Cicoria al pomodoro: un contorno gustoso

Tempo di preparazione:

La verdura andrebbe mangiata in abbondanza tutti i giorni, ma spesso viene portata a tavola semplicemente lessa e condita con un po’ di olio a crudo. A volte basta davvero poco per rendere un piatto semplice e poco saporito, molto più appetitoso. In questo caso le semplici cicorie bollite sono insaporite in padella con dei pomodori freschi che danno al piatto una nota acida stuzzicante. Al posto delle cicorie possiamo usare qualsiasi tipo di verdura in foglia. E’ un piatto adatto agli intolleranti al lattosio e al glutine.

Alla scoperta dei benefici della cicoria

Prima di mettersi alla prova con la preparazione della cicoria al pomodoro è il caso di passare in rassegna le proprietà dell’ingrediente principale di questo piatto, perfetto per gli intolleranti al lattosio e per i celiaci. Quando si parla della cicoria è necessario prendere in considerazione i benefici delle sue radici, caratterizzate dal contenuto di sostanze sia zuccherine sia amare.

La cicoria, inoltre, è contraddistinta dalla presenza di sali minerali importanti come potassio, calcio e ferro. Il primo è decisivo per l’efficienza della circolazione ematica. La cicoria, come molte altre erbe alimentari, è nota per la sua efficacia depurativa. La parte più benefica da questo punto di vista è la radice, che fa molto bene anche all’efficienza del fegato e dei reni.

I valori nutrizionali della cicoria

Un altro aspetto che vale la pena approfondire prima di cominciare a preparare la cicoria al pomodoro riguarda i valori nutrizionali di questa verdura. In linea di massima si può dire che la cicoria sia caratterizzata da un apporto energetico pari a circa 23 calorie per 100 grammi.

Per quanto riguarda le sostanze nutritive specifiche è possibile ricordare, sempre considerando il riferimento dei 100 grammi,  circa l’1% di proteine. Nella cicoria prevalgono infatti i carboidrati, solo alcuni dei quali sono però classificabili come zuccheri.

L’utilizzo in ambito alimentare della cicoria è davvero molto ampio. Da ricordare a tal proposito è che la presenza dell’acido caffeico nelle radici, nel corso del tempo, ha portato al ricorso alla pianta nella preparazione di diverse bevande in mancanza dei chicchi.

Le prime testimonianze relative all’utilizzo della cicoria come ingrediente per bevande sostitutive del caffè risalgono addirittura al XVII secolo. Per quanto riguarda l’uso culinario effettivo, al centro dell’attenzione più che le radici della cicoria ci sono le sue foglie, che vengono consumate sia crude sia cotte. Il consiglio per gustarle al meglio è quello di raccoglierle prima della fioritura. Dopo la comparsa dei fiori, infatti, rischiano di seccarsi.

Adesso non resta che mettersi alla prova con questa ricetta, tanto semplice quanto sana! Non ve ne pentirete, in quanto vi aiuterà a portare in tavola qualcosa di buono quando avete poco tempo per stare ai fornelli!

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 kg di cicoria di campo
  • 10 pomodorini ciliegia
  • q.b. olio extravergine d’oliva
  • q.b. peperoncino (facoltativo)

Preparazione:

Mondate e lavate bene la cicoria in acqua fresca. Lessate la cicoria in abbondante acqua salata e, quando è cotta, scolatela molto bene.

Lavate i pomodori ciliegia e tagliateli in 4 spicchi. Mettete in una padella la cicoria e gli spicchi di pomodoro. Aggiungete il peperoncino, se gradito, e fate saltare per un paio di minuti, i pomodori devono giusto ammorbidirsi un po’, ma rimanere croccanti.

Servire condendo ogni piatto con un filo d’olio.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *