Bicchierini di cheesecake mostruosi, per Halloween

Bicchierini di cheesecake
Commenti: 0 - Stampa

Benvenute alla scoperta della nuova ricetta di oggi: sono i bicchierini di cheesecake mostruosi! Halloween è ormai alle porte! Se anche voi, come me, vi entusiasmate al solo pensiero di preparare delle semplici leccornie da offrire ai vostri invitati in occasioni speciali…

Prima di buttarci a capofitto nella preparazione dei nostri bicchierini di cheesecake mostruosi, però, vorrei fare un brevissimo cenno alle origini di quella che è, a tutti gli effetti, una delle feste più celebrate in tutto il mondo.

Halloween, contrazione di All Hallows’ Eve Day (cioè la notte prima di Ognissanti), è uno tra i più antichi riti celebrativi della storia. La festa però non nasce in America come si potrebbe pensare, ma ha origini antichissime rintracciabili in Irlanda. Da qui, la tradizione è stata poi esportata negli Stati Uniti dagli emigranti, che, fuggendo dalla tragica carestia dell’800, arrivarono in tantissimi nella nuova terra. Dalle sfilate in costume ai travestimenti e giochi dei bambini, dall’intaglio delle zucche alla famosissima frase “dolcetto o scherzetto?”, col tempo Halloween si è diffusa a livello globale, restando una delle usanze più “spaventose” di sempre.

Bicchierini di cheesecake

Una delizia “terrificante”, leggera ma con carattere!

Gli ingredienti principali dei miei bicchierini di cheesecake mostruosi sono diversi: dalla ricotta fresca al formaggio spalmabile morbido – entrambi naturalmente senza lattosio -, dai biscotti senza glutine al cacao e al cioccolato. Dosati sapientemente, questi elementi creano un mix così gustoso da ingolosire anche i palati più esigenti! Le caramelle gommose, a forma di vermetti e teschi, poi, aggiungeranno quel pizzico di brivido che non può mancare proprio la sera di ! Vediamo subito come preparare i bicchierini di cheesecake mostruosi e sorprendere adulti e piccini con una proposta davvero originale!

Ed ecco la ricetta dei Bicchierini di cheesecake mostruosi

 Ingredienti per 4 bicchierini

  • 120 gr. di ricotta fresca consentita,
  • 120 gr. formaggio fresco spalmabile senza lattosio Exquisa
  • 6 grossi biscotti consentiti al cioccolato
  • 2 cucchiai scarsi di cacao amaro
  • 1 cucchiaio colmo di miele liquido
  • 1 punta di cucchiaino di cannella in polvere
  • q.b latte fresco intero consentito
  • qualche caramella gommosa a forma di vermetti e teschi (soggetti mostruosi) gluten free per decorare
  • un cucchiai di cacao amaro e scagliette di cioccolato fondente per decorare

Preparazione

La preparazione dei bicchierini di cheesecake mostruosi è semplicemente … da paura! Seguite con me i vari passaggi per ottenere un risultato davvero sorprendente.

Per prima cosa, utilizzate un mortaio per polverizzare i biscotti.

Distribuite poi la polvere ottenuta sul fondo di quattro bicchierini trasparenti.

Versateci sopra qualche cucchiaino di latte, poi livellate e pressate bene il composto col dorso di un cucchiaino, in modo da formare una base piuttosto compatta.

Per la preparazione della crema, amalgamate in una ciotola la ricotta col miele; unite il formaggio spalmabile, il cacao setacciato e anche il pizzico di cannella (se vi piace particolarmente, potete abbondare un po’), continuando a mescolare per ottenere una bella crema morbida e corposa.

Dopo, distribuite in egual misura la crema in ogni bicchierino, livellando sempre col dorso di un cucchiaino; poi spolverizzate la superficie con abbondante cacao amaro e con scagliette di cioccolato fondente.

Disponete i bicchierini in frigorifero per circa un’ora affinché possano riposare, avendo cura di coprirli con della carta pellicola.

Al momento di servire, prendete 4 caramelle gommose a forma di vermetto e dividetele in due parti.

Infilate in ogni bicchierino a un’estremità la parte di vermetto con la coda, e dall’altra opposta la parte di vermetto con la testa: deve sembrare che l’insetto invertebrato entri da una parte ed esca dall’altra, come mostrato nella fotografia!

Proseguite decorando i vostri bicchierini con altri soggetti mostruosi a base di caramelle gommose (io ho usato dei teschi, ma andrebbero bene anche ragni o insetti… liberate la fantasia!) e, infine, portate in tavola.

Buon Halloween a tutti

5/5 (512 Recensioni)
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Madeleine con zucca

Madeleine con zucca, il dolcetto perfetto per Halloween

Madeleine con zucca, un perfetto incontro tra gusto ed estetica Si sa, quando lo scopo è creare dei dolcetti per Halloween anche l’occhio vuole la sua parte, e in senso creativo per giunta....

Risotto di Halloween con salsiccia

Risotto di Halloween con salsiccia, un primo da...

Risotto di Halloween, un primo creativo Il risotto di Halloween non è un risotto come tutti gli altri, d’altronde potete vederlo voi stessi, guardando semplicemente la foto. Ciò che colpisce di...

Brunch di Halloween

Brunch di Halloween, un tris di ricette da...

Perché un brunch ad Halloween? Chi lo ha detto che Halloween si festeggia solo di sera, con il favore delle tenebre? Certo, la festa è associata all’oscurità, alle tematiche horror e noir....

Ragnetti bon bon

Ragnetti bon bon: goliardia e gusto ad Halloween

Ragnetti bon bon bicolore: un dolce economico Volete fare la classica bella figura ad Halloween ma allo stesso tempo vorreste spendere il meno possibile? Preparate dei deliziosi ragnetti bon bon...

Cupcakes ragni salati

Cupcakes ragni salati: una delizia per Halloween!

Cupcakes ragni salati alla zucca: non un dolce come gli altri Come suggerisce il nome i cupcakes ragni salati alla zucca non sono i classici dolcetti di Halloween. Anzi, di dolce hanno davvero...

Tortini di zucca e cioccolato

Tortini di zucca: un Halloween a prova di...

Tortini di zucca, mandorle e cioccolato: belli da vedere e buoni da gustare I tortini di zucca, mandorle e cioccolato sono i dolci perfetti per Halloween, appuntamento che ormai ha preso piede anche...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


15-10-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti