Peperoni e porri in insalata

Tempo di preparazione:

È molto numerosa la famiglia dei peperoni: possono essere dolci o leggermente piccanti, buoni da utilizzare, in questo caso, per i condimenti. Tra i primi ci sono i cosiddetti Quadrati di Norcia e di Asti, che sono gialli o rossi, e i Corno di Toro, che si riconoscono dalla tipica forma appuntita. Tra quelli da condimento, troviamo, invece, il Rosso lungo e quello piccante di Caienna coltivato soltanto nelle regioni del Sud.

Ne esistono di vari colori: rossi, gialli, verdi ed è la vivacità di questi a denunciarne la freschezza. I peperoni devono avere, inoltre, polpa soda e dura al tatto. A seconda della loro qualità, si distinguono in dolci e piccanti: i peperoni detti «a quattro punte» appartengono alla prima categoria.

Sodi, quasi croccanti al tatto e lisci senza raggrinzimenti. Questo deve essere l’aspetto del peperone che si porta in tavola. Occhio anche al picciolo che deve essere di un verde intenso. Sono ovviamente da scartare quelli con macchie.

Vanno conservati in frigorifero per non più di 3-4 giorni poiché perdono rapidamente aroma e vitamine. I peperoni verdi sono quelli che si conservano meglio, mai comunque oltre i 7 giorni.

Essendo ricchi di acqua, il valore nutritivo non è molto elevato.

Contengono, però, abbastanza vitamina C. Per la scarsa digeribilità, non sono indicati a chi soffre di disturbi della digestione o di gastrite, ma sarebbe buona norma per tutti non mangiarli nelle ore serali e prima di andare a dormire.

I porri sono per lo più usati come base aromatica per minestre e pietanze, ma si prestano anche ad essere cucinati da soli in diverse maniere. Si consiglia di lavarli a lungo perché trattengono molta terra.

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 peperoni (rossi, verdi, gialli);
  • 6 porri;
  • 2 patate lessate;
  • 1 cucchiaio capperi;
  • 2 cucchiai di aceto di mele;
  • 1 cucchiaio di dragoncello;
  • 1/2 spicchio d’aglio;
  • olio extravergine d’oliva;
  • 1 bicchiere di vino bianco secco;
  • sale e pepe .

Preparazione

Ponete sul fuoco una casseruola piena di acqua salata e acidulata con due cucchiai di aceto; quando sarà in piena ebollizione, tuffatevi dentro i peperoni lasciandoli sbollentare per dieci minuti, quindi sgocciolateli con una paletta forata e tagliateli a metà per il lungo, spellateli, liberateli dei semi e dei filamenti interni e tagliateli a strisce larghe due centimetri e lunghe quattro.

Nella medesima acqua bollente fate ora sbollentare per altri dieci minuti la parte bianca dei porri, poi divideteli a filetti delle medesime proporzioni e ponete li in un’insalatiera insieme con i pezzetti di peperoni. Schiacciate con la forchetta le due patate lessate e spellate e aggiungetele agli ingredienti descritti.

Preparate ora a parte il condimento: unite in una ciotola l’olio, l’aceto, sale, pepe macinato al momento e il dragoncello. Mescolate tutti gli ingredienti e unite infine mezzo spicchio d’aglio schiacciato nell’apposito utensile.

Versate la salsina sulle verdure preparate e rimescolatele ripetutamente unendo anche i capperi e il vino bianco secco. Coprite, lasciate riposare per dieci minuti sopra una pentola piena di acqua bollente e poi servite l’insalata, tiepida, in tavola.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *