bg header
logo_print

Cheesecake alla camomilla senza glutine, una torta delicata

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Cheesecake alla camomilla
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

Cheesecake alla camomilla, tra gusto e leggerezza

La cheesecake alla camomilla è una torta senza glutine che vi sorprenderà. Si inserisce sul solco delle cheesecake classiche, ma apporta tante innovazioni, soprattutto a livello di farcitura. La farcitura è valorizzata non già dal formaggio spalmabile, ma da altri formaggi freschi come la ricotta, inoltre contiene un infuso di camomilla. Si tratta di un cambio di passo importante, in quanto nelle versioni più tradizionali la differenza tra una cheesecake e l’altra si gioca non tanto sulla farcitura, che tende a essere sempre uguale, quanto sulla copertura.

A proposito, anche la copertura presenta elementi particolari, infatti è realizzata con il cioccolato bianco e con la gelatina, in modo da assumere un sapore dolce e una consistenza morbida. Vi consiglio di preparare la cheesecake alla camomilla in occasione di eventi speciali, magari quando avete ospiti a pranzo o a cena. Può essere impiegata anche come ricca merenda, visto il carattere dolce che esprime.

Ricetta cheesecake alla camomilla

Preparazione cheesecake alla camomilla

Per preparare la cheesecake alla camomilla procedete in questo modo.

  • Frullate con il mixer i biscotti e la farina di mandorle, poi aggiungete il burro sciolto e mescolate per amalgamare il tutto. Versate il composto così ottenuto in una tortiera a cerniera ben imburrata e compattate con il dorso di un cucchiaio. Infine, fate riposare in frigo per 30 minuti.
  • Integrate due cucchiaini di camomilla in una tazza con 80 ml. di acqua e lasciate in infusione per 10 minuti.
  • Immergete in acqua fredda la gelatina per 5 minuti.
  • In una ciotola versate la ricotta, la scorza, il succo di limone e lo zucchero a velo. Infine, mescolate fino ad ottenere un composto liquido.
  • Strizzate la gelatina, versatele nella tisana e mescolate affinché si sciolga. Aggiungete questa miscela nel composto alla ricotta dopo averla filtrata per bene.
  • Aggiungete il mascarpone e la panna montata.
  • Versate la farcitura così ottenuta sulla base di biscotti e burro, poi ponetela in frigo per un’ora.
  • Ora occupatevi della copertura. Immergete la gelatina in acqua fredda per 5 minuti. Fate riscaldare la panna in un pentolino a fiamma media ma senza farla bollire. Poi aggiungete la gelatina ben strizzata alla panna e mescolate accuratamente.
  • Sciogliete il cioccolato bianco a bagnomaria e integratelo nella panna calda.
  • Spalmate questo composto sulla torta e fate riposare il tutto per 3 ore o più (si deve solidificare per bene).
  • Al momento del servizio aggiungete a piacere gli sprinkle.

Per la base della cheesecake:

  • 150 gr. di biscotti digestive,
  • 150 gr. di burro chiarificato,
  • 200 gr. di farina di mandorle.

Per la crema:

  • 2 cucchiai di fiori di camomilla essiccati,
  • 300 gr. di ricotta,
  • 150 ml. di panna montata consentita,
  • 100 gr. di mascarpone consentito,
  • scorza e succo di un limone,
  • 150 gr. di zucchero a velo,
  • 6 gr. di colla di pesce.

Per la copertura:

  • 10 gr. di colla di pesce,
  • 250 gr. di cioccolato bianco senza lattosio tritato finemente,
  • 100 ml. di panna fresca consentita.

Come preparare la base della cheesecake alla camomilla

La base di questa cheesecake alla camomilla senza glutine non è poi così diversa da quella delle altre cheesecake. Anche in questo caso i biscotti vanno tritati e uniti al burro fuso, tuttavia la ricetta richiede anche l’impiego della farina di mandorle, che aggiunge ulteriore dolcezza e favorisce l’amalgama.

Il burro dovrebbe essere chiarificato in quanto è privo di caseine, dunque propone un sapore più delicato rispetto al burro standard, tale da conferire il giusto spazio alla base di biscotti. Per quanto concerne i biscotti vi consiglio di utilizzare i Digestive, che sono abbastanza neutri ma anche dotati di una grana che favorisce la riduzione in trito.

La base va versata nello stampo a cerniera e compattata con il dorso di un cucchiaio. A seguito del passaggio in frigo, che non deve essere per forza lungo, si stabilizza ulteriormente fino ad accogliere senza grandi problemi le farciture più pesanti.

Una farcia diversa dal solito

Il vero punto di forza di questa cheesecake alla camomilla è la farcitura, che appare molto diversa dal solito. Tanto per cominciare è assente il formaggio cremoso, che viene sostituito dalla ricotta. Una scelta che premia la dolcezza ma che impone qualche accorgimento in fase di preparazione in quanto la sua grana è molto meno liscia. Troviamo poi il mascarpone, che non è sempre presente nelle cheesecake classiche. Inoltre, la farcia viene realizzata anche per mezzo della camomilla, rappresentando il vero elemento caratterizzante della ricetta.

Nello specifico la camomilla viene versata in un po’ di acqua bollente, in modo da dare vita a un infuso. Questo viene arricchito con la gelatina, formando una soluzione densa che viene integrata nella farcia. La presenza della camomilla conferisce un tocco floreale alla farcitura, senza compromettere i sentori di latte tipici della farcia.

Cheesecake alla camomilla

Una copertura incantevole per la cheesecake alla camomilla

Un’altra novità della cheesecake alla camomilla riguarda la copertura. Di norma le ricette di cheesecake concedono un grande margine di discrezione a riguardo e persino una spiccata creatività. Cionondimeno, la copertura della cheesecake alla camomilla stupisce per l’audacia, per gli abbinamenti particolari, per il gusto e per l’aspetto.

Si tratta infatti di sciogliere il cioccolato bianco tritato a bagnomaria, integrarlo nella panna fresca e aggiungere la gelatina ben strizzata. Poi si lavora fino ad ottenere un composto morbido, denso ed elastico, da spalmare uniformemente sulla farcitura. Il colpo d’occhio è davvero suggestivo: il giallo pallido della copertura contrasta con il bianco candido della farcitura, che a sua volta contrasta il marrone vivace della base.

Un focus sulla camomilla

La camomilla, elemento chiave di questa gustosa cheesecake senza glutine, merita senza dubbio un focus ben dettagliato. Questo fiore è ampiamente apprezzato sia in cucina che in campo medico naturale, e svolge un ruolo fondamentale in questa deliziosa preparazione.

In cucina, la camomilla viene utilizzata per creare bevande rilassanti e per aromatizzare creme e dolci, come avviene in questa cheesecake. La sua fragranza leggermente erbacea e il sapore delicato conferiscono un tocco unico e profumato a ogni piatto in cui è presente. La camomilla aggiunge un’armoniosa nota floreale che si sposa perfettamente con la dolcezza e la cremosità della cheesecake.

Oltre al suo utilizzo in cucina, la camomilla è ampiamente conosciuta per le sue proprietà benefiche in campo medico naturale. È celebre per le sue proprietà lenitive, rilassanti e calmanti. Spesso viene utilizzata come rimedio naturale per combattere l’insonnia e promuovere il sonno ristoratore. L’infuso di camomilla è una bevanda popolare, nota per il suo effetto calmante che può aiutare a ridurre lo stress e favorire il rilassamento.

Mentre la camomilla in bustina, che contiene il fiore già essiccato e polverizzato, è comoda ed efficace, quando possibile è consigliabile utilizzare la materia prima fresca. La camomilla fresca ha un aroma ancora più intenso e può dare un tocco autentico alle tue preparazioni culinarie.

La versatilità della camomilla è un suo punto di forza. La sua delicatezza la rende adatta a una vasta gamma di utilizzi, sia in cucina che nella medicina naturale. Quindi, nella preparazione della tua cheesecake senza glutine, la camomilla aggiunge non solo un sapore unico, ma anche una tradizione di benessere che si può gustare in ogni morso.

FAQ sulla cheesecake alla camomilla

Dove si tiene la cheesecake?

La cheesecake va conservata in frigo, se possibile a temperatura più bassa del solito. E’ assolutamente sconsigliato il freezer, in quanto la torta si congela presto.

Come fare se la cheesecake non si solidifica?

Il problema è dovuto quasi sempre alla gelatina. Il consiglio è di rimuovere le porzioni di composto in cui sono presenti i grumi di gelatina e aggiungerne dell’altro con una gelatina trattata nel modo corretto.

Come fare la cheesecake senza lo stampo a cerniera?

In questo caso è consigliato coprire il fondo dello stampo con la carta da forno, ma facendo in modo che ai lati ne sporga parecchia. In tal modo è possibile sollevare i lembi ed estrarre la cheesecake senza romperla.

Ricette di cheesecake ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Barfi di anacardi

Barfi di anacardi, una variante del celebre dolce...

Barfi di anacardi, una delizia da gustare I barfi di anacardi sono più buoni dei barfi classici, in quanto sono più ricchi di sapore. Gli anacardi sono infatti tra la frutta a guscio più...

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...

Chebakia

Chebakia, dal Marocco un delizioso dolce alle mandorle

Quale miele utilizzare? Una volta modellati, i chebakia vanno fritti in olio di semi, ma la ricetta non si conclude con la cottura. Arrivati a questo punto, infatti, si prepara un composto di miele...