Tartare di manzo con maionese all’aglio: sfiziosa

Tartare di manzo con maionese
Commenti: 0 - Stampa

Un piatto elegante in pochi passaggi senza cottura

La tartare di manzo con maionese profumata all’aglio non è un piatto per tutti. La carne cruda d’altronde, un po’ come il sushi o i crudi di mare, sono una leccornia non sempre condivisa. Intanto, lo premettiamo, se non si dispone di materie prime di eccellente e comprovata qualità è davvero meglio evitare di approcciare questo piatto. D’altronde è facile comprenderne le ragioni, una carne non freschissima, mal conservata o semplicemente non all’altezza della tartare, può non essere buona come desidereremmo ed al tempo stesso fare davvero male alla nostra salute. Stiamo dunque attenti!

Con le giuste precauzioni, tuttavia, la tartare di manzo resta una delle pietanze gourmet che prepariamo più spesso, in ogni sua possibile variante. E di tartare ne abbiamo immaginate e prodotte tante, tra verdure, frutta, carne e pesce. Scoprite tutte le stuzzicanti ricette sfogliando le proposte presenti sul nostro blog, e non mancate di segnalarci le vostre preferite!

Un secondo chic, senza glutine e senza lattosio

Preparatevi a strabuzzare gli occhi dinnanzi alla tartare di manzo con maionese all’aglio! Quest’oggi, per regalare alla tartare un tocco di originalità, abbiamo deciso di abbinarla ad una maionese leggera e spumosa fatta semplicemente con olio di semi di mais, latte di soia, aglio in polvere e succo di limone. Con questi ingredienti regaliamo al nostro piatto una veste saporita, interessante ed attenta alle intolleranze alimentari. Abbiamo a cuore ovviamente il nostro ed il vostro benessere, per questo la scelta degli ingredienti è sempre tra le nostre preoccupazioni principali, assieme alla bontà di un piatto.

Con questo secondo uniamo le esigenze della celiachia e dell’intolleranza al lattosio, proponendo per tutti, indistintamente, una stessa e gustosissima versione di tartare. Una leccornia che non lascia di certo indifferenti ma che rientra a pieno titolo in quelle pietanze che si possono amare oppure odiare, nessuna via di mezzo è accettabile! E voi? Cosa ne pensate? Vorreste provare questa delizia o la carne cruda vi lascia ancora diffidenti?

Tartare di manzo con maionese

Potrei raccontarvi della prima volta in cui mi fu proposta una tartare. Per natura curiosa ed entusiasta, amo sempre provare le pietanze nuove, eppure un po’ di dubbi li avevo guardando il piatto, seppur presentato in maniera elegantissima ed invitante. Alla fine, al primo assaggio, posso confermare l’avvio di un amore per le tartare di ogni tipo che ancora adesso perdura, a distanza di anni!

Tartare di manzo, un piatto da veri intenditori

La tartare di manzo con maionese profumata all’aglio è un piatto che dobbiamo servire con passione, ma alle persone giuste, con la certezza che possano gradirlo. Nelle cene che abbiamo deciso d’impreziosire con questo secondo, abbiamo ottenuto tanti complimenti e la soddisfazione di vedere i piatti tirati a lucido! Non possiamo però pensare che questa pietanza incontri il gusto di tutti, giacché ci sarà sempre qualcuno titubante dinnanzi ad un piatto senza cottura, anche se proposto visivamente nella maniera migliore con un impiattamento curato ed elegante.

Nel nostro caso a completare l’aspetto visivo bastano gli stessi ingredienti, il bianco candido della maionese alla polvere d’aglio su cui spiccano i pezzettini di carne rossa di manzo ed il verde delle erbette aromatiche. Insomma, la bellezza della semplicità!

Ed ecco la ricetta della tartare di manzo con maionese profumata all’aglio:

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr. di controfiletto di manzo
  • 2 cucchiai d’olio extravergine di oliva
  • q. b. di sale e pepe
  • 40 gr. circa di maionese per porzione

Ingredienti per la maionese all’aglio:

  • 100 ml d’olio di semi di mais
  • 80 gr. di latte di soia
  • q. b. di sale
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 1 gr. di polvere d’aglio
  • q. b. di timo per decorare
  • q. b. di alloro per decorare

Preparazione:

Per preparare la tartare di manzo con maionese profumata all’aglio, dedicatevi anzitutto alla preparazione della carne. Rimuovete il grasso dal controfiletto di manzo e, con un coltello affilato, riducetelo in piccoli dadini. Mettete la carne in una coppetta e conditela riccamente con olio extra vergine , sale e pepe. Strizzate leggermente la dadolata di carne, dividendola in quattro coppa-pasta e premetevi la carne dentro con le dita.

Dedicatevi a questo punto alla preparazione della maionese. Prendete il latte e versatelo in un contenitore piuttosto alto e stretto, così che sarà più facile incorporarvi l’aria. Frullate il latte con un mixer ad immersione, facendo in modo che possa incorporare più aria possibile. Quando sul latte cominciano a formarsi le bollicine, aggiungete l’olio lentamente fino a conclusione. Aggiungete poi il sale, il limone e la polvere d’aglio, continuando a frullare il tutto fino ad ottenere una maionese leggera ma abbastanza densa.

Preparate la composizione della tartare di manzo con maionese profumata all’aglio a partire da un letto di maionese. Adagiate la carne pressata nel coppa-pasta e decorate il tutto aggiungendo dell’altra maionese e delle foglie di timo e alloro per decorare. Servite e buon appetito!

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Rosa di Parma

Rosa di Parma, un piatto per scoprire la...

Rosa di Parma, un piatto colorato e gustoso La Rosa di Parma, come suggerisce il nome, è un piatto della tradizione emiliana, o meglio parmense. E’ un secondo molto gustoso e non troppo...

Pollo con funghi porcini

Pollo con funghi porcini, un secondo leggero e...

Pollo con funghi porcini, un secondo classico Il pollo con funghi porcini è un secondo piatto classico che rende molto con il minimo impegno. Gli ingredienti, infatti, si contano sulle dita di una...

Testina di vitello con ceci

Testina di vitello con ceci, un secondo speziato

Testina di vitello con ceci e rosmarino, un piatto per valorizzare un taglio di carne poco diffuso La testina di vitello con ceci e rosmarino è un secondo piatto dai sapori forti, che si fregia di...

Ossobuco alla milanese

Ossobuco alla milanese, tre varianti classiche

L’ossobuco alla milanese e i suoi accompagnamenti L’ossobuco alla milanese è un classico della cucina lombarda. E’ conosciuto in tutta Italia e anche all’estero, a testimonianza...

Millefoglie di trota e radicchio

Millefoglie di trota e radicchio, un secondo dolce

Millefoglie di trota e radicchio, un’idea gourmet La millefoglie di trota e radicchio è un secondo dall’aspetto elegante, che gioca su una distribuzione ben pensata di sapori e colori. E' un...

Filetto di rombo con pistacchi

Filetto di rombo con crema di pistacchi, gustoso

Filetto di rombo con crema di pistacchi, un secondo da leccarsi i baffi Il filetto di rombo con crema di pistacchi è un secondo piatto di pesce dal carattere gourmet. In primis perché il rombo...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


17-07-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti