mettetela in una padella con l’olio e fatela fondere.

Quan­do è ben fusa, rompetevi sopra le uova, salate e con molta delicatezza mescolate i soli albumi al formaggio fuso. A fine cottura spolverizzate con il parmigiano grattugiato e servite.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Nota per l’intolleranza al nichel

Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione a basso contenuto di Nichel e osservare tutte le regole relative a cosmetici, detersivi, pentole e stoviglie, abbigliamento idoneo etc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *