logo_print

Bottoni di patate, modo simpatico per fare gli gnocchi

bottoni di patate
Stampa

Oggi prepariamo i Bottoni di patate!!! Ecco una ricetta originale a base di patate. Spesso trascurate e un po’ date per scontate, le patate non possono mai mancare nelle cucine di tutto il mondo. Probabilmente, le userete a occhi chiusi e, forse, vi siete dimenticati, quali sono le loro caratteristiche principali; rimediamo subito.

Sono tuberi commestibili, determinanti per l’approvvigionamento mondiale di cibo. È, infatti, la quarta coltivazione alimentare, dopo il mais, il grano e il riso. La quasi totalità delle patate attualmente coltivate del mondo ha avuto origine nelle pianure del centro-sud del Cile.

Quanti tipi ne conoscete? Beh, ve lo dico io, pochi, visto che ne esistono più di 5000 varietà. Le specie coltivata più nel mondo, però, è la Solanum tuberosum.

Ogni varietà ha particolari caratteristiche che riguardano l’agricoltura e l’uso in cucina. In generale, le varietà sono suddivise in alcuni gruppi principali, come ad esempio: patate a buccia rossa e pasta gialla, patate a pasta bianca e gialla, patate novelle. Queste sono le più comuni in commercio in Italia.

Un’informazione interessante è che hanno contributo alla crescita della popolazione europea. L’introduzione della coltivazione delle patate in Europa è stata responsabile dell’aumento di un quarto della popolazione presente tra il 1700 e il 1900.

Merito probabilmente del ricco profilo nutrizionale. Contengono vitamine e minerali e un ricco assortimento di fitochimici, come carotenoidi e fenoli naturali. Tra i minerali, le patate possono vantare potassio, magnesio, fosforo, ferro e zinco; mentre le vitamine presenti sono vitamina C, vitamina B6, tiamina, riboflavina, acido folico e niacina.

Tuttavia gli viene riconosciuta come caratteristica fondamentale la grande quantità di carboidrati contenuti (circa 26 grammi in una patata media), di cui la maggior parte sono sottoforma di amido.

Bottoni di patate, un modo simpatico per fare gli gnocchi

Attenzione al metodo di conservazione e cottura utilizzato che può influenzare significativamente la disponibilità di nutrienti della patata. Non lasciatele troppo in dispensa!

Ingredienti per 4 persone

  • 500 gr patate
  • 200 gr farina dietoterapeutica per pasta senza glutine
  • 1 pizzico sale

Preparazione

Fare bollire le patate con la buccia in abbondante acqua salata, poi scolarle e raffreddarle completamente.
Pelarle e schiacciarle con l’apposito attrezzo.

Metterle su un tagliere di legno dedicato, unire la farina ed il sale ed impastare energicamente.
Stendere l’impasto con un mattarello dedicato fino ad arrivare allo spessore di ½ cm.
Con un coppapasta ricavare dei cerchi dello spessore di 3 cm, e con l’aiuto di uno stuzzicadenti praticargli i 4 fori che i bottoni hanno per essere applicati e cuciti. Tenerli a disposizione.


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


25-04-2015
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti