bg header
logo_print

Spaghetti con carciofi e vongole, un primo unico

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Spaghettini di riso con vongole e carciofi
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 00 ore 10 min
cottura
Cottura: 00 ore 15 min
dosi
Ingredienti per: 6 persone
Stampa
4.7/5 (9 Recensioni)

Spaghetti carciofi e vongole, un primo tutt’altro che ordinario

Gli spaghetti con carciofi e vongole sono un primo piatto che vuole andare oltre l’ordinario, proponendo abbinamenti all’apparenza arditi con un piacevole contrasto a livello di texture. Il tutto in una prospettiva assolutamente gluten-free. Gli spaghettini di riso, infatti, non contengono glutine e pertanto possono essere consumati senza alcun rischio dai celiaci.

Questo non è l’unico pregio spaghetti vongole e carciofi e, in generale, della farina di riso con cui sono realizzati. Essa, infatti, è povera di grassi e ricca sia di sali minerali che di vitamine. Certo, è meno ricca di proteine rispetto alle farine tradizionali, ma è una mancanza che si paga volentieri visti i tanti benefici.

L’apporto calorico, poi, è di qualche decina di kcal inferiore a quello delle normali farine. In occasione di questa ricetta gli spaghettini vanno cotti in acqua bollente e saltati nel condimento, un po’ come accade in tutti i primi privi di salsa.

Pasta con carciofi e vongole

Preparazione spaghetti con carciofi e vongole

Come fare la pasta con i carciofi? Per preparare la pasta carciofi e vongole iniziate ammollando le vongole in una soluzione di acqua e sale grosso (basta una presa).

Mondate e pulite i carciofi, eliminando le foglie esterne più dure e parte del gambo. Tagliateli a metà e togliete l’eventuale “barba” interna. In seguito, tagliateli a fette sottili metteteli in acqua acidulata con succo di limone per 10 minuti. Intanto fate bollire l’acqua nella pentola e aggiungete un po’ di sale.

Scaldate un po’ di olio in una padella e inserite anche l’aglio, poi trasferite le vongole ben scolate e attendente che si aprano. A mano a mano che le vongole si aprono rimuovete il guscio, lasciandone qualcuno sulle vongole con il miglior impatto visivo.

Rimuovete lo spicchio d’aglio e filtrate il il liquido di cottura che hanno rilasciato le vongole, utilizzando un colino a maglie strette. Trasferitelo in una nuova padella. Ora unite i carciofi e fateli saltare per qualche minuto. Intanto cuocete la pasta. Scolateli al dente e unite alla padella insieme agli altri ingredienti.

A questo punto aggiungete le vongole (con guscio e senza) e cuocete a fuoco vivo per 1 minuto aggiungendo un cucchiaio di acqua di cottura delle vongole. Infine date una spolverata di timo o prezzemolo tritato e servite.

Ingredienti spaghetti con carciofi e vongole

  • 320 gr. di spaghettini di riso o spaghetti tradizionali consentiti
  • 1/2 kg di vongole piccole
  • 4 carciofi
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cucchiaio di timo o prezzemolo tritato
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • un pizzico di sale e pepe.

Gli insospettabili benefici dei carciofi

Il vero punto di forza di questa pasta vongole e carciofi è un abbinamento assai peculiare e capace di regalare molte soddisfazioni, ossia quello tra le vongole e i carciofi. Non è frequente, infatti, trovare insieme questi due alimenti. Tuttavia, i sapori si valorizzano a vicenda, creando un connubio davvero unico.

Per quanto concerne i carciofi, vanno puliti con cura. Non è un procedimento breve, ma alla portata di tutti. Vanno rimosse le foglie esterne, che risultano coriacee, e la barbetta interna. Nessuno vi vieta di rifinirlo ulteriormente, fino a preservare solo le foglie più morbide o, addirittura, limitarsi al cuore del carciofo stesso.

Spaghettini di riso con vongole e carciofi

Del carciofo si apprezza il suo sapore rustico, ma non privo di una certa delicatezza. Si apprezzano anche i valori nutrizionali, che esulano dagli standard dei prodotti vegetali. Il riferimento è in particolar modo all’apporto di vitamine, che è estremamente vario e abbondante.

Si segnalano, infatti, le vitamine del gruppo B, la vitamina C, che potenzia il sistema immunitario e la vitamina K, che agisce sulla circolazione sanguigna. Inoltre, sono buone anche le dosi di vitamina E, che esercita una formidabile funzione antiossidante, e di sali minerali come il potassio (straordinariamente abbondante), il fosforo, il magnesio, il calcio e lo zinco. In quanto ad apporto calorico il carciofo è piuttosto contenuto, infatti siamo sulle 40 kcal per 100 grammi.

Un approfondimento sulle vongole

Un altro protagonista di questi spaghetti ai carciofi e vongole è la vongola. Stiamo parlando di uno dei molluschi più amati in cucina, che spicca per le numerose proprietà. In primis vantano eccellenti proprietà organolettiche, infatti le vongole sono buone e piacciono a tutti. In secondo luogo apportano notevoli benefici nutrizionali. Inoltre le vongole sono anche “belle da vedere”, a tal punto che spesso vengono presentate con il guscio per migliorare l’impatto delle pietanze.

Per quanto concerne le proprietà nutrizionali siamo su livelli di assoluta eccellenza. Le vongole sono tra i molluschi più proteici, infatti le proteine rappresentano il 10-15% della loro struttura. Sono ricche di potassio, calcio, ferro e magnesio. Sono altresì ricche di vitamine, e in particolare della vitamina B6 e della vitamina A, che fa bene alla vista.

Contengono anche la vitamina C e possiedono un apporto calorico nella media: le vongole si attestano sulle 70 kcal per 100 grammi. Le vongole hanno solo due difetti, ossia contengono un po’ di colesterolo e parecchio sodio. In merito al primo, basta non eccedere con il consumo, per il secondo aspetto invece è sufficiente evitare di aggiungere il sale.

Volete ricette per primi piatti con carciofi? Zuppa di carciofi, un primo leggero e nutrienteMalloreddus con carciofi e uova, per una Pasqua sarda, Trofie con carciofi e fave, un primo rustico e delizioso e molte altre.

Ricette carciofi ne abbiamo? Certo che si!

4.7/5 (9 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Ravioli con sugo di pesce

Ravioli con sugo di pesce, un primo piatto...

Come preparare il sugo di pesce Il pezzo forte di questo primo piatto di pasta a base di ravioli è il sugo di pesce. Potremmo considerarlo come una sorta di ragù “ittico”, specie se si guarda...

Riso Jasmine con tofu

Riso Jasmine con tofu, un bel primo orientale...

Cosa sapere sui germogli di fagioli mungo Prima di parlare della ricetta del riso Jasmine facciamo un bella panoramica degli ingredienti in gioco, o almeno di quelli che meritano una menzione...

muas

Il muas, l’ottimo budino salato della tradizione altoatesina

Quale farina utilizzare? Si fa presto a dire farina di mais, in realtà le varianti sono davvero numerose e adeguate a una specifica classe di ricette. Per il muas, ossia questo delizioso budino...