bg header
logo_print

Uova sode all’aceto balsamico, un’idea per Halloween

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Uova sode all aceto balsamico
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana, Halloween
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (2 Recensioni)

Uova sode all’aceto balsamico, da una tradizione all’altra

Le uova sode all’aceto balsamico sono la reinterpretazione di una ricetta classica, afferente alla gastronomia mediterranea, in una prospettiva più moderna, che possa porgere ad Halloween. Possiamo affermare che sia l’incontro tra due tradizioni. Nella fattispecie, la speciale colorazione che le uova assumono tende decisamente al nero e le rende “spendibili” per le feste a tema horror, che sono a tinte fosche, per quanto ovviamente improntate sull’ironia. Perché queste uova sode sono nere? Semplice, assumono questa colorazione perché vengono marinate nell’aceto balsamico. La marinatura è abbastanza lunga, infatti deve durare almeno 12 ore, il tempo necessario affinché le uova assumano la tonalità dell’aceto ed in parte anche il suo sapore.

Ovviamente le uova vanno prima rassodate. Il metodo è sempre lo stesso, ovvero la bollitura con tutto il guscio. Il rassodamento è solo uno dei metodi con cui è possibile cuocere le uova. D’altronde, stiamo parlando di un elemento versatile, alla base dell’alimentazione di molte tradizioni gastronomiche. Anzi, altrove le uova vengono consumate a colazione, magari strapazzate e arricchite con ortaggi o salumi. I metodi più semplici sono comunque il tegamino e le omelette. Le uova in camicia sono apprezzate un po’ da tutti, ma a dispetto della loro popolarità sono le più difficili da realizzare. In questo caso l’acqua deve essere opportunamente condita e, allo stesso tempo, “agitata” per creare un mulinello che possa mantenere assieme albume e tuorli.

Ricetta uova sode all’aceto balsamico

Preparazione uova sode all’aceto balsamico

Per preparare le uova sode all’aceto balsamico trasferite le uova in un pentolino pieno di acqua. Accendete la fiamma e fate bollire per circa 7-8 minuti, a seconda di quanto le gradite sode. Poi scolate le uova e immergetele direttamente in acqua fredda in modo da interrompere la cottura e favorire la rimozione del guscio.

Rimuovete il guscio, mettete le uova in una ciotola e versate l’aceto balsamico. Infine, fatele marinare così per 12 ore. Poi scolatele, asciugatele, tagliatele a metà e servitele per la festa di Halloween!

Ingredienti uova sode all’aceto balsamico

  • 4 uova
  • 350 ml. di aceto balsamico.

Le proprietà nutrizionali delle uova

La lista degli ingredienti delle uova sode all’aceto balsamico è minimale, infatti è formata dall’aceto balsamico e dalle uova. Vale dunque la pena spendere qualche parola per descrivere le uova dal punto di vista nutrizionale. Ma prima sfatiamo un mito, ossia di per sé le uova non fanno male. Certo, contengono il colesterolo, che se accumulato può provocare gravi problemi di salute. L’apporto di colesterolo, tuttavia, non è eccessivo e può essere tenuto a bada semplicemente consumando le uova con moderazione. Ogni persona è un caso a sé stante, ma la quantità di uova universalmente riconosciuta come “innocua” è sette a settimana (o uno al giorno se preferite).

Per il resto, le uova sono una vera e propria bomba nutrizionale, una risorsa per chi vuole continuare a stare bene. Sono infatti ricche di proteine e sali minerali. Le proteine sono contenute soprattutto nel tuorlo, ovvero la parte rossa, ma abbondano anche negli albumi. I sali minerali si trovano invece in entrambe le componenti e in quasi egual misura. Nelle uova troviamo il calcio, che fa bene ai denti, alle unghie e soprattutto alle ossa, specie in età avanzata in cui aiuta a prevenire patologie a carico dell’apparato scheletrico.

Uova sode all aceto balsamico

Le uova, un’ottima fonte di vitamina D e lecitina

Le uova contengono anche la vitamina D, che è piuttosto rara in natura in quanto si trova nel latte, in alcuni latticini, in poche specie di funghi e nei pesci grassi. Per inciso, la vitamina D potenzia il sistema immunitario, rendendolo più reattivo a contrastare batteri, virus e parassiti.

Un’altra sostanza importante nelle uova è la lecitina, che mantiene le arterie sufficientemente elastiche, e pertanto allontana lo spettro di infarti, ictus e aneurismi. Per quanto concerne l’apporto calorico, siamo su livelli non elevati: un uovo medio contiene circa 70 kcal. Infine, una buona notizia per chi soffre di intolleranze alimentari: le uova non contengono lattosio, glutine e nichel.

Un focus sull’aceto balsamico

L’aceto balsamico gioca un ruolo fondamentale in questa ricetta delle uova sode, anzi è proprio il tratto distintivo. Senza di esso staremmo parlando di “semplici” uova sode. L’aceto balsamico funge da liquido di marinatura e condimento. Trasforma in parte il sapore delle uova e fa sì che la loro superficie acquisisca una suggestiva tonalità scura, dal vermiglio al nero. L’aceto balsamico è una tipologia particolare di aceto in quanto viene realizzata a partire dal mosto di uva, che viene filtrato, cotto e sottoposto a due fermentazioni distinte: alcolica e acetica. Il suo aroma è inconfondibile e giustifica l’aggettivo “balsamico”. L’aceto balsamico più famoso, e anche più buono ad essere onesti, è quello prodotto in Emilia. Sto parlando del famoso Aceto balsamico di modena DOP.

A suo modo, l’aceto balsamico è un alimento nutriente, infatti contiene acqua, zuccheri dovuti alla fermentazione e una certa quantità di sali minerali. Il riferimento è al calcio, al fosforo, al potassio e al ferro. La presenza del ferro non è scontato in un alimento di origine vegetale. Per inciso, aiuta l’organismo ad ossigenare il sangue in maniera ottimale, attenuando i sintomi legati ad eventuali condizioni anemiche. A dispetto di quanto si pensa, l’aceto balsamico non è calorico, infatti 100 millilitri apportano meno di 90 kcal.

Ricette per halloween ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Lasagne alla zucca e fiocchi di latte

Lasagne alla zucca e fiocchi di latte, una...

Un focus sulla zucca, l’ortaggio perfetto Queste lasagne con zucca sono un ottimo primo piatto in grado di far emergere il sapore dell’ortaggio, che troppo spesso tende a perdersi in quello...

Plumcake alla zucca

Plumcake alla zucca, un dolce per Halloween

Un focus sulla zucca La protagonista di questo plumcake è ovviamente la zucca. Essa va ridotta in purea e mescolata agli altri ingredienti per ottenere il classico impasto da plumcake morbido,...

Cappelli della strega (

Cappelli della strega, un simpatico dolce per Halloween

Come usare il cioccolato fondente nei cappelli della strega Tra i protagonisti di questa ricetta dei cappelli della strega spicca il cioccolato fondente. Il suo ruolo è duplice: da un lato...