bg header
logo_print

Cheesecake ai mirtilli e lamponi, una versione classica

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Cheesecake ai mirtilli e lamponi
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Cheesecake ai mirtilli e lamponi, la cheesecake per eccellenza

Oggi prepariamo la cheesecake ai mirtilli e lamponi, una cheesecake che si inserisce nel solco della tradizione. D’altronde la celebre torta anglosassone, nelle sue ricette più ordinarie, fa spesso uso di frutti rossi e frutti di bosco. Si segnala però qualche elemento di innovazione. Tanto per cominciare la copertura non è glassata, ma lascia spazio alla frutta fresca. In secondo luogo la panna non viene agitata e nemmeno semi-montata. Lo scopo è quello di conservare il sapore originale e premiare l’elemento di latte. Ovviamente è necessario compensare l’assenza di questo passaggio con una gestione più accorta della gelatina.

Per il resto la cheesecake ai mirtilli e lamponi è una torta alla portata dei principianti. Ciò non deve stupire, visto che la cheesecake è spesso il primo dolce con cui si ha a che fare. Si può considerare come un trampolino di lancio verso lo sviluppo delle proprie competenze da “pasticciere”.

Ricetta cheesecake ai mirtilli e lamponi

Preparazione cheesecake ai mirtilli e lamponi

Per preparare la cheesecake ai mirtilli e lamponi procedete in questo modo.

  • Ricavate un trito molto fine dai biscotti, sbriciolandoli all’interno di un sacchetto o frullandoli nel mixer. Versate i biscotti in una grande ciotola e aggiungete il burro fuso. Poi amalgamate e trasferite il composto in uno stampo a cerniera di 24 cm di diametro foderato con carta da forno. Compattate, livellate per bene e ponete lo stampo in frigo.
  • A parte mescolate il formaggio fresco con lo zucchero, poi incorporate lo yogurt.
  • Intanto fate ammollare la gelatina in acqua fredda per 10 minuti.
  • Scaldate la panna e ponete al suo interno la gelatina ormai reidratata e ben scolata. Infine, fate sciogliere per bene la gelatina.
  • Ponete questo composto su quello al formaggio e mescolate con decisione.
  • Versate la farcitura così ottenuta sulla base e ponete in frigo per 5-6 ore.
  • Infine, guarnite la cheesecake con mirtilli e lamponi tagliati a pezzettini.

Per la base:

  • 300 gr. di biscotti digestive consentiti,
  • 150 gr. di burro chiarificato.

Per la crema:

  • 500 gr. di formaggio spalmabile consentito,
  • 500 ml. di yogurt greco denso,
  • 150 gr. di zucchero,
  • 200 ml. di panna consentita,
  • 10 gr. di gelatina in fogli.

Per la decorazione:

  • 100 gr. di lamponi,
  • 100 gr. di mirtilli,
  • qualche fogliolina di menta.

Una base classica per la cheesecake ai mirtilli e lamponi

La cheesecake ai mirtilli e lamponi si fregia di una base tradizionale, che viene realizzata con biscotti secchi e burro. I biscotti vengono triturati con l’aiuto di un mortaio o con il mixer. Il burro, invece, viene fuso. I due ingredienti formano un composto granuloso ma compatto, che va reso più omogeneo possibile dopo il trasferimento nello stampo. Questa base deve riposare a lungo in frigo in modo che possa stabilizzarsi.

Per quanto concerne i biscotti vi consiglio i digestive, che spiccano per il sapore neutro e capace di interagire con gli altri ingredienti, senza coprirne il sapore. Il burro, invece, dovrebbe essere chiarificato, in quanto è più delicato e meno accentuato di sapore. Il motivo è sempre lo stesso, ossia conferire il giusto spazio al resto della ricetta, quindi alla farcitura e alla guarnizione.

Ovviamente, se soffrite di celiachia, optate per dei biscotti gluten-free realizzati con farina di riso e farina di mais, tuttavia potete optare anche per quelli al grano saraceno, al fronio e al teff, se desiderate una cheesecake più rustica o esotica.

Una farcitura ricca per la cheesecake ai mirtilli e lamponi

La farcitura della cheesecake ai mirtilli e lamponi è alquanto classica, pur presentando due elementi di novità. Come già accennato, la panna viene riscaldata e addizionata alla gelatina. In secondo luogo si utilizza lo yogurt, una presenza ricorrente nelle cheesecake. Non di rado lo yogurt viene sostituito dal mascarpone, tuttavia se optate per lo yogurt vi consiglio di utilizzare lo yogurt bianco greco, in quanto è più “puro” e acidulo al punto giusto.

Per quanto concerne il formaggio spalmabile, potete scegliere quello che più vi aggrada. A tal proposito vi consiglio di rimanere sul formaggio vaccino, che è alquanto saporito. Se soffrite di intolleranza al lattosio è sufficiente apportare delle leggere modifiche per rendere la ricetta completamente “safe”. In questo caso basta sostituire la panna e lo yogurt con le versioni delattosate. Il sapore è simile all’originale e solo leggermente più dolce. Il burro chiarificato, invece, è quasi del tutto privo di lattosio.

Cheesecake ai mirtilli e lamponi

Una guarnizione colorata e squisita

Concludo con qualche informazione sulla guarnizione della cheesecake ai mirtilli e lamponi. A differenza delle altre cheesecake questa versione non include la glassa, ma solo la frutta fresca. Si tratta di un modo per valorizzare la farcitura, i mirtilli e i lamponi. Inoltre, potete concludere la ricetta con qualche fogliolina di menta, che aggiunge una spiccata freschezza.

Lamponi e mirtilli rappresentano un’accoppiata davvero squisita. Entrambi esprimono sentori tra il dolce e l’acidulo, presentandosi con colori vividi, a tal punto da conferire alla torta un aspetto scenografico.

Questi frutti di bosco fanno anche bene alla salute. Al di là dell’abbondanza di vitamine e sali minerali, vantano un’ottima presenza di antiossidanti. Nello specifico, i mirtilli freschi sono ricchi di antocianine, che sono responsabili del colore blu-viola. I lamponi, invece, sono ricchi di luteina e di licopene.

FAQ sulla cheesecake ai mirtilli e lamponi

Quanto deve stare in frigo la cheesecake?

Dipende dalla temperatura e dalla stabilità della farcitura. Di base non si dovrebbe scendere al di sotto delle 3 ore. L’ideale è far riposare la cheesecake in frigo per 5 o 6 ore.

Cosa fare se la cheesecake non si addensa?

Il mancato addensamento della farcitura è dovuta in genere alla gelatina, che è troppo vecchia o troppo poca. La soluzione definitiva sarebbe quella di rifare da capo la farcitura. Come soluzione di comodo si potrebbe porre la cheesecake fredda in freezer, per poi tirarla fuori dieci minuti prima del consumo. In questo caso la consistenza cambierà, ma almeno sarà solida.

Cosa usare al posto dei biscotti nella cheesecake?

Sostituire i biscotti significa dare vita a varianti particolari. Ad ogni modo, si potrebbe utilizzare un misto di farina e frutta secca tritata grossolanamente.

Ricette di cheesecake ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Banane in sfoglia con crema alle nocciole

Banane in sfoglia con crema alle nocciole, un...

La banana, un frutto dalle tante potenzialità Vale la pena parlare della banana, il vero protagonista della ricetta delle banane in sfoglia con crema alle nocciole. La banana è un frutto...

Gulab jamun

Gulab jamun, i dolcetti al latte della tradizione...

Un impasto fuori dal comune L’impasto dei gulab jamun è fuori dal comune per almeno due motivi. In primo luogo perché viene valorizzato dal cardamomo, una spezia che raramente compare negli...

Mousse di granadilla

Mousse di granadilla, un dessert per viaggiare con...

Cosa sapere sulla granadilla Vale la pena parlare della granadilla, che è l’ingrediente principale di questa deliziosa mousse. Inizio col dire che è un frutto raro a tutti gli effetti,...