Ciambelle di colomba con spuma di mascarpone

Ciambelle di colomba con spuma di mascarpone
Commenti: 0 - Stampa

Stanchi della solita colomba? Ecco le Ciambelle di colomba

Senza togliere nulla alla tradizione, ogni tanto, è bene provare e sperimentare nuove ricette rivisitate come questa delle Ciambelle di colomba con spuma di mascarpone e lamponi dove abbiamo preso il classico dolce di Pasqua e l’abbiamo trasformato un po’, regalando ad esso un nuovo volto. Non vogliamo che il nostro menu pasquale sia monotono, ma vogliamo stupire sempre i nostri ospiti.

Pertanto, qualche piccolo cambiamento potrà di certo fare una positiva differenza. Desiderate seguire il mio consiglio? Bene, allora tenetevi pronti, perché fra poco vi dirò esattamente cosa dovrete fare per preparare le Ciambelle di colomba… e vedrete che sarà tutt’altro che difficile. Inoltre, vi darò alcuni consigli da non sottovalutare. Cominciamo!

La base di partenza: una colomba deliziosa!

A Pasqua portiamo in tavola la colomba proprio perché è un simbolo. Infatti, si riferisce all’episodio biblico in cui, qualche tempo dopo la fine del diluvio universale, Noè mando una colomba fuori dall’arca. L’esemplare tornò da lui la sera stessa, tenendo nel becco un piccolo ramoscello di ulivo. Quello fu un segnale di salvezza: le acque si erano ritirate. Con il tempo, la colomba è divenuta persino un simbolo di pace. Perciò, se dobbiamo portarla in tavola in maniera simbolica, dobbiamo farlo come si deve, anche quando si tratta di preparare le Ciambelle di colomba con spuma di mascarpone e lamponi.

Per farlo, vi suggerisco di acquistare una colomba di elevata qualità, magari artigianale. In alternativa, potrete prepararla con le vostre mani, seguendo la ricetta senza glutine e priva di lattosio che troverete su questo blog. Facendo così, avrete la certezza di offrire a familiari e ospiti un dessert genuino, più leggero e digeribile. Una volta preparata la base, potrete passare alla realizzazione delle Ciambelle di colomba: vedrete che – con poco tempo e poca fatica – otterrete un risultato strepitoso… e i vostri commensali vi ringrazieranno con un bel sorriso e ripulendo accuratamente i piatti!

Ciambelle di colomba con spuma di mascarpone

Ciambelle di colomba con spuma di mascarpone e lamponi: non solo a Pasqua

Se ci pensate bene, questa ricetta è particolarmente versatile e ci può spronare a tirare fuori tante nuove idee. Infatti, potrete prepararla con altre creme e ripieni, e persino con altre basi come pandoro e Pan di Spagna. In questo modo, diventa una ricetta adatta a ogni occasione, non siete d’accordo? Tra l’altro, le Ciambelle di colomba di cui vi parlo in questo post, secondo me è più adatto agli adulti. Perciò, ho pensato anche a una versione per i bambini, con la mousse al fondente e crema di nocciole, che troverete sempre su questo blog… Proverete entrambi?

Qualunque sia la vostra scelta, non dimenticate che la Pasqua viene una volta all’anno, ma i momenti in cui abbiamo voglia di un dessert semplice da preparare sono tantissimi! Allora che aspettate ad assaporare le Ciambelle di colomba con spuma di mascarpone e lamponi? Se lo apprezzerete, non vedrete l’ora di riprepararlo… costi quel che costi!

Ed ecco la ricetta delle Ciambelle di colomba con spuma di mascarpone e lamponi

Ingredienti per 4 persone:

  • 130 gr. di colomba consentita
  • 70 gr. di cioccolato bianco
  • 30 gr. di liquore all’arancia oppure il Grand Marnier
  • 2 uova intere
  • 3 tuorli d’uovo
  • 100 gr. di burro
  • 50 gr. di farina di riso
  • 50 gr. di zucchero di canna finissimo
  • 250 gr. di mascarpone
  • 50 gr. di topping al lampone Ke-Gusto
  • 20 gr. di zucchero vanigliato a velo

Preparazione

Montate uova e zucchero in una planetaria. A parte sciogliete burro e cioccolato, e aggiungeteci la farina. Tagliate a dadi la colomba, bagnatela con il liquore e unite tutto insieme. Sistemate il composto in stampini monoporzione, fateli riposare in frigo (a +4 gradi) per circa 2 ore e poi cuocete in forno a 165 gradi per 12 minuti.

Unite mascarpone, zucchero a velo e topping al lampone. Su piatti spolverati di zucchero a velo, adagiatevi la crema al mascarpone e su di esso le Ciambelle. Servite e buon appetito!

5/5 (48 Recensioni)
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

uova ripiene light

Uova ripiene light, un antipasto per la Pasqua

Uova ripiene light, un antipasto bello da vedere e buono da gustare Le uova ripiene light sono un ottimo antipasto pasquale. Le uova sono uno degli alimenti simbolo della Pasqua, tanto che molte...

Malloreddus con carciofi e uova

Malloreddus con carciofi e uova, per una Pasqua...

Malloreddus con carciofi e uova, una ricetta che sa di Sardegna I malloreddus con carciofi e uova si inseriscono nel solco della migliore tradizione locale. Sono, infatti, un piatto che parla della...

Cream tart di Pasqua

Cream tart di Pasqua, una versione agrumata

Cream tart di Pasqua, una pasta frolla speciale La cream tart è un classico della cucina francese. Uno dei suoi punti di forza è la versatilità, infatti esistono molte varianti, che giocano sia...

Semifreddo al caffe

Semifreddo al caffè, un dolce ideale per Pasqua

Semifreddo al caffè e anice, un dolce perfetto Il semifreddo al caffè e anice è un dolce elegante, da preparare per le grandi occasioni. Io amo prepararlo a Pasqua, che è tradizionalmente una...

Tasca di vitello ripiena

Tasca di vitello ripiena, un buon secondo per...

Tasca di vitello ripiena, secondo corposo ma moderatamente leggero La tasca di vitello ripiena è un secondo ideale per le grandi occasioni. Io consiglio di prepararlo a Pasqua, al posto del...

Uova di Pasqua decorate

Uova di Pasqua decorate, come farle in casa

Uova di Pasqua decorate, fatte in casa sono ancora più buone Chi l’ha detto che le uova di Pasqua decorate vadano necessariamente comprate? In realtà, è possibile farle in casa, con i normali...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


14-04-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti