bg header
logo_print

Pastinaca al forno, un contorno gustoso e salutare

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Pastinaca al forno
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette a basso contenuto di nichel
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 15 min
cottura
Cottura: 20 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (7 Recensioni)

Pastinaca al forno, un contorno salutare

La pastinaca al forno è il tipico contorno che, con una manciata di ingredienti, è in grado di regalare un’esperienza gastronomica di rilievo. Questo contorno spicca per il sapore composito, a tratti complesso e apprezzabile da tutti. Il merito di ciò va ad una selezione di ingredienti che non lascia nulla al caso, premiando sia le note sapide che quelle dolci, sia gli aromi intensi che quelli delicati.

Nonostante questa complessità, il procedimento è alla portata anche dei meno esperti. Infatti, basta tagliare la pastinaca a tocchetti e cuocerla al forno con il burro fuso e il sidro di mele. La pastinaca al forno può accompagnare secondi di carne e di pesce, ma può fungere anche da piatto a sé stante, soprattutto per chi è alla ricerca di una cena leggera.

Ricetta pastinaca al forno

Preparazione pastinaca al forno

  • Preriscaldate il forno a 175° . Mondate le pastinaca  dalle radici e dalle foglie e lavate accuratamente.
  • Pelate e tagliatele a pezzettoni,  oppure se vi piacciono di più fatele a julienne, tipo patatine fritte.
  • Distribuitele in una teglia , versatevi sopra il burro fuso e un bicchiere di sidro. Devono essere immerse nel sidro.
  • Salate, pepate e cospargete con le le erbe aromatiche. Mio marito aggiunge anche una grattatina di noce moscata.
  • Coprite la teglia e infornate per circa 1 oretta. Ogni tanto date una mescolata.

Ingredienti pastinaca al forno

  • 700 gr. di pastinaca
  • 60 gr. di burro chiarificato
  • 1 bicchiere di sidro di mele
  • timo e rosmarino tritato
  • un pizzico di sale e di pepe.

La pastinaca, un alimento da rivalutare

Il protagonista della pastinaca al forno è ovviamente la pastinaca, una radice dell’omonima pianta caduta in disuso. Proprio per questo ho pensato di recuperarla, donando un sapore particolare alla preparazione, che ricorda ora le carote e ora i tuberi.

La pastinaca è anche versatile in quanto si presta a numerosi metodi di cottura: è ottima al forno, fritta, lessa, passata in padella e frullata. In quest’ultimo caso da vita ad interessanti vellutate dalla texture gradevole e dal sapore intenso.

Ma la pastinaca è anche un alimento salutare, infatti abbonda di vitamina A (fondamentale per la vista e per la pelle) e di vitamina C, utile per il sistema immunitario. Per quanto concerne i sali minerali, si apprezzano quantità ingenti di potassio, calcio e magnesio. L’apporto calorico, infine, è pari a 75 kcal per 100 grammi, un valore alto se confrontato con quello degli altri alimenti di origine vegetale, ma basso in senso assoluto.

Pastinaca al forno

Perché utilizzare il burro chiarificato?

Tra gli ingredienti più importanti di questa ricetta spicca il burro, che interviene prima della fase di cottura, quando viene posto sulla pastinaca insieme al sidro di mele. Lo scopo del burro è di favorire la cottura e allo stesso tempo insaporire. A tal proposito vi consiglio di utilizzare solo il burro chiarificato. Questo particolare tipo di burro, infatti, è privo di caseine e quindi in grado di resistere meglio alle elevate temperature. Inoltre, ha un sapore più delicato che valorizza gli altri ingredienti anziché coprirli.

Il burro chiarificato è privo di lattosio, quindi indicato a chi soffre di intolleranza al lattosio. Certo, il burro normale non abbonda in lattosio, ma la differenza si fa sentire. L’unico vero difetto del burro chiarificato è l’apporto calorico, che si avvicina a quello dell’olio. Va detto, però, che in genere si utilizzano dosi davvero minime.

A cosa serve il sidro di mele?

Tra gli ingredienti più “strani” della pastinaca al forno spicca il sidro di mele. Si tratta di una bevanda ottenuta dalla fermentazione delle mele con un procedimento che ricorda quello del vino.

In occasione di questa ricetta, il sidro di mele viene utilizzato per condire la pastinaca prima che vada incontro a cottura. Il sidro aggiunge una nota dolce, che si abbina al meglio con quella delicata della radice. Tuttavia, la resa può cambiare in base alla varietà delle mele impiegate e alla durata della fermentazione, infatti può assumere caratteri più aciduli ma molto rinfrescanti.

Il sidro di mele interagisce al meglio con i secondi di carne, specie se di suino o di pollo. Inoltre, gioca un ruolo importante in cucina in quanto può essere impiegato come ingrediente per salse sapide o per preparazioni dolci. Non di rado viene chiamato in causa per marinare le carni, ma dà il meglio di sé come bibita da aperitivo o come sostituto della birra e del vino. In questa veste viene consumato spesso nei pub anglosassoni.

Come aromatizzare la pastinaca al forno?

La pastinaca al forno viene valorizzata da alcune erbe aromatiche, che intervengono prima della cottura. Nello specifico, vengono aggiunte dopo che la pastinaca è stata ammorbidita dal sidro e dal burro. Di quali erbe sto parlando? Di base basterebbe un po’ di rosmarino tritato, che conferisce un tocco aromatico e amarognolo, tuttavia potete inserire anche la noce moscata, che aggiunte sentori pungenti. Fatte attenzione però a non abbondare, in quanto dosi elevate di noce moscata esercitano un effetto vagamente allucinogeno.

Tanto il rosmarino quanto la noce moscata spiccano anche per le proprietà nutrizionale. Al consueto bagaglio di vitamine e sali minerali aggiungono un carico notevole di antiossidanti, sostanze che rendono meno probabile la comparsa del cancro e rallentano l’invecchiamento cellulare.

Una ricetta anti-celiachia

La pastinaca al forno è pienamente compatibile con chi soffre di celiachia o sensibilità al glutine, infatti nessuno degli ingredienti che la compongono contiene questa sostanza. Questo risultato è raggiunto escludendo del tutto i cereali, senza usare farine particolari.

Non è un dettaglio di poco conto se si considera quanto sia ormai ampia l’incidenza della celiachia sulla popolazione. Si tratta di una patologia fastidiosa, che impone un cambiamento radicale della propria dieta. Tuttavia, se viene gestita nel modo corretto può trasformarsi in un’occasione di scoperta di nuovi ingredienti e nuove esperienze in cucina. Cucinare per celiaci vuol dire cucinare bene, spaziando tra soluzioni interessanti in grado di ispirare vere e proprie esperienze gastronomiche.

Ricette pastinaca ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (7 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Insalata di pane zichi

Insalata di pane zichi, una tipica ricetta sarda...

Cosa sapere sullo zichi Il protagonista di questa insalata è ovviamente il pane zichi, anche noto come “su zichi” (dove per “su” si intende l’articolo “il/lo”). Lo zichi è un...

Carciofi alla giudia

Carciofi alla giudia, un piatto della tradizione romana

Origini e curiosità dei carciofi alla giudia I carciofi alla giudia sono uno dei piatti più famosi e prelibati della cucina romana. La loro origine risale al XVI secolo, quando la comunità...

Insalata di quinoa natalizia

Insalata di quinoa natalizia, un’idea esotica per il...

Melograno e quinoa, un abbinamento che non ti aspetti Lo avrete già capito, i protagonisti di questa ricetta sono il melograno e la quinoa. Due ingredienti che raramente si trovano insieme, eppure...