bg header
logo_print

Mazzancolle ai cornflakes, croccanti fuori e morbidi dentro

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Mazzancolle ai cornflakes
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Mazzancolle ai cornflake, un’idea per una panatura speciale

Vi presento le mazzancolle ai cornflakes, un secondo facile con una panatura fuori dal comune. Insieme al classico pangrattato troviamo infatti i celebri cornflakes, che conferiscono una croccantezza molto gradevole che non compromette la stabilità. Per l’occasione vi consiglio di optare per i cornflakes classici, che sono solo leggermente dolci. Se optate per le altre varietà potreste ritrovarvi con un contrasto troppo intenso tra dolce e salato, che stancherebbe già al secondo boccone.

Per quanto concerne la ricetta in sé non pone in essere difficoltà di sorta, basta pulire le mazzancolle, impanarle e cuocerle. Vi consiglio di preparare le mazzancolle ai cornflakes nelle occasioni speciali, quando volete stupire i commensali con una ricetta fuori dal comune, creativa e molto buona.

Ricetta mazzancolle ai cornflakes

Preparazione mazzancolle ai cornflakes

  • Per preparare le mazzancolle ai cornflakes procedete in questo modo. Pulite le mazzancolle rimuovendo il carapace e il budello.
  • In una ciotola versate l’uovo, un po’ di sale e di pepe. Poi sbattete per ottenere una cremina densa.
  • In una seconda ciotola versate la farina di riso, il pangrattato senza glutine e i cornflakes. Pestate il tutto e mescolate per bene.
  • Ora passate le mazzancolle prima nell’uovo e poi nel mix di farina di riso.
  • Infine, cuocete le mazzancolle nella friggitrice ad aria a 200 gradi per 10 minuti circa, fino a quando non saranno ben dorate.
  • Poi scolatele sulla carta assorbente e preparate la salsa harissa. Versate nel bicchiere del mixer un peperoncino rosso secco, un cucchiaino di cumino, un cucchiaino di coriandolo, due spicchi di aglio, un cucchiaio di olio d’oliva, un quarto di cucchiaino di sale e un po’ di pepe. Frullate il tutto fino ad ottenere una salsina densa.
  • Infine, servite le mazzancolle ancora calde con la salsa harissa.

Ingredienti mazzancolle ai cornflakes

  • 400 gr. di mazzancolle
  • 100 gr. di cornflakes senza glutine
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di farina di riso
  • 1 cucchiaio di pangrattato senza glutine
  • q. b. di sale e di pepe
  • 1 peperoncino rosso secco
  • 1 cucchiaino di coriandolo
  • un cucchiaino di cumino
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 cucchiaino di olio d’oliva
  • 1 quarto di cucchiaino di sale
  • q. b. di pepe

Cosa sapere sulle mazzancolle

Le mazzancolle ai cornflakes (o fiocchi di mais) mi danno l’occasione di approfondire l’argomento sulle mazzancolle in generale. Le mazzancolle sono dei crostacei molto apprezzati e considerati gourmet, a tal punto da assumere il nome di gambero imperiale. Sono dei gamberi che spiccano per le carni morbide, dal sapore delicato e aromatico.

In un certo senso rappresentano una versione più raffinata dei gamberi, sebbene con essi condividono in parte l’aspetto e la resa organolettica. Si differenziano però per le dimensioni più accentuate e per alcuni tratti fisici: la coda è a ventaglio (quella del gambero a pinna), il colore invece vira sulle tonalità del grigio perla (quello del gambero tende al bianco).

Le mazzancolle sono preziose anche dal punto di vista nutrizionale. A fronte di un apporto calorico molto basso, pari a 80 kcal per 100 grammi, regalano tante vitamine del gruppo B, un po’ di vitamina D, fosforo e altri sali minerali. Sono ricche poi di omega tre, acidi grassi che fanno bene al cuore e alla circolazione. In occasione di questa ricetta le mazzancolle vanno prima pulite e poi impanate. Per pulirle i gamberi è sufficiente rimuovere il carapace e il budello interno.

Le mazzancolle sono protagoniste di molte ricette ittiche di carattere gourmet. Possono fungere da condimento per la pasta, in una riedizione raffinata degli spaghetti allo scoglio, oppure possono essere serviti come secondo piatto dopo una rapida passata in padella. Inoltre, vengono accompagnati da pochi condimenti per valorizzare al meglio il loro sapore marcatamente ittico e alquanto delicato.

Mazzancolle ai cornflakes al forno o fritte?

Come cuocere queste mazzancolle ai cornflakes? Le alternative sono tre: frittura tradizionale, frittura ad aria e al forno. La frittura tradizionale è il metodo più rapido e semplice, sebbene sia anche il più pesante. E’ possibile però ottenere una frittura più leggera abbondando con l’olio (in modo da realizzare una cottura a immersione) e mantenendolo a temperatura. Poi si lascia scolare per bene il fritto sulla carta da cucina, che tende ad assorbire l’olio in eccesso.

Mazzancolle ai cornflakes

In alternativa potete usare anche la frittura ad aria, il metodo che garantisce il miglior compromesso tra risultato e leggerezza. La friggitrice ad aria è una sorta di forno ventilato ad alta efficienza grazie ad una sapiente gestione dell’aria calda. La cottura avviene in modo uniforme e garantisce una croccantezza paragonabile a quella che si ottiene con il fritto vero.

Anche la cottura al forno è un metodo valido, tuttavia non è esente dai rischi. Gli alimenti potrebbero asciugarsi troppo e produrre una consistenza ora molliccia ora troppo gommosa. Per scongiurare questo rischio è sufficiente aggiungere un po’ di olio sul fondo e un po’ di olio sulla superficie.

Una panatura a prova di celiaco per le mazzancolle ai cornflakes

La panatura delle mazzancolle ai cornflakes è davvero speciale per le sue proprietà gluten-free, infatti andrebbe realizzata con la farina di riso, che è leggera e funzionale ad una copertura efficace ma discreta. La panatura andrebbe realizzata anche con il pangrattato gluten-free, a tal proposito vi consiglio di utilizzare il panko, un alimento tipicamente giapponese che produce panature croccanti e leggere.

Potete arricchire ulteriormente la panatura con alcuni condimenti. In questo caso interviene in aiuto la cucina siciliana, che vanta una lunga tradizione di panature “conzate”. Il consiglio, tuttavia, è di aggiungere un po’ di ingredienti come il prezzemolo, il formaggio grattugiato, uno spicchio di aglio e spezie a piacere.

Come accompagnare le mazzancolle ai cornflakes

Le mazzancolle ai cornflakes andrebbero accompagnate con una salsa aromatica e intensa. Per questa ricetta vi consiglio di utilizzare la salsa harissa, un intingolo marocchino che stupisce per l’efficacia e per la capacità di valorizzare i fritti. E’ molto facile da preparare, basta frullare insieme il peperoncino rosso, il cumino, il coriandolo, l’aglio, l’olio, il sale e il pepe.

I sapori che emergono maggiormente sono il coriandolo, che assomiglia al prezzemolo, e il cumino. Quest’ultimo trasmette note interessanti che si pongono tra il dolciastro e il pungente; secondo alcuni il cumino ricorda i semi di finocchio. Per quanto concerne il peperoncino dovreste scegliere quello rosso in modo da colorare la salsa e renderla gradevole alla vista. Fate però attenzione alla varietà, in quanto potrebbe risultare troppo piccante per voi e per i vostri commensali.

FAQ sulle mazzancolle

Che differenza c’è tra i gamberi e le mazzancolle?

Le differenze tra gamberi e mazzancolle sono numerose. I gamberi hanno la coda a forma di pinna, invece nelle mazzancolle è a forma di ventaglio. Inoltre, i gamberi sono lunghi meno di 15 centimetri, mentre le mazzancolle spesso raggiungono i 20. I gamberi sono bianchi e rossi, invece le mazzancolle sono prevalentemente grigie.

A cosa fanno bene le mazzancolle?

Le mazzancolle fanno bene all’organismo a più livelli. In particolare sono ricche di acidi grassi omega tre, che fanno bene al cuore e alla circolazione. Sono anche ricche di vitamine del gruppo B e di fosforo.

Chi ha colesterolo alto può mangiare le mazzancolle?

Chi ha il colesterolo alto può mangiare le mazzancolle ai cornflakes con prudenza. Il contenuto di colesterolo delle mazzancolle, infatti, è comunque superiore alla media (161 mg. ogni 100 grammi).

Ricette con le mazzancolle ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Pollo al lime e elicriso

Pollo al lime e elicriso, un secondo raffinato...

Come cuocere il petto di pollo in modo perfetto? Cuocere il petto di pollo al lime è semplice, ma se volete ottenere un risultato perfetto dovrete prendere alcuni accorgimenti. Il primo riguarda il...

Brandade de Morue à la Nimoise

Brandade de Morue à la Nimoise: lo snack...

Tutto il sapore del baccalà Il protagonista di questa ricetta è il baccalà, che qui viene sottoposto a un trattamento particolare. Tanto per cominciare viene dissalato, ossia viene lasciato in...

Insalata con arrosto di alce

Insalata con arrosto di alce, un secondo intenso...

Cosa sapere sulla carne di alce La ricetta dell'insalata con arrosto di alce ci permette di spendere qualche parola sulla carne di alce, così poco diffusa dalle nostre parti eppure così buona. Il...