bg header
logo_print

Ciambelle e ciambellone e la mia ciambella al limone

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Ciambella al limone
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette a basso contenuto di nichel
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 20 min
cottura
Cottura: 20 min
dosi
Ingredienti per: 6 persone
Stampa
Array
5/5 (2 Recensioni)

La magia delle ciambelle! Quando pensiamo alle ciambelle, l’immagine che spesso ci viene in mente è quella di un dolce rotondo con un buco al centro, spesso cotto in forno, che esala un aroma irresistibile. Ma vi siete mai chiesti perché questa forma? Perché quel caratteristico buco al centro? È davvero un viaggio affascinante nel mondo della pasticceria.

Il buco al centro della ciambella non è solo una caratteristica estetica, ma ha una funzione pratica: permette una cottura uniforme, evitando che il centro rimanga umido o meno cotto rispetto ai bordi. Una genialata, se ci pensate! E proprio questo dettaglio ha reso le ciambelle un dolce tanto amato e diffuso in tante varianti regionali e internazionali.

Da piccoli, quel buco al centro rappresentava un piccolo mistero: era come una finestra su un mondo dolce e goloso, e spesso era la prima parte che sceglievamo di mangiare, lasciando la parte esterna, più croccante, per la fine. Un gioco che si è tramandato di generazione in generazione.

E poi c’è il ciambellone, il “grande fratello” della ciambella. Con la sua struttura soffice e spugnosa, è l’ideale da gustare a colazione, magari inzuppato nel latte o accompagnato da un buon caffè. E le varianti sono infinite: al limone, al cioccolato, con la nutella o con pezzi di frutta.

Ma non fermiamoci qui. Perché non esplorare le infinite variazioni che possono nascere da una semplice base? Come la mia ciambella al limone, una vera e propria esplosione di sapore e freschezza. Il segreto? La scelta degli ingredienti di qualità e l’attenzione ai dettagli nella preparazione. Ma la vera magia avviene quando si uniscono tradizione e creatività, dando vita a dolci che raccontano storie e tradizioni.

Le ciambelle e il ciambellone sono molto più di un semplice dolce: sono un patrimonio di sapori, tradizioni e ricordi d’infanzia. Una vera e propria icona della pasticceria che, con il suo buco al centro, ha conquistato il cuore (e il palato) di grandi e piccini. E tu, quale variante preferisci? Condividi con noi le tue ricette e le tue storie legate a questo dolce intramontabile!

Ricetta Ciambella al limone

Preparazione Ciambella al limone

Nella coppa di una planetaria mettete assieme uova e zucchero e sbattete a media velocità con le fruste, per circa 5 minuti. Unite, dunque, poco per volta le farine nelle dosi indicate, la scorza ed il succo di limone. Aggiungete poi il sale e mescolate il tutto. Infine amalgamate anche il lievito per dolci e proseguite per ulteriori 6 minuti. Otterrete un impasto liscio e morbido. Spegnete ora la planetaria.

Imburrate ed infarinate uno stampo da ciambella con un diametro di circa 26 cm (oppure rivestitelo con della carta da forno). Versate l’impasto e distribuite sulla superficie la granella di zucchero. Infornate il tutto in modalità ventilata a 180° per circa 15/20 minuti. Trascorso il tempo indicato, spegnete il forno, aprite lo sportello e lasciate il dolce a raffreddare all’interno per circa 10 minuti. Sfornate infine la ciambella al limone estraendola dalla taglia con attenzione. Servitela una volta freddata completamente.

Ingredienti ciambella al limone:

 Ingredienti per 6 persone:

  • 240 gr. di farina mix tutti i dolci La Veronese,
  • 30 gr. di farina di amaranto La Veronese,
  • 200 gr. di zucchero,
  • 7 uova,
  • 20 gr. di succo di limone,
  • 2 gr. di scorze di limone,
  • 15 gr. di granella di zucchero ,
  • 8 gr. di lievito per dolci,
  • 1 gr. di sale

Per lo stampo:

  • 20 gr. di burro chiarificato
  • 10 gr. farina di riso la Veronese

Dolce da merenda veloce e golosa la ciambella al limone

I dolci semplici sono spesso anche i migliori. Concordate con noi? Con questa ciambella al limone con granella di zucchero possiamo sentire la morbidezza dell’impasto ed un intenso aroma al limone, fin dal primo assaggio. La granella di zucchero non è solo decorativa come si potrebbe pensare. Il gusto dello zucchero in questo formato offre una croccantezza sfiziosa, una nota in più per questo dolce. Ci piace preparare la ciambella proprio perchè cresce bella alta in cottura ed ogni fetta è un vero piacere da addentare.

Preparala poi è davvero semplicissimo con i giusti ingredienti. Ancora una volta, alla base di tutto, il mix tutti i dolci La Veronese. Questa miscela è una certezza per noi e ce ne avvaliamo spessissimo per preparare in fretta i nostri dolci preferiti. Senza glutine, senza lattosio e con un ridotto contenuto di grassi, il Mix La Veronese ci permette di mangiare dolci molto più spesso e senza sensi di colpa. Nella miscela sono mixate le migliori farine senza glutine, perfette per i dolci e predosate nella giusta proporzione, così da garantire impasti performanti e sicuri. Una comodità estrema a cui non vogliamo più rinunciare!

Golosità con il buco: le ciambelle e il ciambellone

Ciambelle e ciambellone: tutti i trucchi e la mia ciambella al limoneLe ciambelle… chi di noi da bambini non si è chiesto almeno un volta che cosa possa mai servire questo buco al centro! Pochi e semplici ingredienti danno vita ad un dolce tanto antico quanto goloso e amato proprio da tutti. Allo yogurt, bicolore, alla nutella … di tipologie differenti ve ne sono a non finire.

Il risultato che ci proponiamo di farvi raggiungere è quello di un dolce spumoso, soffice, morbido e al tempo stesso dalla consistenza ideale da essere tagliato a fette con facilità. Sono queste le caratteristiche delle ciambelle perfette, sia esse siano piccole, le ciambelline, che di grandi dimensioni, come il famoso ciambellone.

Carta forno, giusto impasto e altri trucchi

La preparazione di una ciambella perfetta può sembrare un’impresa difficile, ma in realtà è tutta una questione di dettagli e piccoli trucchi che fanno la differenza. Come in ogni ricetta, anche nella realizzazione delle ciambelle ci sono alcuni accorgimenti da seguire per ottenere un risultato soddisfacente.

Una delle prime cose da considerare è sicuramente l’uso della carta forno. Questa non solo evita che il dolce si attacchi allo stampo, ma ne facilita anche l’estrazione, garantendo una cottura uniforme e impedendo che la base del dolce si scurisca troppo. Un suggerimento? Imburrate leggermente lo stampo prima di adagiarvi la carta forno: ciò la farà aderire perfettamente.

Altro elemento fondamentale, come già accennato, è la lavorazione delle uova. Sbatterle correttamente è la chiave per dare volume e sofficità al dolce. E qui entra in gioco il trucco della nonna: i bianchi a neve devono essere montati a punto neve fermo, tanto da poter sorreggere una forchetta! Questo garantirà una maggiore leggerezza all’impasto, rendendo la ciambella davvero spumosa e leggera.

Infine, la consistenza dell’impasto è fondamentale. Deve essere cremosa, ma non troppo fluida. La prova del cucchiaio è un metodo antico ma infallibile: immergete un cucchiaio nell’impasto e sollevatelo. L’impasto dovrebbe scivolare lentamente, quasi avvolgendolo, e non cadere immediatamente. Questa è la consistenza perfetta, il segreto per una ciambella dall’aspetto invitante e dalla consistenza invidiabile.

Ma non dimentichiamoci di un altro elemento: la pazienza. Come ogni preparazione in pasticceria, anche le ciambelle richiedono tempo e dedizione. E proprio questa dedizione, unita ai piccoli trucchi e segreti, farà sì che il vostro dolce sia perfetto sotto ogni punto di vista.

Quindi, armatevi di carta forno, montate le uova con cura e non dimenticate la prova del cucchiaio. Il successo in cucina, come nella vita, è fatto di piccoli dettagli e di tanta passione.

L’importanza della scelta della teglia nella preparazione della ciambella

La scelta della teglia nella preparazione di un dolce come la ciambella è cruciale e può davvero fare la differenza tra un risultato perfetto e una preparazione meno riuscita. Lo stampo è l’ambiente in cui il nostro impasto trascorrerà il suo tempo in forno, trasformandosi da una crema semiliquida a un dolce fragrante, dorato e soffice. Proprio per questo, è fondamentale scegliere la giusta “casa” per la nostra ciambella.

Lo stampo in alluminio è un classico. Ha una grande capacità di conduzione del calore, permettendo una cottura omogenea sia al centro che ai lati della ciambella. Ma, come ogni materiale, ha i suoi pro e contro. Se da un lato offre una cottura eccellente, dall’altro può creare dei problemi al momento di sformare il dolce. Ecco perché l’importanza di ungerlo e infarinarlo bene: un piccolo gesto che può salvare la nostra preparazione.

Gli stampi in silicone, invece, sono la novità degli ultimi anni. Morbidi, flessibili e disponibili in mille forme e colori, hanno rivoluzionato il mondo della pasticceria domestica. Sono facili da pulire, non necessitano di essere unti dopo il primo utilizzo e sono perfetti per chi cerca una soluzione pratica e veloce. Tuttavia, è fondamentale seguire alcuni accorgimenti, come quello di lasciare raffreddare completamente la ciambella prima di sformarla, per evitare brutte sorprese.

Che si scelga un stampo in alluminio o uno in silicone, l’importante è sempre avere cura dei dettagli. Una buona attrezzatura da cucina, associata ad una buona ricetta e alla giusta dose di passione, può davvero fare miracoli. La prossima volta che decidete di preparare una ciambella, tenete a mente questi consigli e vedrete che il vostro dolce sarà un vero successo!

La farina d’amaranto: una farina poco conosciuta

La farina d’amaranto è naturalmente senza glutine, oltre che ricca di fibre. Per queste sue caratteristiche viene spesso scelta per lo svezzamento e per la preparazione di ricette senza glutine. Questa farina si distingue per il suo caratteristico profumo intenso e per la ricchezza proteica. E’ un prodotto derivante da una pianta americana, appartenente alla famiglia delle graminacee.

Questo prodotto, tra i più classici delle linee La Veronese può essere utilizzato per preparare polpettine, biscotti, dolci e persino focacce. La celiachia, come sappiamo richiede particolari accortezze ed è quindi indispensabile scegliere prodotti sicuri e privi di contaminazioni. Per questo, da anni, confermiamo la nostra fiducia al brand italiano La Veronese, specializzato in prodotti per intolleranze alimentari.

Ciambella al limone

A merenda o a colazione vogliamo sempre la ciambella al limone !

La ciambella al limone è un dolce semplice ma davvero godibile che, per leggerezza e gusto, si presta bene ad un consumo mattutino a colazione. Magari abbinato ad un tè, un caffè o una tazza di latte, questo dolce sa regalare la giusta dose di energie al mattino. Potete sostituire il limone (succo e scorza) con pari quantità di arancia. Stesso vale per la granella di zucchero. La torta può essere spolverizzata con lo zucchero a velo.

Però quando si ha un dolce così goloso in casa, come si può resistere a merenda? Ogni occasione sarà quella giusta con questa sfiziosa ciambella al limone!

Ricette ciambelle e ciambelloni ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Barfi di anacardi

Barfi di anacardi, una variante del celebre dolce...

Barfi di anacardi, una delizia da gustare I barfi di anacardi sono più buoni dei barfi classici, in quanto sono più ricchi di sapore. Gli anacardi sono infatti tra la frutta a guscio più...

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...

Chebakia

Chebakia, dal Marocco un delizioso dolce alle mandorle

Quale miele utilizzare? Una volta modellati, i chebakia vanno fritti in olio di semi, ma la ricetta non si conclude con la cottura. Arrivati a questo punto, infatti, si prepara un composto di miele...