Speciale base di pan di Spagna con yacon e carruba

pan di Spagna con yacon e carruba
Commenti: 0 - Stampa

Yacon: il dolcificante naturale migliore che possa esistere

Per tenere sotto controllo l’indice glicemico o nel caso di una dieta ipocalorica, lo sciroppo di yacon è un alleato fondamentale. Ricavato naturalmente dal tubero di yacon presente in Perù e Cordigliera Andina, questo sciroppo costituisce una dolce risorsa per completare le nostre ricette ed – in questo caso – un’ottima base di pan di Spagna con yacon e carruba. Già in passato ci siamo occupati della radice di yacon, delle sue proprietà e dello straordinario sciroppo dolcificante che se ne può ricavare. Il bello di questo dolcificante è proprio l’essere assolutamente naturale ed il non alzare i livelli del zucchero nel sangue.

Paradossalmente, potremo dire, uno zucchero senza zucchero, eccezionale per modificare il sapore delle pietanze senza preoccuparci degli effetti negativi sulla nostra salute. Nonostante le sue caratteristiche nutrizionali particolarmente interessanti, dobbiamo purtroppo costatare che lo yacon sia ancora poco noto ed utilizzato in Italia. Con pochissimi grassi e pochissime calorie, questo sciroppo denso, aiuta i batteri benefici in favore di colon ed intestino. Un piccolo neo, sembrerebbe che il consumo costante di yacon possa mobilitare eccessivamente l’intestino e portare ad un’eccessiva produzione di gas.

La farina di carrube e le sue proprietà

Vi abbiamo descritto le potenzialità dello yacon ma, dobbiamo sottolineare, anche la carruba non è da meno. Le proprietà naturali di questo frutto dell’albero di carrubo sono varie e spaziano tra dimagranti, astringenti, antiacido ed antiemorragiche. Qualora siate allergici al cacao, le carrube possono essere un valido sostituto con un sapore piuttosto simile. Questo frutto è una riserva di sali minerali come ferro, potassio, selenio, calcio, sodio, fosforo e zinco. La carruba contiene, inoltre, moltissime vitamine del gruppo B, vitamina C, E, K, J e folato alimentare.

pan di Spagna con yacon e carruba

Anche in questo caso, il nostro obbiettivo era preparare una deliziosa base di pan di Spagna senza glutine e senza lattosio e riteniamo di esserci riusciti con questo mix interessantissimo di yacon e carruba. Il consumo di carruba è consigliato nel caso di infezioni e fastidi ai danni del tratto intestinale come diarrea, enteriti, gastriti, acidità, sovrappeso o colon irritabile.

Sorprendendo tutti con una torta speciale di pan di Spagna con yacon e carruba

Elaborando questo pan di Spagna con yacon e carruba abbiamo preparato delle torte davvero speciali. In occasione di un compleanno, di un anniversario o di qualsiasi ricorrenza, questa base si è rivelata una comodissima risorsa, pratica da preparare ed assolutamente salutare.

Senza glutine, senza lattosio ed a basso contenuto calorico, con inoltre il vantaggio – dato dallo yacon – di non gravare sulla glicemia. Insomma, con questo dolce facciamo davvero jackpot!

Ed ecco la ricetta della base di pan di spagna con yacon e carruba:

Ingredienti:

  • 200 gr. di uova intere
  • 80 gr. di zucchero bruno di canna
  • 40 gr. di sciroppo di yacon
  • 50 gr. di farina di carrube integrale (composta di semi e baccello)
  • 60 gr. di amido di riso

Preparazione:

Pesate singolarmente tutti gli ingredienti, seguendo scrupolosamente le proporzioni indicate. In una coppetta, unite uova, zucchero bruno di canna e sciroppo di yacon. Sbattete il tutto con un frullino elettrico impostato a media velocità. La montatura a media velocità è essenziale per garantire alla spuma d’uovo la stabilità necessaria per sostenere l’impasto del pan di Spagna, senza collassare su sé stessa, prima o dopo la cottura. Sbattete le uova con gli zuccheri fino ad ottenere un volume raddoppiato rispetto a quello iniziale. Provate a mettere la frusta in sospensione per vedere se l’impasto cola a filo, dopo di che setacciate farina di carrube ed amido di riso, aggiungendole pian piano al composto.

Versate l’impasto in uno stampo imburrato ed infarinato con diametro di 20 cm ed altezza di 3 cm. Mettete il tutto a cuocere in un forno pre-riscaldato a 180° per circa 10-15 minuti. La ricetta è ottimizzata secondo queste proporzioni. Essendo il pan di Spagna, piuttosto delicato, qualora cambiate le dosi o la grandezza dello stampo, abbiate cura di aggiungere 1 grammo di guar ogni 400 grammi di uova.

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

crackers ai semi

Crackers ai semi misti, uno snack salutare

Crackers ai semi, uno spuntino ricco di antiossidanti I crackers ai semi misti sono una variante dei classici crackers. Rispetto a quelli industriali, però, si distinguono per un impasto più...

pesto

Il pesto, come conservarlo al meglio

Le peculiarità del pesto classico Come si conserva il pesto? La risposta è meno scontata di quanto si possa immaginare. Anche perché, al netto della semplicità della ricetta, presenta dei tratti...

Idli

Idli, dall’India un pane diverso dal solito

Le particolarità del pane indiano idli Gli idli sono una specie di tortini di pane originari dell’India. Sono realizzati con il riso e una particolare varietà di lenticchie. L’impasto è molto...

Pasta fillo senza glutine

Pasta fillo senza glutine, una variante davvero ottima

Pasta fillo senza glutine, un variante con i fiocchi Oggi vi presento la pasta fillo senza glutine, una ricetta base completamente gluten-free. La pasta fillo è un impasto di origine greco-turca,...

Glassa a specchio

Glassa a specchio senza glutine e lattosio

Cos'è la glassa a specchio? La glassa a specchio è una copertura per dolci molto particolare, dal grande impatto visivo e squisita. Il suo nome dice tutto, ossia è talmente lucida che ci si può...

Brodo di gallina

Brodo di gallina, una ricetta versatile e leggera

Brodo di gallina, una preparazione molto utile Il brodo di gallina è leggero, salutare e nutriente. E’ una preparazione della cucina più tradizionale e vanta molti utilizzi, per esempio può...


Nota per l’intolleranza al nichel

Note per chi deve seguire una dieta a Basso contenuto di nichel. Da leggere attentamente! Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel e fare attenzione a tutto quello che ci circomda. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


07-07-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti