Budino con farina di carrube, un’alternativa al cioccolato

Proviamo il budino con farina di carrube?

Siete scettici, lo so, ma la verità è che il budino con farina di carrube è delizioso e salutare, e si presenta come la soluzione ideale per risolvere un problema di moltissimi intolleranti al lattosio. Infatti, l’eliminazione del latte vaccino dalla dieta non comporta grossi problemi dal punto di vista dell’equilibrio nutrizionale. Molti dubbi restano però a proposito della vitamina B12.

Si tratta di una vitamina un po’ insolita per il fatto che il suo fabbisogno nel nostro organismo è davvero basso e, a differenza delle altre vitamine dello stesso gruppo, si accumula nel fegato consentendo di fare una scorta per lunghi periodi. Il problema è che questa vitamina è un po’ inafferrabile per chi si priva di qualsiasi fonte animale: non viene rilevata in nessuna fonte vegetale, al punto che perfino i siti internet dei vegani avvertono della necessità di assumere integratori o alimenti fortificati. Di fatto, allo stato attuale non esistono studi che dimostrino la presenza della B12 nei vegetali.

Vi stare chiedendo dove si trova allora questa vitamina?

Le fonti principali della B12 sono i prodotti di origine animale, tra cui il tuorlo d’uovo, il latte e i suoi derivati. Alcuni studi rilevano la vitamina in alcuni vegetali, ma purtroppo è in dosi insufficienti; secondo altri, nei vegetali si troverebbe solo una sostanza affine alla vitamina B12 per struttura, ma non utilizzabile dal nostro organismo.

Ci sono poi le testimonianze di vegani che da anni ricorrono al lievito di birra in scaglie, alle alghe, ai semi di girasole e a derivati fermentati della soia come il tempeh e il miso, e dichiarano di non avere problemi di salute. D’altronde, per chi come me ha problemi con il latte vaccino, delle alternative le deve trovare e, stavolta, su consiglio di un’amica vegana ho provato a fare il budino con farina di carrube e vi suggerisco di provarlo al più presto…

Le carrube sono prive di glutine e ricche di vitamina A, B1, B2, B3, B5, B6 e, appunto, B12, vitamina C, E, K e J; offrono un buon apporto di folati e di minerali importanti per la salute, di acidi grassi omega 3 e omega 6. Si presentano come un valido sostituto del cioccolato in quanto il loro sapore è molto simile a quello del cacao, le proprietà e i nutrienti non mancano, e si tratta di un alimento meno calorico.

Le altre caratteristiche del budino con farina di carrube

Secondo le ricerche, abbiamo a che fare con un ingrediente di base dotato di interessanti potenzialità: è molto saziante, aiuta a prevenire l’osteoporosi, abbassa i livelli di colesterolo nel sangue, offre importanti effetti antiossidanti e anti-età, e si presenta come un alimento sicuro per bambini e per donne in gravidanza o che stanno allattando.

Detto questo, munitevi di tutti gli altri ingredienti e gustatevi questo budino con farina di carrube… Anche se fate parte dei “più golosi”, resterete molto soddisfatti!

Ed ecco la ricetta del Budino con farina di carrube

Ingredienti:

  • ½ lt. di latte Accadi
  • 2 cucchiai di amido di riso
  • 2 cucchiai di malto di riso o zucchero di canna
  • 2 cucchiai di farina di carrube
  • 1 cucchiaio di agar-agar in polvere.

Preparazione:

Miscelare tutti gli ingredienti secchi (farina, amido di riso e agar agar) in un pentolino, stemperate il tutto con l’aggiunta del latte e se volete aiutatevi con un frustino elettrico.

Mettere a bollire e aggiungete il malto, a fiamma media continuando a mescolare con la frusta per circa 8/10 minuti,.

Lasciate intiepidire e versate negli stampini e metteteli in frigorifero a consolidare per almeno 1 oretta. Decorate a piacere.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Nota per l’intolleranza al nichel

Nota per l’intolleranza al nichel

Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione a basso contenuto di Nichel e osservare tutte le regole relative a cosmetici, detersivi, pentole e stoviglie, abbigliamento idoneo etc.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *