bg header
logo_print

Confettura al passion fruit e mango, un’alternativa esotica

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Confettura al passion fruit e mango
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette a basso contenuto di nichel
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
4.6/5 (5 Recensioni)

Confettura al passion fruit e mango, una confettura davvero unica

La confettura al passion fruit e mango è una confettura sui generis per gli ingredienti con cui è realizzata. E’ già raro consumare nella vita di tutti i giorni frutti così esotici, figuriamoci ritrovarseli in una marmellata! Si tratta di una confettura che ha le medesime applicazioni di altre confetture, come la confettura di more, di fragole, di fichi etc. Può essere spalmata su del pane abbrustolito, magari condito con del buon burro, oppure può essere impiegata in pasticceria per valorizzare le farciture.

Anche il procedimento è tutto sommato classico. Si tratta di raccogliere gli ingredienti e arricchirli con zucchero e succo di limone filtrato. Poi si passa alla cottura in pentola. Le uniche note di diversità sono date dal trattamento dei frutti prima che siano versati in pentola e dopo la cottura. In particolare il passion fruit va tagliato e gestito in modo da isolare la polpa e il succo. Non dovrebbe essere complicato, visto che il frutto è estremamente morbido e facilmente estraibile con un cucchiaino. Dopo la cottura si passa tutto con il minipimer, un procedimento necessario per rendere la confettura liscia e omogenea.

Ricetta confettura al passion fruit e mango

Preparazione confettura al passion fruit e mango

Per preparare la confettura al passion fruit e mango dovrete per prima cosa sterilizzare i vasetti e i tappi. Fatto ciò, procedete con gli ingredienti. Lavate i passion fruit, tagliateli in due e raccogliete la polpa con un cucchiaino, poi prelevate anche il succo. Ora sbucciate il mango e fatelo a pezzetti. Versate il mango in una ciotola con la polpa del passion fruit e il suo succo. Infine aggiungete il succo di limone ben filtrato, lo zucchero e mescolate con delicatezza. Poi applicate della pellicola alimentare e fate riposare il tutto in un luogo fresco per 30 minuti. Versate il contenuto della ciotola in una pentola e cuocete per 45 minuti, aggiungendo un po’ di acqua se necessario. Mescolate spesso e rimuovete la schiuma con una schiumarola.

Quando manca poco al termine della cottura frullate il composto con un minipimer, o frullatore ad immersione. Proseguite la cottura ancora un po’, poi spegnete il fuoco e versate la confettura ancora calda nei barattoli sterilizzati. Chiudete e ponete a testa in giù per far raffreddare la confettura. A questo punto non rimane che conservare i barattoli in un luogo fresco e asciutto. Una volta che il barattolo viene aperto, la confettura può essere conservata in frigorifero per qualche giorno.

Ingredienti confettura al passion fruit e mango

  • 15 frutti della passione
  • 250 gr. di mango
  • 300 gr. di zucchero di canna
  • succo di un limone filtrato.

Che sapora ha il frutto della passione?

L’ingrediente più particolare di questa confettura al passion fruit e mango è proprio il passion fruit, o frutto della passione. Il nome del frutto è stato dato dal missionario Emmanuel de Villegas ed è associato al colore, che ricorda la Passione e la Crocifissione di Gesù. Al netto di ciò, il passion fruit si fa apprezzare per il sapore estremamente dolce e leggermente acidulo, nonché per la spiccata morbidezza. Il frutto emerge anche sul piano estetico: la buccia può essere chiara o scura, mentre l’interno è costellato di piccoli semini. I semini sono commestibili, ma in genere vengono rimossi perché leggermente amari.

Il frutto della passione può dire molto anche sul piano nutrizionale. Tanto per cominciare è ricco di antiossidanti, come le antocianine, che sono responsabili del colore tendente al viola-fucsia. Il frutto è inoltre ricco di vitamina C (fondamentale per il sistema immunitario), ferro e potassio. Il ferro, in particolare, è essenziale per la buona ossigenazione del sangue ed è piuttosto raro negli alimenti di origine vegetale. Infine l’apporto calorico è davvero minimo, pari a 17 kcal per 100 grammi.

Confettura al passion fruit e mango

Le proprietà nutrizionali del mango

In questa confettura il sapore del passion fruit si sposa alla perfezione con quello del mango, che è quasi altrettanto dolce e un po’ meno acidulo. Il mango emerge anche sul piano nutrizionale, in quanto è tra i pochi frutti esotici e di carattere zuccherino a non apportare molte calorie. Un etto di mango, infatti, non va oltre le 60 kcal (poco più della mela). Inoltre il mango è ricco di betacarotene, una sostanza responsabile del colore giallo-arancio e capace di favorire l’assorbimento della vitamina A.

Il mango abbonda anche di vitamine, e in particolare di vitamina C e K, che giovano alle difese immunitarie e alla circolazione del sangue. Il mango è apprezzato anche per la presenza di antiossidanti, tra cui i polifenoli. In ragione di ciò, può essere considerato come un alimento fondamentale nella prevenzione del cancro. Sullo sfondo vi è una certa capacità antinfiammatoria e digestiva grazie alla presenza di grassi benefici e all’abbondanza di fibre.

Come sterilizzare i vasetti e i tappi per la confettura al passion fruit?

Come ogni confettura che si rispetti, anche la confettura al passion fruit e mango va conservata in barattoli sterilizzati. Ma come sterilizzare i barattoli e i tappi? I metodi sono numerosi. Il più usato consiste nel “bollire” i barattoli e i tappi in abbondante acqua, all’interno di una pentola stretta e alta. Gli elementi devono essere separati da dei canovacci puliti per evitare di rompere i vasetti, o di creare delle micro-fratture, che possono provocare contaminazioni.

Altri metodi prevedono il raggiungimento di elevate temperature al forno o al microonde. Tuttavia, sono difficili da mettere in pratica, in quanto è necessario gestire le tempistiche con la massima precisione.

Ricette di confetture ne abbiamo? Certo che si!

4.6/5 (5 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Fagiolini sott’olio

Fagiolini sott’olio, una conserva semplice ma molto utile

Come utilizzare i fagiolini sott'olio I fagiolini sott’olio sono ottimi consumati da soli, come snack salato e saporito sui generis. Sono perfetti anche accompagnati con un po’ di pane, tuttavia...

Mostarda di clementine

Mostarda di clementine, una conserva dolce e aromatica

I tanti usi della mostarda di clementine La mostarda di clementine è una mostarda fatta in casa a base di frutta, che vanta numerosi usi in cucina. Può essere consumata come spuntino, soprattutto...

Azzeruole sotto spirito

Azzeruole sotto spirito, una conserva diversa dal solito

Quale zucchero utilizzare per le azzeruole sotto spirito? Lo zucchero è un ingrediente importante per le azzeruole sotto spirito, infatti contribuisce a rendere più dolce il frutto, quindi impatta...