Sella di capriolo con salsa di ribes, piatto delle feste

Tempo di preparazione:

Il sapore d’alta montagna nella ricetta della sella di capriolo con salsa di ribes

La sella di capriolo con salsa di ribes è un piatto nel quale i contrasti fanno la differenza ed esaltano il valore dell’intera pietanza con le loro peculiarità. L’incontro tra la dolcezza del ribes e il sapore selvatico del capriolo crea un connubio di gusto perfetto sotto ogni punto di vista.

Per definire al meglio questa ricetta, dovrete innanzitutto porre molte attenzioni sulla preparazione della carne, evitando eccessivi apporti di spezie esterne o lunghi ammolli nel vino: troppi passaggi e ingredienti potrebbero portare la carne di capriolo a perdere la sua naturale essenza olfattiva. Perciò, andiamo a scoprire qualcosa in più e poi passiamo ad una fantastica ricetta!

Una carne speciale

Diversa da molte altre carni, quella di capriolo si presenta con il suo sapore selvatico ed elevato valore nutrizionale. Sappiate che, solitamente, la cacciagione richiede un ammollo (in alcune regioni denominato ‘monsa’) di un lungo periodo di frollatura, anche superiore alle ventiquattro ore, al fine di lasciare che nella monsa si perda l’odore naturale della carne selvatica.

Per la sella di capriolo con salsa di ribes, come anticipato prima, è preferibile non lasciare che la carne del capriolo perda del tutto le sue peculiarità aromatiche. Pertanto, non è il caso di esagerare con l’ammollo. Questa pietanza è estremamente proteica e il binomio tra una carne dal sapore sostenuto, come lo è il taglio nobile della sella di capriolo, e la salsa di ribes, è ottimo sia per quanto riguarda la nutrizione che l’esperienza culinaria.

Infatti, a prima vista, è sicuramente un piatto che richiama la cucina nobile d’altri tempi, nei quali le carni provenienti dalla caccia determinavano un successo. Subito dopo, la pietanza stimola anche all’olfatto e il gusto. A livello nutrizionale offre un carico energetico importante e proteine di qualità, nonché grassi, vitamine e minerali.

Gli altri ingredienti per la sella di capriolo con salsa di ribes

Oltre alla sella di capriolo, in questa ricetta andremo a utilizzare alimenti dal potere antiossidante, come appunto il ribes, ma anche il rosmarino, il limone e l’arancia; un forte antibatterico come l’aglio; e una sferzata di bontà e sapori avvolgenti grazie al burro chiarificato, al sidro e allo zucchero di canna. Un mix di ingredienti molto particolari, non credete?

Sì, è proprio così e, anche se vi sembra una combinazione un po’ azzardata, vi assicuro invece che quella della sella di capriolo con salsa di ribes è una ricetta unica e deliziosa. Provatela e fatemi sapere!

 

Ingredienti per 6 persone:

  • 1200 gr di sella di capriolo
  • un rametto di rosmarino
  • uno spicchio di aglio
  • 40 gr di burro chiarificato
  • 250 gr di ribes
  • un’ arancia
  • 1/2 limone
  • 1/2 dI di sidro
  • 100 gr di zucchero di canna
  • q.b. sale

Preparazione

Private il limone e l’arancia della scorza e tagliatela a piccolis­sime striscioline. In un pentolino fate sciogliere lo zucchero. Prima che inizi a scurire unite le scorze e il ribes privato dei rametti quindi fate cuocere su fuoco vivace per lO minuti.

Lasciate raf­freddare il composto, incorporatevi il sidro e il succo di aran­cia e limone. Versate il composto in una salsìera e riponetelo in frigorifero.

Tritate l’aglio e il rosmarino, spalmate la sella di ca­priolo con il burro, cospargetela con il trito di aglio e rosmarino; adagiatela in una pirofila e fate cuocere in forno a 2000 per 40 minuti salando a metà cottura. Servite la sella affettata e ac­compagnate con la salsa.

Condividi!

4 commenti a “Sella di capriolo con salsa di ribes, piatto delle feste

  1. Pecorella di Marzapane

    Ciao Nonna Paperina, sono lieta di tornare da te e annunciarti che con questa ricetta sei arrivata in finale. Complimenti e tanti in bocca al lupo! Adesso, per vincere, ti rimando a Scelte di Gusto dove potrai votarti e farti votare!

    Tiziana

  2. tiziana

    Ti ringrazio di cuore per la tua visita, mi fa solo piacere avere nuove visitatrici. Grazie anche per il voto, anche se sicuramente non riusciro’ nemmeno ad arrivare fra le prime.E’ già una vittoria per me essere arrivata fra le finaliste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *