logo_print

Insalata di tacchino, la bontà delle cose semplici

Insalata di tacchino

Sia che si tratti di un secondo che di un piatto unico accompagnato da qualche fettina di pane, l’insalata di tacchino si rivela un pasto completo e ricco di importanti sostanze nutritive.

Stiamo parlando di un piatto che, contenendo molti ingredienti, si presenta ovviamente come l’unione di più sapori e di numerosi benefici, che di certo non potrete fare a meno di notare.

La digerirete facilmente e il vostro palato la apprezzerà, così come il vostro organismo. In poche parole, l’insalata di tacchino è una ricetta che conquista tutti, in particolar modo d’estate e nelle giornate più calde di primavera. Siete pronti per provarlo? Ecco tutte le ragioni per le quali non dovreste assolutamente dire di no.

Proteine e vitamine in abbondanza

La carne di tacchino è decisamente più magra, più leggera e molto più digeribile rispetto a tanti altri tipi di carne. Per questo è considerata uno degli alimenti perfetti anche per coloro che vogliono mantenersi in forma o perdere peso.

È ottima anche per i bambini, in quanto è una buonissima fonte di proteine magre, ovvero delle sostanze molto utili durante la crescita.

Quelle stesse proteine sono perfette per coloro che desiderano sviluppare la propria massa muscolare e che, perciò, passano molte ore in palestra.

Pertanto, anche se ovviamente ha tantissimi altri nutrienti ai quali fare affidamento, queste si rivelano le ragioni principali per cui è consigliabile inserire più spesso il tacchino nella nostra dieta, preferendolo alla carne di suino e di bovino.

Insalata di tacchino per tutta la famiglia

Mangiare carne di tacchino significa anche assimilare un buon carico di energia utile per portare a termine le nostre giornate con produttività e con una maggiore concentrazione.

Tutti questi benefici vengono ovviamente ampliati da tutte le verdure presenti nella ricetta dell’insalata di tacchino, ricche di minerali e soprattutto di vitamine e acqua.

Questi componenti ci aiutano a prevenire numerose malattie, a digerire meglio, a disintossicare il nostro corpo stimolandone la diuresi e a ridurre o evitare problematiche come la ritenzione idrica. In generale, le verdure sono alimenti perfetti per rallentare il naturale processo di invecchiamento del nostro corpo, e per mantenere la pelle tonica e luminosa stimolandone la produzione di collagene e/o promuovendo una corretta idratazione dell’organismo nella sua interezza.

In conclusione, possiamo dire che adesso abbiamo in mano gran parte delle informazioni che servono per incentivarci a provare questa ricetta e anche per andare a introdurre più frequentemente questi alimenti nella nostra dieta. Iniziamo mettendo in tavola una gustosa insalata di tacchino!

Ingredienti per 4 persone

  • 500 g di petto di tacchino,
  • 15 pomodorini ciliegini,
  • 150 g songino o lattughino,
  • 15 olive verdi snocciolate,
  • 2 cucchiai di uvetta morbida,
  • 5 cucchiai di mais dolce,
  • q.b. origano o timo,
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva,
  • q.b. sale,
  • q.b. pepe

Preparazione

Cuocete i petti di tacchino alla piastra con erbe aromatiche. Lavate e asciugate l’insalata. Lavate e tagliate a spicchi i pomodorini. Una volta cotto, lasciatelo intiepidire e tagliate a tocchetti o a striscioline.

Riunite in una terrina i tocchetti di tacchino, l’insalata i pomodorini e tutti gli altri ingredienti. Condite e servite a tavola. Come potrete notare, l’insalata di tacchino si prepara in pochi minuti!


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


14-09-2016
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti