In tavola con la vivace salsa messicana

Tempo di preparazione:

Salsa messicana, un condimento ricco di nutrimento

La salsa messicana è rinomata per il suo gusto speziato e vivace, ma non tutti sanno che i suoi ingredienti sono ricchi di sostanze benefiche per l’organismo. Ottime notizie, dunque: da oggi avete un motivo in più per mangiare piccante… senza esagerare ovviamente!

Gli ingredienti principali sono i peperoncini verdi piccanti, i pomodori, la cipolla, i semi di coriandolo, il succo di limone e l’olio extravergine di oliva. Una ricetta semplice e sana, nonché tanti alimenti facili da portare in cucina. Andiamo a scoprire i valori nutrizionali della salsa messicana.

Gli ingredienti da non sottovalutare

I peperoncini verdi piccanti sono ricchi di capsaicina, una sostanza dalle riconosciute proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e antitumorali. La capsaicina interagisce positivamente con l’olio extra vergine d’oliva, un grasso buono ricco a sua volta di vitamina E. Quando la salsa viene consumata calda la capsaicina, responsabile inoltre del sapore piccante, libera più facilmente i suoi composti bioattivi aumentando la disponibilità per l’organismo.

Questi protagonisti indiscussi della ricetta della salsa messicana, sono conosciuti per le loro preziose capacità fin dai tempi più remoti. Il popolo messicano coltivava i peperoncini verdi già nel 5000 a.C. circa. Fu Cristoforo Colombo a importarlo in Europa, durante il viaggio di ritorno del 1493. Ma di certo non possiamo sottovalutare i pomodori e il coriandolo.

salsa messicana

I pomodori rossi hanno poche calorie e un elevato contenuto di licopene, potente antiossidante. Sono ricchi di potassio, fosforo, vitamine C e K, folati, luteina e zeaxantina, elementi utili a combattere la ritenzione idrica, proteggere la vista e favorire la digestione. Il coriandolo, in semi o in rametto, è noto per le proprietà terapeutiche digestive. Contiene linaolo e borneolo, che aiutano l’eliminazione dei gas intestinali e prevengono il senso di nausea.

La personalizzazione della salsa messicana

Questa salsa è piacevolmente fresca, ed è piccantina al punto giusto. È un tipico condimento messicano che accompagna vari tipi di piatti e si può variare con un tocco di fantasia in molti modi. L’importante è che la base resti di pomodoro e peperoncini.

Potrete anche calcare la mano non eliminando tutti i semi del peperoncino oppure aggiungendo uno spruzzo di Tabasco! Se invece volete dare un tocco nostrano alla salsa messicana, potete aggiungere un cucchiaio di pesto. Una mia amica invece aggiunge un cucchiaio di capperi tritati.

Ingredienti:

  • 2 peperoncini verdi piccanti
  • 3 pomodori maturi e sodi
  • 1 cipolla
  • 1 rametto di coriandolo (o semi di coriandolo)
  • il succo filtrato di 1/2 limone
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • q.b. sale

Preparazione

Mondate i peperoncini e tritateli finemente. Tuffate i pomodori in acqua bollente per pochi secondi, così da riuscire a pelarli senza difficoltà, poi tritateli molto finemente. In una ciotola mescolate la polpa di pomodoro con i peperoncini, la cipolla e il coriandolo, tutti finemente tritati, e unite il succo di limone. Aggiustate di sale e diluite con poco olio.

Coprite e lasciate riposare almeno un’ora prima di servire. Questa saporitissima salsa accompagna verdure lessate o alla griglia, carni rosse grigliate o arrosto e hamburger. Può essere anche servita con crostini o spalmata su bruschette.

In mancanza dei peperoncini verdi piccanti, utilizzate una falda di peperone verde per dare consistenza e un pizzico generoso di peperoncino piccante per conferire il tipico sapore piccante. AI posto del coriandolo potete usare il prezzemolo.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *