bg header
logo_print

Sformato di zucca con gelato al Parmigiano, un piatto unico

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Sformato di zucca
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (2 Recensioni)

Sformato di zucca con gelato al Parmigiano, un antipasto adatto a tutti

Oggi sformato di zucca (o flan di zucca) con gelato al parmigiano. Un antipasto che adoro! Per gli intolleranti al lattosio è sufficiente utilizzare panna e latte senza lattosio per poterlo gustare senza problemi.

Per gli intolleranti al glutine è altrettanto semplice: basta sostituire il pangrattato con della farina di mais, del pangrattato di riso o di mais, o frullare al mixer il pane che utilizzano abitualmente.

Ricetta Sformato di zucca

Preparazione Sformato di zucca

Per la crema di zucca far rosolare in poco olio la cipolla tritata finemente, aggiungere un goccio d’acqua e lasciare imbiondire per 15 minuti.

Aggiungere la salvia e il rosmarino legandoli con dello spago da cucina in modo che il rosmarino non perda gli aghi. Aggiungere la polpa di zucca tagliata a pezzi abbastanza piccoli ( 2 cm di lato ), lasciare insaporire, quindi aggiungere mezzo mestolo d’acqua calda, coprire.

Poi lasciare ammorbidire la polpa di zucca per 10-15′, poi togliere il coperchio, salare e proseguire la cottura finchè la zucca sarà morbida.Eliminare le erbe, frullare e aggiustare di sale

Per gli sformati preriscaldare il forno a 175°. Aggiungere alla crema di zucca le uova ( una alla volta ), la panna, il Parmigiano grattugiato, sale e pepe.Ungere gli stampini monoporzione con del burro morbido e cospargerli di pangrattato, quindi versarvi il composto fino a 2/3 dell’altezza.

Mettere gli stampini un una teglia capiente, versare dell’acqua nella teglia ( per la cottura a bagnomaria ) e infornare a 175° per circa 45′: devono risultare sodi e dorati in superficie. Togliere gli stampini dal bagnomaria e lasciare intiepidire leggermente prima di sformare.

Per il gelato al Parmigiano Reggiano scaldare a bagno maria la panna e il latte. Insaporire con pochissimo sale e del pepe nero macinato al momento.

Aggiungere il Parmigiano Reggiano grattugiato, mescolare con una frusta finchè il formaggio sarà ben sciolto e la crema inizierà ad addensarsi ( 10′ circa ). Lasciare raffreddare con della pellicola a contatto ( prima a temperatura ambiente, poi in frigorifero ).

Mantecare nella gelatiera per 10-15′ ( se non avete la gelatiera potete mettere il composto in freezer per circa mezz’ora, mescolando bene ogni 5′ circa )

Adagiare sopra ogni tortino una quenelle di gelato. Decorare con dei semi di zucca tostati e salati. Aggiungere qualche goccia di aceto balsamico, una macinata di pepe nero e della curcuma fresca grattugiata ( attenzione alle mani … macchia !!! )

Ingredienti sformatini di zucca

  • mezza cipolla,
  • 250 gr. di zucca,
  • 6-7 foglie di salvia,
  • 1 rametto di rosmarino,
  • 3 uova,
  • 40 ml. di panna fresca,
  • 40 gr. di Parmigiano Reggiano,
  • 1 radice di curcuma fresca,
  • pangrattato,
  • burro,
  • q. b. di sale e pepe nero,
  • olio extravergine d’oliva,

Per il gelato al Parmigiano

  • 250 ml. di panna fresca,
  • 50 ml. di latte intero fresco,
  • 140 gr. di Parmigiano Reggiano,
  • q. b. di pepe nero e sale.

Sformato di zucca con gelato al Parmigiano, un delizioso antipasto tra dolce e salato

Oggi cuciniamo lo sformato di zucca con gelato al Parmigiano, un antipasto capace di esprimere gusto, eleganza e creatività. La ricetta reca la firma di Arianna Rogina, che l’ha pensata per il contest “Le intolleranze? Le cuciniamo”. Ho indetto questo contest per dimostrare quale sia la miglior risorsa per gestire le intolleranze alimentari, ossia la buona cucina. Lo sformato di zucca con gelato al Parmigiano, insieme agli altri piatti in gara, ne è la testimonianza.

Tornando alla ricetta, essa consiste in una purea di zucca ed erbe, arricchita con alcuni latticini, come panna e Parmigiano. Quest’ultimo interviene anche nella fase successiva, quando dà vita a una specie di gelato al latte dal sapore delicato, un po’ dolce e un po’ salato.

Lo sformato di zucca con gelato al Parmigiano è perfetto per aprire i menù più sontuosi e particolari. Questo antipasto gioca sul filo della creatività e dell’eleganza, ma si fa apprezzare soprattutto sul gusto.

Quale zucca utilizzare per questo sformato?

La ricetta dello sformato di zucca con gelato al Parmigiano non è molto complicata. La condizione necessaria per ottenere un risultato apprezzabile è di scegliere bene gli ingredienti. A tal proposito fate attenzione soprattutto alla zucca.

In questo caso dovreste optare per una varietà morbida, poco fibrosa e allo stesso tempo molto saporita. La zucca va poi cotta insieme alle cipolle e alle erbe, e infine va frullata per bene. Arianna non fornisce indicazioni sulla varietà da scegliere, ma è bene fare una panoramica sulle principali varietà di zucca in commercio.

Delica. Si presenta con una forma tonda, una polpa morbida e poco filamentosa. Ha un sapore dolce ed è perfetta per le puree e, in generale, per essere frullata.

Moscata. Alcuni la definiscono “zucca di Cenerentola” visto il suo aspetto costoluto. Il sapore è intenso e richiama alla nocciola, mentre la polpa è molto morbida.

Mantovana. E’ una delle zucche più buone in assoluto. Il sapore è equilibrato, leggermente dolce e davvero unico. Inoltre, la polpa è uniforme e morbida.

Meglio il Parmigiano molto stagionato o poco stagionato?

Il Parmigiano figura tra i protagonisti di questo sformato di zucca, d’altronde interviene sia nella fase di impasto che nella preparazione della guarnizione. Ma quale Parmigiano utilizzare? D’altronde esistono tanti tipi diversi di Parmigiano, che si differenziano per la loro stagionatura.

Anche in questo caso, Arianna lascia ampia libertà in merito. Io tuttavia consiglio un Parmigiano ben stagionato, ma senza esagerare. Il Parmigiano deve essere abbastanza duro da poter essere grattugiato facilmente e consentire una buona amalgamato, ma non così duro da proporre un sapore pungente.

A prescindere dalla stagionatura, il Parmigiano si fa apprezzare per l’apporto proteico, che ha pochi in cucina (se si escludono il baccalà e alcune carni trattate). Stesso discorso per la vitamina D (che fa bene al sistema immunitario) e per il calcio, che giova alle ossa e ai denti.

Gli unici difetti del Parmigiano sono l’abbondanza di sodio e l’apporto calorico, spesso superiore alle 400 kcal per 100 grammi. In ragione di ciò va consumato con moderazione.

Quali aromi usare per questo sformato di zucca?

Tra i punti di forza di questo sformato di zucca spicca lo spessore aromatico, garantito da alcune spezie. Esse vengono inserite nella prima fase della ricetta, ossia prima ancora di cuocere la zucca. Le spezie usate sono la salvia e il rosmarino.

Il primo aggiunge un tocco aromatico, mentre il rosmarino conferisce una nota amarognola. La lista degli ingredienti comprende anche la curcuma e i semi di zucca, che vengono aggiunti alla fine, a mo’ di decorazione finale.

Tutti questi ingredienti aumentano anche lo spessore nutrizionale, d’altronde le spezie sono benefiche nella maggior parte dei casi, se vengono consumate con moderazione. Oltre al consueto carico di vitamine e sali minerali, nelle spezie si segnalano tanti antiossidanti. Questi ultimi aiutano a combattere il cancro, rallentano l’invecchiamento e regolarizzano i processi di rigenerazione cellulare.

Come preparare il gelato al Parmigiano?

Il vero tocco di creatività di questo sformato di zucca è garantito dal gelato al Parmigiano. E’ un composto particolare tra il dolce e il salato. Il procedimento è diverso dal solito, ma niente affatto complicato. Infatti, basta scaldare a bagnomaria la panna e il latte.

Poi si aggiunge un pizzico di sale e di pepe nero, infine si integra il Parmigiano e si mescola con una frusta. La fase di mescolamento è importante, in quanto consente di ottenere una crema molto uniforme.

Giunti a questo punto non rimane che far raffreddare il composto e porlo nella gelatiera per un quarto d’ora. In alternativa è possibile utilizzare il freezer, ma ricordatevi di rompere i cristalli di ghiaccio e mescolare ogni cinque minuti.

Contest – Le intolleranze? Le cuciniamo

Ricetta di Arianna Rogina

Ricette con zucca ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Rotolini di piadina con nutella e banana

Rotolini di piadina con nutella e banana, ottimi...

Le numerose varianti dei rotolini di piadina ripieni La nutella è tra gli ingredienti protagonisti di questi rotolini di piadina. E’ una soluzione facile per ottenere un ripieno gustoso e...

Barfi di anacardi

Barfi di anacardi, una variante del celebre dolce...

Barfi di anacardi, una delizia da gustare I barfi di anacardi sono più buoni dei barfi classici, in quanto sono più ricchi di sapore. Gli anacardi sono infatti tra la frutta a guscio più...

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...