Burro di arachidi, la soluzione per una merenda salutare

Burro di arachidi, la soluzione per una merenda salutare. Quando arriva il momento di preparare la merenda, magari per una festa tra bambini, ci si trova spesso in difficoltà, con poche idee su cosa presentare. Oggi voglio darvi un consiglio classico ma sempre in grado di stupire e soddisfare gli ospiti! Di cosa sto parlando? Del burro di arachidi.

Le proprietà del burro di arachidi

Senza dubbio avete mangiato più volte il burro di arachidi e magari l’avete anche acquistato, senza pensare ai benefici che può portare alla salute. I benefici del burro di arachidi riguardano soprattutto la presenza di grassi insaturi, che riducono il colesterolo LDL nel sangue prevenendo le patologie cardiocircolatorio.

Il burro di arachidi è ottimo anche per via della vitamina B12, che rappresenta una soluzione portentosa per la salute della pelle, mantenendola costantemente idratata. Avreste mai immaginato così tante proprietà benefiche? Sono sicura di no! E’davvero una soluzione speciale per gustare una merenda sana, che può essere presentata anche a chi soffre d’intolleranza al lattosio.

I benefici non finiscono certo qui, dal momento che coinvolgono anche un momento particolare della vita della donna, ossia la gravidanza.

Acido folico in gravidanza

Il burro di arachidi è consigliato non solo a chi vuole prendersi cura della propria pelle e tenere sotto controllo la salute del cuore, ma anche alle donne in gravidanza, che possono così assumere acido folico e contribuire così allo sviluppo sano del feto, soprattutto nei primissimi mesi di gestazione, quando l’alimentazione materna influenza in maniera profonda la formazione del nascituro.

Burro di arachidi

Costituisce infine una validissima fonte di proteine per i vegani. Sapevate che due cucchiai di burro di arachidi contengono circa il 10% della quantità giornaliera di proteine? Se avete intenzione di abbracciare un regime alimentare vegano o vegetariano questa è una delle tante soluzioni per sostituire le proteine provenienti dalla carne o dalle uova.

Concludo ricordando che l’assunzione del burro di arachidi consente anche di migliorare l’apporto di fibre e, di conseguenza, di tenere sotto controllo peso e regolarità intestinale.

In uno degli ingredienti più classici delle merende ci sono così tante sostanze benefiche per la salute che è quasi sorprendente elencarle tutte, non trovate? Se volete cimentarvi nella preparazione casalinga del burro di arachidi – trovarlo al naturale al supermercato non è sempre facilissimo – ecco qui la ricetta! Come potete vedere è molto semplice e alla portata anche dei meno esperti!

Ed ecco la ricetta del burro di arachidi

Ingredienti per 4/6 persone

  • 230 gr. di arachidi (al netto dei gusci)
  • 5/6 cucchiai di olio di arachidi
  • q.b. sale
  • Preparazione

    Preriscaldate il forno a 160 gradi. Sterilizzate i vasetti di vetro facendoli bollire, con i coperchi e le guarnizioni, prima in acqua per almeno 10 minuti e poi facendoli asciugare in forno caldo a 180° per circa 10 minuti.

    Quando il forno è in temperatura fate tostare le arachidi stendendole su di una teglia rivestita da carta forno per una diecina di minuti. Spegnete e lasciate raffreddare

    Inseritele nel bicchiere del frullatore con un pizzico di sale e azionate a intermittenza aggiungendo l’olio a filo. Frullate fino ad ottenere una crema liscia e omogenea.

    Travasate nei vasetti e chiudeteli ermeticamente, Si conserva nel figorifero per circa una settimana

    Nota per celiaci o sensibili al glutine

    Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

    Nota per gli intolleranti al lattosio

    Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *