bg header
logo_print

Calzoncelli alla ricotta, un finger food di classe

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Calzoncelli alla ricotta al forno
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette a basso contenuto di nichel
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 20 min
cottura
Cottura: 30 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
4/5 (48 Recensioni)

Calzoncelli alla ricotta, un antipasto ottimo per un break

La ricetta di oggi sono i calzoncelli alla ricotta, una ricetta semplice ma che puo’ servire sia come antipasto che come merenda. Potete tranquillamente farli mangiare anche ai vostri bimbi.  Non sono fritti. Nutrirsi in modo sano è una tendenza che si va sempre più diffondendo. Nuove ricerche mostrano che soprattutto le generazioni di adulti più giovani fanno molta attenzione a cosa, quando e quanto mangiano.

Ma quasi per tutti è difficile cercare di mantenere uno stile di vita salutare quando si è al lavoro. Nell’intervallo del pranzo si va velocemente al bar o in rosticceria o ci si “gusta” il pranzo alla mensa.

Chi però vuole mangiare bene e sano anche nella routine quotidiana dell’ufficio può farlo in modo semplice e naturale: frutta, verdura e yogurt sono uno snack ideale.

Ricetta calzoncelli alla ricotta

Preparazione calzoncelli alla ricotta

  • Infarinate la spianatoia e stendete la sfoglia con il matterello, pure infarinato, fino ad ottenere una sfo­glia dello spessore di un centimetro.
  • Ta­gliatela in tanti dischi del diametro di 10 centimetri circa.

Preparazione del ripieno:

  • Passate la ri­cotta al setaccio, versatela in una terrina.
  • Poi aggiungete la salsiccia spellata e sbricio­lata e la scamorza tagliata a dadini.
  • Sala­te, quindi mescolate bene tutti gli ingredienti.
  • Su metà dei dischi di pasta preparati in precedenza disponete un adeguato muc­chietto di ripieno.
  • Poi ripiegate la sfoglia su se stessa, premendo bene ai bordi in modo da trattenere all’interno il ripieno.
  • Ponete i calzoni sulla placca del forno coperta da un foglio di cartaforno.
  • Scaldate que­st’ultimo a 220°C e infilatevi la placca.
  • Lasciate cuocere per 30 minuti, appena i calzoni saranno ben gonfi e dorati, estrae­teli e serviteli subito.

Ingredienti calzoncelli alla ricotta

  • 200 gr. di ricotta consentita
  • 1 rotolo base per pizza consentita
  • 200 gr. di salsiccia di pollo
  • 200 gr. di scamorza stagionata
  • q. b. di sale.

Uno snack delizioso adatto a tutti

Dei panini integrali imbottiti con del formaggio leggero oppure della carne bianca (di pollo o tacchino) sono meglio di un panino con l’hamburger o una bistecca ai ferri. E per i più fortunati che possono disporre di un forno a microonde in ufficio, basta cucinare a casa qualcosa in più la sera prima e portarselo in ufficio, pronto da riscaldare. Come per questa ricetta di calzoncelli alla ricotta.

Anche a me capita spesso di stare in ufficio e oggi mi sono portata questi calzoncelli fatti ieri, gli ho dato una scaldata al microonde e ne ho fatto una scorpacciata.

Calzoncelli alla ricotta, ottimi per una merenda salata e a cena

Oggi cuciniamo i calzoncelli alla ricotta, un esempio di rosticceria in modalità finger food in grado di stupire per aspetto, gusto e consistenza. Sono facili da preparare, soprattutto se utilizzate un impasto già pronto. In giro se ne trovano di alta qualità, che non fanno rimpiangere la preparazione domestica. Vi consiglio comunque di acquistare un rotolo per pizza, in quanto spicca per la morbidezza e si rivela coerente con la cremosità del ripieno alla ricotta.

Se soffrite di celiachia o sensibilità al glutine acquistate un rotolo realizzato con farine alternative, che è reperibile in un qualsiasi supermercato. Nella maggior parte dei casi sono realizzati con la farina di riso e la farina di mais, che replicano in parte il sapore e la consistenza della farina comune. Tuttavia, non escludete a priori le soluzioni più ardite come quelle a base di farina di grano saraceno (ricca di fibre e più rustica).

Un ripieno cremoso per i calzoncelli alla ricotta

I calzoncelli alla ricotta spiccano non solo per le dimensioni molto piccole e in linea con i finger food, ma anche e soprattutto per il ripieno. Prepararlo è molto semplice, basta mescolare tra di loro gli ingredienti: scamorza tagliata a cubetti, salsiccia di pollo sgranata e ricotta.

La scamorza dona un sapore corposo, mentre la salsiccia di pollo conferisce i suoi classici sentori delicati; infine, la ricotta lega il tutto con un sapore di latte leggermente acidulo e con una texture abbastanza cremosa.

La presenza della ricotta potrebbe far storcere il naso ai più salutisti, in quanto è considerata come grassa. In realtà è persino meno grassa e calorica rispetto ai formaggi morbidi e non stagionata, infatti non raggiunge le 200 kcal per 100 grammi. In compenso è ricca di tutti quei nutrienti che troviamo anche nel latte: proteine, calcio e vitamina D, una sostanza fondamentale per il sistema immunitario.

Un focus sulla carne di pollo

Un ruolo di primo piano per questi calzoncelli alla ricotta è giocato anche dalla salsiccia di pollo. Ho optato per questo tipo di salsiccia, piuttosto che per quella di suino, in quanto reputo che il suo sapore delicato si abbini alla perfezione con le note acidule della ricotta.

Inoltre, la salsiccia di pollo spicca per la sua leggerezza e per una quantità di grassi inferiore rispetto agli altri tipi di salsiccia, d’altronde non supera le 130 kcal per 100 grammi.

Al di là di ciò, presenta le medesime proprietà nutrizionali della carne di pollo non trattata, infatti è ricca di proteine. Stesso discorso per le vitamine del gruppo B, che intervengono sul metabolismo e favoriscono la crescita. Per quanto concerne i sali minerali troviamo il magnesio e il ferro, un dettaglio non di poco conto se si considera che quest’ultima sostanza è fondamentale per ossigenare il sangue.

La scamorza fa ingrassare?

La ricetta dei calzoncelli alla ricotta ci da l’occasione di parlare un po’ della scamorza, un altro latticino che viene spesso accusato di essere troppo grasso e di “attentare” alla linea. Di fatto siamo su livelli lipidici e calorici niente affatto esagerati.

Un etto di scamorza contiene 25 grammi di grassi e apporta circa 310 kcal, un valore di gran lunga inferiore a formaggi considerati più nobili, come il Parmigiano Reggiano e il Grano Padano. Troviamo anche in questo caso una certa quantità di proteine, calcio e vitamina D. Infine, l’apporto di sodio è presente in una misura inferiore rispetto ai formaggi stagionati ma superiore alla ricotta e ai formaggi freschi. Ad ogni modo basta consumare la scamorza con moderazione per non subire ripercussioni di alcun tipo.

In occasione di questa ricetta consiglio di utilizzare una scamorza leggermente invecchiata, piuttosto che la classica scamorza affumicata. In questo modo tiene al meglio il ripieno ed emerge rispetto agli altri ingredienti, che in quanto a sapore non sono da meno.

Tuttavia, potreste avvertire la necessità di arricchire il ripieno con qualche alimento di origine vegetale. In questo caso vi consiglio di adottare un atteggiamento prudente, in modo da non stravolgere la ricetta. Potreste per esempio utilizzare una verdura a foglia larga, come la classica iceberg, che donerebbe al ripieno una nota dolce e delicata. Oppure potete donare un aroma più intenso, optando per la rucola. In questo caso dotereste il ripieno di una nota pungente molto gradevole al palato.

Ricette snacks ne abbiamo? Certo che si!

4/5 (48 Recensioni)
Riproduzione riservata

1 commento su “Calzoncelli alla ricotta, un finger food di classe

  • Mer 12 Dic 2012 | Elisa Caimi ha detto:

    Sempre fenomenale! Che meraviglia! Sembrano deliziosi :) Un abbraccio amica! :)

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Tortini di broccoli e patate

Tortini di broccoli e patate, un antipasto per...

I celiaci e gli intolleranti al lattosio possono mangiare questi tortini di broccoli e patate? Chi soffre di celiachia non può mangiare questo tortino di broccoli e patate, in quanto l’impasto...

Involtini di zucchine gialle

Involtini di zucchine gialle, dei rotolini davvero deliziosi

Involtini di zucchine gialle: al forno o in padella? Gli involtini di zucchine gialle, come quelli di carne, si possono cuocere in padella. Questo metodo, sebbene tradizionale, tende ad essere più...

Casatiello napoletano

Casatiello napoletano, la tradizione pasquale che profuma di...

Origini e significato del casatiello napoletano Il casatiello napoletano è un tipico piatto pasquale della tradizione culinaria napoletana. Le sue origini risalgono al periodo dell'antica Roma,...