bg header
logo_print

Gnocchi di zucca con fonduta di gorgonzola, un primo unico

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

gnocchi di zucca con fonduta di gorgonzola
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 30 min
cottura
Cottura: 10 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (2 Recensioni)

Gnocchi di zucca con fonduta di gorgonzola e noci, un primo abbondante

Gli gnocchi di zucca con fonduta di gorgonzola e noci si inseriscono nel solco dei primi all’italiana ma non mancano di proporre soluzioni innovative. Il piatto, infatti, si basa su una fonduta creativa a metà strada tra la salsa al formaggio e la besciamella. Anche l’impasto degli gnocchi è diverso dal solito in quanto è formato dalla polpa di zucca e non conta sul contributo delle patate.

Vi consiglio di preparare gli gnocchi di zucca con fonduta di gorgonzola e noci per le grandi occasioni, ossia quando volete stupire gli invitati con un primo ricco, gustoso e cremoso. D’altronde questo primo piatto propone sentori complessi ma apprezzabili da chiunque, riuscendo a coniugare un carattere rustico con alcuni richiami gourmet. Al netto di ciò, la ricetta è molto semplice e alla portata di tutti.

Ricetta gnocchi di zucca con fonduta di gorgonzola

Preparazione gnocchi di zucca con fonduta di gorgonzola

  • Pulite la zucca privandola dei filamenti, dei semi e della scorza, tagliatela a fette e mettetela sulla placca del forno rivestita dall’apposita carta.
  • Poi copritela con un altro foglio di carta forno e mettetela  a cuocere in forno già caldo a 180° fino a quando è ben cotta.
  • Sfornatela lasciatela intiepidire e con i rebbi di una forchetta sminuzzarla il più finemente.
  • Sulla spianatoia leggermente infarinata, impastate la purea di zucca, aggiungete l’uovo, la noce moscata e poca farina per volta, tanta quanta ne serve, ma senza esagerare,  fino  ottenere un impasto morbido e liscio ma non troppo lavorato.
  • Dividete l’impasto a pezzi, con le mani  formate dei cilindretti grossi come un dito che tagliarete a pezzetti di circa due cm. che passerete, sul dorso di una forchetta schiacciandoli leggermente per far loro assumere la caratteristica forma rigata.
  • Mano mano che li preparate, disponeteli sull’asse di legno infarinata e copriteli con un canovaccio.
  • Intanto mettete a bollire l’acqua per cuocere gli gnocchi preparate  la fonduta versando il latte, la farina e il burro in un pentolino e fate bollire, mescolando continuamente per evitare la formazione di grumi.
  • Appena la fonduta diventerà corposa, toglietela dal fuoco, unite il gorgonzola tagliato a dadini , frullate il tutto e mettete il composto in una casseruola.
  • Quando  l’acqua bolle, aggiungete il sale e tuffateci gli gnocchi.
  • Quando torneranno a galla scolateli con l’aiuto di una schiumaiola e mettetele nella casseruola con la fonduta di gorgonzola.
  • Mantecate per bene, aggiungete le noci grossolanamente tritate e serviteli ben caldi.

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 gr di polpa di zucca,
  • farina di riso,
  • 1 uovo,
  • noce moscata,
  • sale.

Per la fonduta:

  • 250 cl. di latte intero consentito,
  • 20 gr. di farina di riso,
  • 15  gr. di burro chiarificato,
  • 150 gr. di gorgonzola dop,
  • 8 gherigli di noce.

Un focus sulla zucca

Gli gnocchi di zucca con fonduta di gorgonzola si basano su uno degli ortaggi più utilizzati in cucina. La zucca viene affettata e cotta al forno fino a quando non si è ben ammorbidita, infine viene trasformata in purea. Poi viene integrata con la farina, con un po’ di noce moscata e uovo, dando vita a un impasto omogeneo e malleabile. L’impasto va poi manipolato per formare prima dei cilindretti e poi dei veri e propri gnocchi, da incidere con i rebbi della forchetta. Per quanto concerne la cottura, bastano pochi minuti in acqua bollente salata.

La presenza della zucca (in sostituzione delle classiche patate) rende gli gnocchi più leggeri ma anche più genuini, d’altronde il celebre ortaggio regala molte soddisfazioni dal punto di vista nutrizionale. La zucca è poco calorica ed è ricca di vitamina C e di vitamina A, nonché di betacarotene. Questa sostanza determina il colore arancione e funge da ottimo antiossidante.

Come preparare la fonduta?

Tra i punti di forza di questi gnocchi di zucca con fonduta di gorgonzola spicca il condimento, che può essere definito a tutti gli effetti una “fonduta”. Il condimento vanta il contributo del gorgonzola, che si integra alla perfezione con gli altri ingredienti.

Come si prepara la fonduta? Niente di più semplice. Si mettono a cuocere in un pentolino la farina, il burro e il latte (rigorosamente intero). Poi si mescola per bene e si attende l’addensamento. A questo punto si spegne il fuoco e si integra il formaggio fatto a dadini. Poi si frulla il tutto con il minipimer e si trasferisce il composto in una pentola. In tal modo basterà aggiungere gli gnocchi per amalgamare il tutto.

Una guarnizione classica per gli gnocchi di zucca con fonduta di gorgonzola

La ricetta degli gnocchi di zucca con fonduta di gorgonzola si conclude con le noci. Le noci vanno tagliate a pezzettini (quasi tritate) e aggiunte agli gnocchi ormai ben conditi. Dunque le noci fungono da guarnizione, un po’ come accade con il Parmigiano grattugiato. In questo modo si aumenta lo spessore organolettico del piatto, aggiungendo un tocco rustico. Inoltre, la texture risulta più variegata, più suggestiva e croccante.

Non bisogna dimenticare, però, che le noci sono anche salutari. Certo, sono molto caloriche (600 kcal per 100 grammi) ma ciò è dovuto alla presenza di acidi grassi “buoni”, che impattano in modo positivo sulla salute del cuore e della circolazione, oltre ad abbassare il colesterolo cattivo. Per il resto sono ricchi di vitamina E, magnesio e fosforo, delle sostanze nutritive che giovano all’organismo in varia misura e in modi diversi.

Una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari?

A questo punto è lecito chiedersi se questi gnocchi di zucca con fonduta di gorgonzola siano o no compatibili con le intolleranze alimentari. Ovviamente occorre fare distinzione tra patologie e sensibilità. Per quanto concerne la celiachia non vi è alcun problema, infatti la zucca non contiene glutine e la farina utilizzata è quella di riso. Non si tratta di un ripiego, ma di una necessità in quanto la farina di riso è abbastanza leggera da non coprire la zucca.

Semaforo verde anche per gli intolleranti al lattosio se si opta per il latte delattosato. In questo caso non si rilevano cambiamenti sul sapore, visto che il latte delattosato è quasi indistinguibile da quello standard.

Discorso diverso per gli intolleranti e gli allergici al nichel, in quanto la zucca contiene una dose non irrilevante di questo allergene. Per ovviare a questo problema alcuni produttori stanno puntando sulla coltura idroponica in modo da escludere il nichel dal processo produttivo, ma per ora non si segnalano zucche nichel-free (la produzione si concentra più che altro sul pomodoro e sul basilico).

FAQ sugli gnocchi di zucca con fonduta di gorgonzola

Quanti grammi di gnocchi occorrono a testa?

Gli gnocchi vanno considerati alla stregua della pasta fresca, dunque una porzione media viaggia sui 120 grammi.

Quante calorie ha un piatto di gnocchi di zucca?

Ovviamente dipende dai condimenti e dall’impasto degli gnocchi stessi. La ricetta che vi presento oggi viaggia sulle 400 kcal, quindi è mediamente abbondante.

Quale farina usare per gli gnocchi di zucca?

Di base va bene qualsiasi farina, tuttavia vi consiglio di utilizzare quella di riso in quanto è senza glutine ed è molto leggera.

Ricette di gnocchi ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Spaghetti con asparagi e totani

Spaghetti con asparagi e totani, un primo tra...

Cosa sapere sugli asparagi viola I protagonisti di questa ricetta, nonché gli ingredienti che la valorizzano maggiormente, sono gli asparagi viola. Rispetto agli asparagi classici non si...

Gazpacho di pesche (

Gazpacho di pesche, una ricetta dolce e aromatica

Quale pesche utilizzare per questo gazpacho? Per questo particolare gazpacho di pesche vi consiglio di utilizzare le pesche gialle. Sono le pesche più dolci, e quindi in grado di spiccare in mezzo...

Curry di makhane

Curry di makhane, dall’India un piatto speziato e...

Cosa sono i makhane? Giunti a questo vale la pena svelare cosa siano i makhane, i protagonisti di questo suggestivo curry. I makhane non sono altro che le noci del loto, che si caratterizzano per il...