I deliziosi éclairs al formaggio per antipasto

eclairs
Commenti: 6 - Stampa

Un antipasto sfizioso a base di éclairs al formaggio

Gli sono beignets (o bignè) di forma allungata (circa 8 centimetri) ottenuti, come quelli di tipo rotondeggiante, con pasta à choux e farciti con creme o zabaione e glassati, il tutto dopo la cottura al forno. Di solito, si comprano già pronti in pasticceria. Preparazione e consumo sono analoghi a quelli dei beignets. Si preparano anche éclairs salati, come appunto gli éclairs al formaggio.

Con una farcitura così non possiamo di certo resistere! Non siete d’accordo? Oltre al formaggio di vario tipo, per il ripieno si usano anche carni o simili. Tutto questo li rende molto adatti per un buffet o per un cocktail, per un antipasto o una ; si servono caldi, ma non bollenti, mettendo a disposizione degli invitati piattini e forchettine.

Il formaggio… che bontà!

Se siete amanti dei formaggi, sicuramente apprezzerete questa ricetta e vi renderete conto che finora vi eravate persi un’esperienza culinaria semplice ma decisamente unica. Il formaggio si abbina molto bene con la pasta degli éclairs, che potrete preparare anche a casa, ma che trovate anche già pronti in negozio, procedendo poi a farcirli in cucina, secondo le ricette scelte.

Io adoro appunto gli éclairs al formaggio, in quanto si sciolgono in bocca e regalano al palato un piacere unico. Il ripieno di formaggio offre a questi piccoli manicaretti un sostanzioso valore nutrizionale. Ovviamente, in base alla farcitura preferita e scelta, i nutrienti cambiano, ma quando si tratta di quella che vi propongo oggi, l’apporto proteico, vitaminico e di minerali è assicurato.

Avrete calcio, fosforo, magnesio e zinco, vitamina A, D e vitamine del gruppo B in quantità. Di certo, anche i grassi non mancheranno, ma anche questo dipende molto dagli ingredienti che andremo ad utilizzare. In questo caso, ve ne suggerisco alcuni davvero unici.

Gli ingredienti degli éclairs al formaggio

Oltre alla deliziosa pasta à choux, ci servirà il Parmigiano Reggiano e la panna senza lattosio. Con questi ingredienti, possiamo preparare una farcitura di formaggio nutriente quanto gustosa, ma comunque non troppo pesante e neanche troppo carica di grassi.

Seguirete la mia ricetta degli éclairs al formaggio? Se avete risposto di sì, non ve ne pentirete! Continuate a leggere e troverete tutto quello che avrete bisogno di sapere! Questa preparazione è adatta anche agli intolleranti al lattosio e viene apprezzata molto anche dai bambini. Potrete usare questi bignè per le feste, per le occasioni speciali, come antipasto o anche come una sfiziosa merenda… senza esagerare!

Ed ecco la ricetta degli éclairs al formaggio

Ingredienti per 20 éclairs:

  • 185 g di farina;
  • 150 g di burro chiarificato;
  • 100 g di parmigiano reggiano 48 mesi grattugiato;
  • 3 uova intere e 3 tuorli;
  • ½ bicchiere di panna consentita;
  • 3 dl di acqua;
  • 1 dl di latte consentito;
  • sale;

Preparazione

Fate bollire in una casseruola l’acqua con un pizzico di sale e 100 grammi di burro. Versatevi in una sola volta 160 grammi di farina e mescolate energicamente in modo da ottenere un composto omogeneo che lascerete cuocere a fuoco moderato per circa 20 minuti sino a che si staccherà dai lati e dal fondo del recipiente. Togliete la casseruola dal fuoco e aggiungete al composto una per volta le tre uova intere accertandovi che l’impasto abbia assorbito bene ciascun uovo, prima di aggiungere il successivo.

Ponete il composto nella sac a poche e spremetelo su una placca, ricoperta di cartaforno, in modo da formare venti bastoncini di pasta della lunghezza di circa otto centimetri e larghi due.

Sbattete un tuorlo d’uovo e pennellatelo sulla superficie dei bastoncini. Ponete la placca in forno già caldo e lasciate cuocere per circa 20 minuti sino a che gli éclairs saranno ben gonfi e avranno assunto un bel colore dorato.

Togliete la placca dal forno e lasciate raffreddare a temperatura ambiente.

In casseruola fate sciogliere 25 grammi di burro, unite due cucchiai di farina, mescolate bene e bagnate con il latte bollente. Unite il sale continuando a mescolare e fate cuocere per circa 10 minuti. Togliete quindi dal fuoco, aggiungete uno per volta due tuorli d’uovo e due terzi del parmigiano grattugiato e sempre mescolando unite la panna liquida e il rimanente burro.

Ponete il composto, che deve risultare cremi so e denso, nella siringa da pasticciere e fa cite gli éclairs nei quali avrete praticato un piccola incisione nella parte superiore. Spolverizzate con il rimanente parmigiano e passate in forno per tre minuti (non di più), in modo che il parmigiano si fonda leggermente.

Tempo di preparazione: 1 ora

Tempo di cottura: 50 minuti

4/5 (48 Recensioni)
CONDIVIDI SU

6 commenti su “I deliziosi éclairs al formaggio per antipasto

  • Gio 8 Dic 2011 | Cinzia ha detto:

    Ammazza che ricetta super questa è proprio da copiare ;-)
    Che bello conoscerti, mi piace proprio qui!
    Un abbraccio

  • Ven 9 Dic 2011 | Tiziana Colombo ha detto:

    Grazie Cinzia, detto da te lo reputo un bellissimo complimento!! Complimenti per il tuo sito.

  • Ven 9 Dic 2011 | Chiara ha detto:

    ottimi per le prossime feste, me li segno, grazie! buon we, un abbraccio….

  • Ven 9 Dic 2011 | anna ha detto:

    Che tentazione !!!

  • Ven 9 Dic 2011 | Tiziana Colombo ha detto:

    Ragazze fate un figurone, garantito! Sono come le ciliegie, uno tira l’altro…..

  • Ven 9 Dic 2011 | lu ha detto:

    da schianto!!!

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


Nota per l’intolleranza al nichel

Note per chi deve seguire una dieta a Basso contenuto di nichel. Da leggere attentamente! Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel e fare attenzione a tutto quello che ci circomda. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


08-12-2011
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Sandwich di anguria

Sandwich di anguria, uno snack tra il dolce...

Sandwich di anguria, una singolare commistione di sapori Il sandwich di anguria è uno stuzzichino davvero peculiare, che reinterpreta il concetto stesso di sandwich e propone un modo diverso di...

Carpaccio di eglefino e anguria

Carpaccio di eglefino e anguria, un piatto elegante

Carpaccio di eglefino e anguria, un secondo speciale Il carpaccio di eglefino e anguria è un secondo molto particolare. Presenta ovviamente alcune caratteristiche dei carpacci classici, ma allo...

Capesante con gamberi e zucchine

Capesante con gamberi e zucchine, una vera delizia

Capesante con gamberi e zucchine,  piatto raffinato dal sapore rustico Le capesante con gamberi e zucchine gratinate riuniscono eccellenti ingredienti di mare e di terra. Nello specifico, le...

Tortillas wrap con spinaci e tacchino

Tortillas wrap con spinaci e tacchino, un’ottima variante

Tortillas wrap, una variante leggera Le tortillas wrap con spinaci e tacchino sono una variante davvero particolare della celebre pietanza messicana. In primis, sono “wrap”, ovvero avvolte su se...

Tortino con prosciutto e melone disidratato

Tortino con prosciutto e melone disidratato

Tortino con prosciutto e melone disidratato, dal sapore insolito Il tortino con prosciutto e melone disidratato prende ispirazione dal celebre prosciutto e melone, un antipasto di origine ispanica...

Frittelle con fiori di sambuco

Frittelle con fiori di sambuco, una variante aromatica

Frittelle con fiori di sambuco, buone e facili da preparare Le frittelle con fiori di sambuco rappresentano una deliziosa alternativa alle classiche frittelle. Per certi versi, almeno per quanto...

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti