bg header
logo_print

Tacos con straccetti di tacchino, una versione leggera

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Tacos con straccetti di tacchino
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Tacos con straccetti di tacchino, un vanto della cucina tex-mex

Oggi cuciniamo i tacos con straccetti di tacchino, una versione un po’ più leggera dei classici tacos. Si differenziano dagli originali per almeno due elementi. In primis contengono la carne di tacchino anziché la carne di manzo, che rappresenta un ingrediente ricorrente per questo genere di preparazione. In secondo luogo non prevedono l’impiego di formaggio fuso, il famoso “queso”, bensì di formaggio grattugiato caprino, da sostituire se occorre con la feta sbriciolata.

Al di là di ciò, i tacos con straccetti di pollo incarnano i principi della ricetta originale e rendono onore alla cucina tex-mex. Anche considerando questi cambiamenti esprimono una spiccata corposità, sono saporiti e molto “conviviali”. Non è un caso che i tacos – così come i burritos – siano protagonisti delle serate al pub in un’ottica di fast food.

Ricetta tacos con straccetti di tacchino

Preparazione tacos con straccetti di tacchino

Per preparare i tacos con straccetti di tacchino procedete in questo modo.

  • Pelate la cipolla e dividetela in due. Poi tagliate una metà a cubetti e l’altra metà a fettine. Lo scalogno, invece, riducetelo a fette sottili.
  • Riduce le fette di tacchino a straccetti e rosolateli in una piccola pentola in ghisa a fiamma media. Ovviamente aggiungete un po’ di olio e fate attenzione a cuocere entrambi i lati.
  • Poi prelevate il tacchino dalla pentola e aggiungete la cipolla fatta a cubetti, infine fatela dorare leggermente e sfumate con la birra.
  • Passate un po’ di aglio sbucciato sul tacchino, poi conditelo con il sale e la salsa chipotle.
  • Ora prelevate la cipolla dalla pentola, reintegrate il pollo e chiudete con il coperchio. Infine, cuocete al forno a 170 gradi per 45 minuti.
  • Arricchite il fondo di cottura prodotto con lo scalogno e con il succo di lime.
  • Poi farcite i tacos con il guacamole, la cipolla rossa a fette, il tacchino e il coriandolo.
  • Infine, completate con un formaggio, ad esempio con la feta sbriciolata o con il caprino grattugiato.

Ingredienti tacos con straccetti di tacchino

  • 4 tacos di mais
  • 300 gr. di fettine di tacchino
  • 1 cipolla rossa
  • uno spicchio di aglio
  • 1 scalogno
  • 1 ciuffo di coriandolo
  • succo di 2 lime
  • 60 gr. di guacamole
  • 120 ml. di birra ambrata
  • 5 cucchiai di chipotle
  • qualche cucchiaio di olio di oliva extravergine
  • un pizzico di sale.

Tutto il sapore e le proprietà nutrizionali del tacchino

L’elemento più importante di questi tacos con straccetti di tacchino, che segna una discontinuità con la ricetta originale, è proprio la carne di tacchino. Il suo sapore è simile al pollo ma è comunque in grado di trasmettere note più delicate. E’ anche più leggero in quanto il tacchino è meno grasso e meno calorico. Un etto di carne di tacchino, infatti, raramente supera le 90 kcal. Ciononostante non lascia a desiderare in quanto ad apporto di importanti proprietà nutrizionali, infatti troviamo le vitamine del gruppo B, il magnesio, il potassio e persino il ferro.

In occasione di questa ricetta il tacchino viene sottoposto a un trattamento particolare. Viene prima di tutto ridotto in straccetti, poi viene messo a rosolare leggermente in una piccola pentola di ghisa. Poi va messo da parte in modo da fare spazio alle cipolle, che vanno cotte e sfumate con la birra. Infine si reintegra il tacchino, lo si condisce con la salsa chipotle e si completa la cottura al forno. Si ottiene così un tacchino molto saporito, valorizzato da un processo di cottura raffinato e da molti sapori.

Il ruolo del guacamole nei tacos con straccetti di tacchino

La  lista degli ingredienti dei tacos con straccetti di tacchino comprende anche il guacamole. Si tratta di una salsa “leggendaria”, la cui ricetta ha attraversato più o meno indenne i secoli. Questa salsa è tipica della cucina azteca, poi confluita in quella messicana. Dal punto di vista gastronomico è una salsa a base di polpa di avocado (che per l’occasione viene schiacciato con la forchetta), succo di lime e peperoncino verde. Il sapore è particolare in quanto esprime la corposità e la pienezza dell’avocado, oltre al sapore acidulo e stuzzicante del lime.

La salsa guacamole è declinata in tante varianti. Alcune sono decisamente piccanti, altre più varie in termini di sapore in quanto comprendono pomodori, cipolla, aglio e spezie varie.

In occasione di questa ricetta la guacamole va aggiunta alla fine, ossia al momento della composizione dei tacos. La salsa premia il sapore leggero del tacchino, inoltre interagisce al meglio con i sentori corposi del taco stesso, che è realizzato con la farina di mais.

Tacos con straccetti di tacchino

Come preparare la chipotle

I tacos con straccetti di tacchino sono un piatto unico che vanta anche il contributo della salsa chipotle. In realtà questa salsa è una specialità del sud America, in particolare del Cile e del Perù. Tuttavia, è diffusa ormai anche in Messico e ricorre in molti piatti tipici del paese centroamericano. Di cosa si tratta? Potremmo definirla come una salsa a base di yogurt, peperoncino e spezie.

Lo yogurt deve essere bianco e se possibile colato. In alternativa è possibile utilizzare la panna acida, che offre sentori del tutto simili. Per quanto concerne il peperoncino andrebbe utilizzato proprio la varietà chipotle (che da il nome alla salsa). In realtà non è una specie vera e propria, bensì una preparazione a base di peperoncini di tipo jalapeno. Come spezie si utilizza in genere il prezzemolo, sostenuto dall’azione pungente dell’aglio e da quello acre del lime.

In occasione di questa ricetta, la salsa chipotle viene utilizzata per insaporire gli straccetti di tacchino, rendendo il ripieno ancora più complesso dal punto di vista organolettico.

FAQ sui tacos con straccetti di tacchino

Che differenza c’è tra tacos e burritos?

I tacos sono realizzati con la farina di mais e vengono in genere chiusi a portafoglio. I burritos, invece, possono essere realizzati con la farina di frumento e vengono arrotolati.

Come si mangiano i tacos?

Il ripieno dei tacos è molto variegato, in genere si utilizza della carne di manzo ma non viene disdegnato nemmeno il petto di pollo. Abbondante è la presenza di cipolle, spezie, formaggio e salse particolari, come può essere la salsa chipotle.

Ricette di tacos ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Hamburger di quinoa e melanzane

Hamburger di quinoa e melanzane, una delizia 100%...

Uno sguardo alla quinoa La quinoa è la vera protagonista di questa sfiziosa ricetta. Occupa un posto d’onore negli hamburger di melanzane, adatti anche ai celiaci o a chi manifesta una marcata...

Hamburger di manzo con friggitelli

Hamburger di manzo con friggitelli, un secondo delizioso

Cosa sono i friggitelli? Gli hamburger di manzo e friggitelli sono di norma una ricetta semplice, in quanto a variare non è il procedimento bensì gli ingredienti. Per l’occasione ho deciso di...

Hamburger di patate con porri e zucchine

Hamburger di patate con porri e zucchine, un...

Il porro come ingrediente cardine per la rubrica Erbe e Fiori Preciso che questa deliziosa ricetta è frutto della collaborazione con le mie amiche Miria Onesta di Due Amiche in Cucina, Daniela...