bg header
logo_print

Torta di fichi secchi, un dolce autunnale dal sapore rustico

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Torta di fichi secchi
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

Torta di fichi secchi, un dolce dal sapore rustico

Oggi prepariamo la torta di fichi secchi, una delizia morbida e croccante allo stesso tempo. E’ formata da una gustosa pasta frolla e da un ripieno speciale, realizzato da ingredienti tipicamente autunnali come i fichi secchi. Si differenzia dalle torte a base di pasta frolla in virtù del suo carattere rustico, che mixa sentori corposi con sentori squisitamente dolci. Nonostante questa particolarità è molto semplice da preparare, soprattutto se avete a disposizione una frolla già pronta.

L’unico elemento di difficoltà riguarda la gestione dei fichi secchi, che devono essere prima ammorbiditi in acqua e poi uniti alla marmellata. Il resto degli ingredienti del ripieno, invece, va mescolato e posto sulla base.

Per quanto concerne la cottura sono sufficienti 13 minuti per la pasta frolla e altri quaranta per la torta già assemblata. La prima fase, quella che vede la cottura della sola frolla, ha come protagonisti i fagioli, che vanno posti sull’impasto per evitare che la frolla gonfi troppo.

Ricetta torta di fichi secchi

Preparazione torta di fichi secchi

Per preparare la torta di fichi secchi seguite questi semplici passaggi.

  • Stendete la pasta frolla in una tortiera unta con il burro e cosparsa di farina. Coprite con un foglio di carta forno e distribuite dei fagioli secchi. Questo accorgimento è necessario per evitare che la frolla gonfi troppo.
  • Cuocete al forno a 200 gradi per 8 minuti, poi rimuovete i fagioli e cuocete per altri 5 minuti.
  • Versate i fichi secchi e l’acqua in una pentola. Accendete a fiamma bassa e mescolate fino a quando i fichi non avranno assorbito l’acqua. Poi spegnete il fuoco, aggiungete la marmellata e mescolate.
  • In una ciotola ampia versate lo zucchero di canna e l’amido di mais. Integrate lo sciroppo, le uova, il burro, la vaniglia, le noci tritate e il composto appena preparato.
  • Versate il ripieno appena ottenuto sulla frolla e cuocete a 200 gradi per 40 minuti.
  • Poi sformate la torta, lasciatela raffreddare su una gratella e servitela.

Ingredienti torta di fichi secchi

  • 1 panetto di pasta frolla consentita
  • 50 gr. di fichi secchi tritati
  • 3 cucchiai di acqua
  • 2 cucchiai di marmellata di agrumi
  • 50 gr. di zucchero di canna
  • 1 cucchiaio di amido di mais
  • 1 tazza di sciroppo di topinambur
  • 3 uova
  • 30 gr. di burro chiarificato
  • 2 cucchiaini di estratto di vaniglia
  • 50 gr di noci pecan.

Come preparare la marmellata

La marmellata gioca un ruolo fondamentale in questa torta di fichi secchi, infatti dà vita al composto base del ripieno. La marmellata dovrebbe essere di arance in modo da conferire un particolare aroma alla torta. Questo tipo di marmellata potete acquistarla al supermercato, ma vi consiglio di prepararla in casa, anche perché non è affatto complicata. Basta cuocere insieme la polpa di arancia e lo zucchero a fiamma media e poi a fiamma bassa per un totale di 50-60 minuti.

Fate attenzione alle dosi: le arance devono pesare il doppio o il triplo dello zucchero (a seconda della loro naturale dolcezza). Fate attenzione anche alla questione igienica: barattoli e tappi devono essere sterilizzati per evitare la proliferazione batterica. Per sterilizzarli è sufficiente “cuocerli” in acqua bollente per una mezz’oretta.

Cosa sapere sui fichi secchi

I fichi secchi rappresentano il piatto forte di questa ricetta, ossia l’elemento più distintivo che segna una profonda discontinuità con le altre torte simili alla crostata. Il loro sapore dolce e la loro consistenza morbida li rendono perfetti tanto per il consumo a crudo quanto per la preparazione di dolci. Potete acquistare i fichi secchi al supermercato, oppure potete realizzarli in casa. Se avete a disposizione un essiccatore, o una terrazza soleggiata, vi consiglio di procedere con la preparazione casalinga.

E’ tutto molto semplice: i fichi vanno lavati e posti su una superficie piana coperta con un telo di cotone. Poi vanno ben distanziati e schiacciati leggermente senza far fuoriuscire la polpa. A quel punto si attende qualche giorno, spostando i fichi di volta in volta in modo che siano esposti direttamente al sole. I fichi sono pronti quando assumono una tonalità dorata e una consistenza morbida.

I fichi secchi possono essere arricchiti con miele e glassa, oppure possono essere infilzati negli spiedi a mo’ di snack. Inoltre, possono essere conservati in un contenitore a chiusura ermetica per poter essere impiegati nelle ricette dolciarie.

Di cosa sa lo sciroppo di topinambur?

La lista degli ingredienti della torta di fichi secchi comprende anche lo sciroppo di topinambur, che viene mescolato insieme al composto di marmellata e fichi, al burro, alla vaniglia, alle uova e alla noci tritate. Di base lo sciroppo di topinambur funge da dolcificante, ma può dire la sua anche dal punto di vista organolettico. Esprime sentori che si avvicinano a quelli del topinambur vero e proprio, ma li declina in una prospettiva aromatica e delicata.

Torta di fichi secchi

Il topinambur è un tubero molto particolare. L’aspetto ricorda quello del sedano rapa, infatti è abbastanza bitorzoluto. Il sapore, invece, è simile al carciofo, mentre la consistenza si avvicina a quella delle patate. E per quanto riguarda le proprietà nutrizionali? Ebbene, i valori nutrizionali si pongono a metà strada tra le verdure e le patate. Il topinambur è ricco di vitamine, sali minerali e di carboidrati, non a caso nel nord Europa è considerato come un’ottima alternativa alle patate.

Tutta la bontà delle noci pecan nella torta di fichi secchi

Anche le noci pecan concorrono al particolare impasto della torta di fichi secchi. Per l’occasione le noci pecan vanno tritate in maniera grossolana. Di cosa sanno le noci pecan? La domanda è lecita se si considera che il loro consumo non è così diffuso. Ebbene, le noci pecan si differenziano molto dalle noci nostrane in quanto sono più dolci e simili alla nocciola. Al palato si avvertono sentori oleosi che non stancano, tuttavia è bene non esagerare: un etto apporta quasi 700 kcal. 

Per il resto spiccano per un buon profilo nutrizionale. Sono ricche di grassi benefici, che giovano al cuore, alla circolazione e sono in grado di abbassare il colesterolo cattivo. Inoltre, contengono molte vitamine e sali minerali: vitamina E (che giova al sistema immunitario), potassio, fosforo e magnesio.

Una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari?

Giunti a questo punto è lecito chiedersi: la torta di fichi secchi è adatta agli intolleranti alimentari e a chi soffre di disturbi simili? Per rispondere a questa domanda è necessario distinguere tra le varie patologie.

Gli intolleranti al lattosio non hanno nulla da temere dalla torta di fichi secchi in quanto non contiene né latte né i suoi derivati se si esclude il burro, che essendo chiarificato e quindi naturalmente delattosato.

I celiaci, invece, devono apportare qualche modifica optando per frolle particolari, realizzate con farine gluten free. A tal proposito c’è solo l’imbarazzo della scelta. Chi vuole replicare il sapore originale può scegliere la farina di riso e di mais, chi cerca sentori rustici opta per la farina di grano saraceno, infine chi desidera note esotiche va sulla farina di teff.

FAQ sulla torta di fichi secchi

A cosa fanno bene i fichi secchi?

I fichi secchi contengono tutte le sostanze nutritive dei fichi freschi. Sono quindi remineralizzanti e vitaminici, inoltre sono ricchi di fibre e supportano i processi digestivi.

Chi ha il colesterolo alto può mangiare i fichi secchi?

I fichi secchi possono essere mangiati da chi ha il colesterolo alto, anzi sono molto indicati in quanto ricchi di una fibra che riduce la colesterolemia. Di fatto l’elevato apporto calorico dei fichi è dovuto non già all’abbondanza di grassi, bensì al contenuto di zuccheri.

Quando sono pronti i fichi secchi?

Di base l’essiccazione può considerarsi giunta al termine quando i fichi hanno assunto una tonalità dorata e una consistenza tra il morbido e l’elastico.

Quanto costano i fichi secchi?

In genere i fichi secchi costano tra i 10 e i 20 euro al chilo. Il prezzo può variare in base alla stagionalità e al metodo di preparazione. Vi consiglio comunque di prepararli in casa.

Ricette ai fichi secchi ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Barfi di anacardi

Barfi di anacardi, una variante del celebre dolce...

Barfi di anacardi, una delizia da gustare I barfi di anacardi sono più buoni dei barfi classici, in quanto sono più ricchi di sapore. Gli anacardi sono infatti tra la frutta a guscio più...

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...

Chebakia

Chebakia, dal Marocco un delizioso dolce alle mandorle

Quale miele utilizzare? Una volta modellati, i chebakia vanno fritti in olio di semi, ma la ricetta non si conclude con la cottura. Arrivati a questo punto, infatti, si prepara un composto di miele...