Krustader farciti, è qui la festa!

Krustader farciti
Commenti: 0 - Stampa

Per celebrare ogni occasione i Krustader farciti

I Krustader sono buonissimi, ancor di più se farciti con ingredienti sani e gustosi! Divertitevi, come me, a crearne sempre di nuovi. Ogni occasione in fondo ben si presta per sfoggiare, con amici e parenti, un’elevata dose di fantasia e creatività. Colori, sapori, profumi: tutto è perfetto per celebrare in maniera leggera momenti di convivialità e festa.

 Avocado, che passione!

L’avocado, frutto verde che nella forma ricorda un po’ una pera, era già conosciuto e consumato dagli Aztechi, tanto che il nome avocado deriva proprio dall’azteco!

Non solo l’avocado è utilizzato in cucina in innumerevoli e fantasiose ricette, ma è un validissimo alleato per la salute del nostro organismo, grazie alle sue indiscusse proprietà nutritive. Avocado ossia acido folico, tante fibre, vitamine (A, C, E), sali minerali (soprattutto potassio e magnesio) e grassi monoinsaturi (acido oleico omega 9), dunque non solo non dannosi, ma che hanno anche effetti benefici sul sistema cardiovascolare, giacché aiutano a tenere sotto controllo il colesterolo.

Krustader farciti

Una curiosità in più: l’avocado è il frutto della Persea Americana Mill, un albero originario del Messico e appartenente alla famiglia delle Lauracee. La pianta si adatta meglio a paesi a clima caldo, tropicale e subtropicale, e i maggiori produttori sono Colombia, Perù, Repubblica Dominicana e Messico, ma ci sono coltivazioni anche in Indonesia, Stati Uniti, Kenia, Israele e in diversi paesi dell’America centrale e dell’America meridionale. In cucina, l’avocado si unisce felicemente alla carne, al pesce e ad altre verdure. In insalata, negli spiedini e/o come salsa: l’avocado accompagna qualsiasi preparazione. Infine, può essere utilizzato per preparare anche dei gustosi cocktail.

Un mix di ingredienti saporiti

Il bello di preparare i Krustader dando libero sfogo alla propria creatività è che poi potrete godere di tanti alimenti salutari ma pieni di gusto. Elencarvi tutti i benefici dei protagonisti dei miei Krustader farciti sarebbe un’impresa; però, se siete curiosi, v’invito fin da subito a rileggere alcune mie ricette passate, dove di sicuro troverete maggiori dettagli.

Ora, quindi, non vi resta che accendere il motore e partire… 3, 2, 1… via!

Ed ecco la ricetta dei Krustader farciti

Ingredienti per 12 Krustader farciti:

Una confezione di Krustader

 Per il primo riempimento:

  • 50 gr di formaggio fresco cremoso Senza Lattosio Exquisa
  • 15 olive nere
  • 1 pomodoro secco
  • 10 gr di basilico fresco

Per il secondo riempimento:

  • 20 gr di cetrioli
  • un rametto di aneto
  • 50 gr di gamberetti
  • 50 gr di maionese

Per il terzo riempimento:

  • 1/2 avocado
  • 70 gr di Crème Fraîche al naturale aha! (Migros)
  • 10 gr di erba cipollina
  • q.b. di sale

Preparazione

Per il primo riempimento mettete tutti gli ingredienti nel mixer e frullate fino a ottenere un composto grossolano ma omogeneo.

Quindi farcitevi un terzo dei Krustader, terminandoli con una fogliolina di basilico.

Per il secondo riempimento tritate grossolanamente i gamberi e quindi fateli cuocere in padella finché non assumeranno il tipico aspetto rosato, infine rimuoveteli dal fuoco e fateli raffreddare.

Intanto tagliate i cetrioli a dadini spessi circa 2-3 millimetri. Uniteli poi alla maionese e ai gamberi. Farcitevi un terzo dei Krustader e decorateli con una parte del rametto di aneto.

Infine, per il terzo riempimento, tagliate l’avocado a metà, rimuovendo il seme e, poi, aiutandovi con un cucchiaio, rimuovendone la buccia.

Mettetelo nel frullatore insieme alla crème fraîche, regolate di sale e aggiungete qualche foglia di erba cipollina.

Una volta ottenuta una crema omogenea farcite gli ultimi Krustader, terminandoli con dell’erba cipollina.

Buon appetito!

5/5 (356 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Camembert con aglio e rosmarino

Camembert al forno con aglio e rosmarino, una...

Camembert al forno con aglio e rosmarino, un antipasto suggestivo Il Camembert al forno con aglio e rosmarino può essere definito un antipasto fuori dall’ordinario. A suo modo, il metodo di...

Falafel con lupini

Falafel con lupini, un delizioso spuntino vegetariano

Falafel con lupini, a metà strada tra la cucina araba e mediterranea I falafel con lupini sono uno spuntino vegetariano, molto leggero e nutrienti. Si tratta, di base, di polpettine realizzate con...

Focaccia con filetto di maiale tonnato

Focaccia con filetto di maiale tonnato per intenditori

Focaccia con filetto di maiale tonnato, una sofisticata combinazione di sapori La focaccia con filetto di maiale tonnato, pomodorini gialli e puntarelle può essere considerata, a secondo degli usi,...

Tramezzino con barbabietola

Sandwich con barbabietola, un pasto veloce e squisito

Sandwich con barbabietola, un meraviglioso incontro tra sapori Il sandwich con barbabietola può essere considerato uno spuntino delizioso, facile da preparare, nutriente e sano. E’ perfetto per i...

Sandwich di anguria

Sandwich di anguria, uno snack tra il dolce...

Sandwich di anguria, una singolare commistione di sapori Il sandwich di anguria è uno stuzzichino davvero peculiare, che reinterpreta il concetto stesso di sandwich e propone un modo diverso di...

Carpaccio di eglefino e anguria

Carpaccio di eglefino, un piatto elegante

Carpaccio di eglefino, un secondo speciale Il carpaccio di eglefino è un secondo molto particolare. Presenta ovviamente alcune caratteristiche dei carpacci classici, ma allo stesso tempo porta...


Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


18-05-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti