Prepariamo insieme il burro di mandorle

Oggi parliamo del burro di mandorle. Cosa c’è di meglio di una merenda in queste giornate fredde? Quando gli amici mi vengono a trovare mi capita spesso di presentare qualcosa di dolce e leggero, perfetto da consumare davanti a un buon te.

Le merende migliori sono quelle semplici, caratterizzati da ingredienti sani e genuini, come per esempio il burro di mandorle.

I benefici delle mandorle

Quali sono i benefici delle mandorle? Prima di tutto l’alto contenuto di proteine, che le rende un alimento perfetto per chi decide di abbracciare un regime alimentare vegano o vegetariano e ha la necessità di trovare una soluzione per sostituire le proteine della carne e degli alimenti derivati dagli animali.

Caratterizzate anche da un’importante presenza di fibre – validissima alternativa per tenere sotto controllo la regolarità intestinale e il peso corporeo – le mandorle sono ricche di sali minerali importanti, come per esempio il magnesio.

Come non citare poi la presenza di grassi insaturi e polinsaturi? Quando mangiamo le mandorle facciamo qualcosa di davvero speciale per la nostra salute, soprattutto se abbiamo problemi di linea, di natura cardiaca o legati al colesterolo cattivo, uno dei principali nemici della salute.

Perché mangiare il burro di mandorle ?

Perché mangiare il burro di mandorle? In quali situazioni può risultare utile la sua assunzione? Personalmente, quando mi chiedono informazioni in merito, tendo a consigliarlo soprattutto agli atleti.

Per quale motivo? Per la già ricordata presenza di proteine, caratteristica che lo rende adatto a essere consumato dopo l’allenamento intensivo, magari spalmato su un’ottima fetta biscottata integrale.

burro di mandorle

Sono non a caso numerosi i brand di integratori che lo propongono per chi pratica sport, ma io preferisco suggerire la preparazione domestica. Volete mettere il piacere di stendere le mandorle sulla teglia e di vedere il loro colore cambiare man mano che procede la cottura? Solo chi ama davvero cucinare è in grado di assaporare la bellezza di questi momenti e la soddisfazione di aver preparato in casa una merenda sana, gustosa e dolce.

Adesso è arrivato davvero il momento di cimentarsi con la ricetta! Prendetevi tutto il tempo che vi serve e non fate le cose troppo in fretta, perché il rischio, come avrete poi modo di vedere, è di intaccare il processo di raffreddamento.

Siete pronti a preparare il burro di mandorle? Tranquilli che la ricetta è semplicissima – vi fornirò le quantità adatte per prepararlo in vista di una merenda pomeridiana veloce e gioiosa – e che non vi accorgerete neppure del tempo passato davanti ai fornelli talmente vi divertirete!

Ed ecco la ricetta del burro di mandorle

Ingredienti per 4 vasetti

  • 300 gr. mandorle (peso già pulito al netto dei gusci)

Preparazione

Sterilizzate i vasetti di vetro facendoli bollire, con i coperchi e le guarnizioni, prima in acqua per almeno 10 minuti e poi facendoli asciugare in forno caldo a 180° per circa 10 minuti.

Accendete il forno ad un massimo di 50 gradi. Quando il forno è in temperatura fate intiepidire le mandorle stendendole su di una teglia rivestita da carta forno per una diecina di minuti. Spegnete e lasciate raffreddare. Non devono essere tostate

Inseritele nel bicchiere del frullatore e azionate. Prima diventano farina creeranno una massa compatta e cominceranno a rilasciare l’olio. Proseguite fino ad ottenere una crema liscia e omogenea.
Travasate nei vasetti e chiudeteli ermeticamente, Si conserva nel frigorifero per circa una settimana

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Un commento a “Prepariamo insieme il burro di mandorle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *