Mazzancolle su crema di piselli, un piatto raffinato

Mazzancolle su crema di piselli
Commenti: 0 - Stampa

Mazzancolle su crema di piselli, un piatto pensato per deliziare

Le mazzancolle su crema di piselli sono un primo piatto dall’elevato valore nutrizionale, semplice da realizzare e apprezzabile da tutti i palati. Il merito va certamente alle mazzancolle, che sono tra i crostacei più amati e apprezzati in assoluto. Sono note anche come “gamberi imperiali”, si presentano con un corpo allungato, molto carnoso e un gusto decisamente sapido. Anche per questo motivo è bene limitare l’aggiunta di sale quando si preparano ricette a base di mazzancolle. Sono crostacei dal limitato apporto calorico, pari a 180 kcal per 100 grammi, tuttavia contengono una certa quantità di grassi.

Nello specifico, si tratta di grassi buoni, ossia i famosi acidi grassi omega tre e omega sei, che agiscono a protezione dell’apparato cardiaco, della funzione visiva e della funzione cognitiva. Nondimeno, sono ricchi di sali minerali, e in particolar modo di potassio, magnesio, calcio e fosforo. Cuocere le mazzancolle non richiede molto impegno, ma occorre fare attenzione alla pulitura. La coda va tolta sempre, anche perché è ricca di batteri. Mentre per estrarre il budello va infilzato il corpo del crostaceo in corrispondenza del terzo anello. Come metodo di cottura per questa ricetta, consiglio la semplice brasatura in padella.

Una crema morbida e delicata

Uno dei punti di forza di questa mazzancolle su crema di piselli risiede nella presenza di una crema morbida, dal sapore vivace e non priva di una punta di dolcezza: la crema di piselli e patate. E’ molto semplice da realizzare, infatti è sufficiente cuocere le patate in padella insieme all’aglio e alla cipolla, aggiungere i piselli, fare andare per un po’ e frullare il tutto. La crema così ottenuta fungerà da “letto” per questo piatto di mazzancolle.

Mazzancolle su crema di piselli

I piselli, come molti alimenti vegetali del resto, sono ricchi di vitamine e sali minerali. Contengono, infatti, la vitamina C (che fa bene al sistema immunitario), la B1 e la PP. Contengono anche il ferro, il fosforo, il calcio e il potassio. Caso più unico che raro nel mondo vegetale, sono ricchi di fitoestrogeni, una sostanza che allevia i sintomi della menopausa. La presenza dei grassi è trascurabile e rasenta lo zero, di conseguenza anche l’apporto calorico è contenuto: 100 grammi di piselli apportano solo 52 kcal.

Quali patate utilizzare per la nostra ricetta?

Le patate giocano un ruolo fondamentale nella ricetta delle mazzancolle su crema di piselli. Infatti, concorrono a creare la crema, in misura pari o superiore a quella dei piselli. Incidono dunque dal punto di vista del gusto, conferendo un sapore più corposo e meno lineare. Importante è anche il loro profilo nutrizionale, dal momento che sono più “preziose” e nobili di quanto si possa pensare. In primo luogo, va sfatato il mito secondo cui le patate siano grasse e caloriche. Certo, possono diventarlo se si opta per certi metodi di cottura (vedi frittura), ma in linea di massima possono essere considerate quasi dietetiche. Infatti, 100 grammi di patate apportano solo 80 kcal. Inoltre, contengono molti carboidrati, dunque sono un’ottima fonte di energia. Stesso discorso per le vitamine e i sali minerali.

Quando occorre inserire delle patate in una ricetta, emerge sempre il dubbio sulla varietà da utilizzare. D’altronde ne esistono numerosi tipi, ognuno dei quali dotato di una sua specificità. Quale varietà si addice alla ricetta delle mazzancolle su crema di piselli? La risposta non è scontata. Infatti, visto che si parla di una crema, si tenderebbe ad optare per le patate a pasta bianca, che sono ottime per le puree. Tuttavia, le patate non vengono bollite bensì cotte in padella. In virtù di ciò, è bene scegliere comunque delle patate a pasta gialla, che sono più sode e in grado di “mantenere” questo metodo di cottura.

Ecco la ricetta della mazzancolle su crema di piselli:

Ingredienti per 4 persone:

  • 12 mazzancolle,
  • 300 gr. di patate,
  • 250 gr. di pisellini fini,
  • 1 scalogno,
  • 1 spicchio d’aglio,
  • q. b. di olio extravergine d’oliva,
  • 1 pizzico di sale e pepe,
  • 1 pizzico di sale grosso.

Preparazione:

Per la preparazione delle mazzancolle su crema di piselli iniziate bagnando l’addome delle mazzancolle in modo da rimuovere eventuali residui. Poi eliminate la coda e infilzate uno stuzzicadenti nel corpo del crostaceo in corrispondenza del terzo anello per estrarre il budello nero interno. Sbucciate le patate, tagliatele a cubetti e rosolatele in una pentola con dell’olio, l’aglio (che estrarrete dopo) e il trito di scalogno. Aggiungete i piselli e continuate la cottura per 10 minuti, poi salate, pepate e frullate il tutto. Dovete ottenere una crema omogenea.

Ora filtrate la crema e trasferitela in una ciotola. Scaldate una padella antiaderente, versate le mazzancolle sgusciate e rosolatele per un paio di minuti per ciascun lato. Impiattate versando la crema e posizionando sopra tre mazzancolle per ogni piatto. Per concludere, potete aggiungere un filo d’olio extravergine di oliva.

5/5 (1 Recensione)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gnocchi di zucca con i funghi

Gnocchi di zucca con i funghi per un...

Gnocchi di zucca con salsa ai funghi, un’idea perfetta per Halloween Gli gnocchi di zucca con salsa ai funghi sono un primo squisito, cremoso al punto giusto e relativamente facile da preparare....

cock a leekie

Cock a leekie, la zuppa di pollo della...

Cock a leekie, un pasto completo e squisito Il cock a leekie è un piatto tipico della cucina scozzese. Si tratta di una cucina che è capace di regalare degli spunti interessanti, diversi da quelli...

Vellutata di finocchi e gamberi

Vellutata di finocchi e gamberi, una crema insolita

Vellutata di finocchi e gamberi, un abbinamento davvero unico La vellutata di finocchi e gamberi è un primo piatto tra il raffinato e il rustico. Si caratterizza non solo per una texture...

fagottini ripieni con carne di gallina

Deliziosi fagottini ripieni con carne di gallina e...

Fagottini ripieni, un primo antispreco. I fagottini ripieni con carne di gallina e Grana Padano sono un primo piatto molto particolare. A prima vista, e anche al primo assaggio, appaiono come una...

Zuppa messicana con tortillas

Zuppa messicana con tortillas, una meraviglia piccante

Zuppa messicana con tortillas, un piatto Tex-Mex La zuppa messicana con tortillas è una zuppa molto diversa da quelle della tradizione mediterranea. In primis sono diversi gli ingredienti, infatti...

Gnocchetti tricolore con stracchino

Delicati e gustosi Gnocchetti con stracchino e prosciutto...

Gnocchetti con stracchino e prosciutto croccante, una meravigliosa sinfonia di sapori Gli gnocchetti con stracchino e prosciutto croccante sono un primo piatto molto particolare. In primis perché...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


16-06-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti