Gelato Festival: da autrice di “Intolleranza Fottiti” a giudice

La mia doppia veste nella kermesse milanese di Gelato Festival

L’estate a piccoli passi si avvicina e si fa annunciare da manifestazioni che si rinnovano di anno in anno con grande successo. Una di queste è Gelato Festival, una kermesse itinerante che ha girato l’Europa e che lo scorso 2 giugno è approdato a Milano nella suggestiva location di Piazza Castello, ormai vero e proprio cantiere creativo di eventi per tutti i gusti.

L’edizione di Gelato Festival conclusa da pochi giorni mi ha visto all’opera in due vesti. Quali di preciso? Durante l’edizione milanese della kermesse ho avuto modo di indossare sia i panni di giudice, sia quelli di autrice del libro Intolleranza Fottiti, presentato domenica scorsa.

Gelato Festival: i migliori maestri all’opera

Partecipare come giudice a Gelato Festival ha voluto dire prima di tutto toccare con mano il talento dei maestri gelatieri italiani, considerati i migliori del mondo.

Una particolarità del processo di selezione riguarda il fatto che i nomi dei partecipanti e le ricette sono rimasti segreti fino all’ultimo, il che ha rappresentato, posso assicurare, un fattore sorpresa ancora più interessante per noi giudici, che abbiamo dovuto esaminare i concorrenti di due turni, con i primi classificati di ciascuno che concorreranno alla finale europea che andrà in scena a Firenze nel mese di settembre.

Gelato gastronomico, vegan e intolleranze alimentari: la straordinaria ricchezza dell’edizione milanese di Gelato Festival

Parlare dell’edizione milanese di Gelato Festival in maniera completa vorrebbe dire davvero scrivere pagine e pagine. Durante i giorni della kermesse è stato infatti possibile festeggiare il compleanno del gelato al cookies, uno straordinario omaggio al celeberrimo biscotto americano, ma anche parlare di gelato vegan, di gelato gastronomico (avete mai provato il gusto senape?) e di gelato sushi.

In tutto questo è stato dato spazio alle intolleranze alimentari, tema del quale ho avuto modo di parlare nel corso della presentazione di Intolleranza Fottiti, il mio ultimo libro, che è stato al centro di una piacevole chiacchierata domenica scorsa alle 16:30.

Con questo volume ho scelto di raccontare quello che è stato il mio percorso di approccio e di scoperta del mondo delle intolleranze, che mi ha messo davanti alla necessità di cambiare vita e di incontrare un nuovo modo di concepire la cucina che, posso assicurare, non ha nulla di noioso o di poco gustoso!

Dopotutto non è un caso se da anni mi impegno ogni giorno per ricordare quanto possa essere sano e sì, anche divertente!

 

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *