I samosa, un gradevole esempio di rosticceria indiana

samosa
Commenti: 0 - Stampa

I samosa, la cucina indiana che non ti aspetti

I samosa sono degli antipasti tipici della cucina indiana, assimilabili ai nostri pezzi di rosticceria. Sono esponenti di un volto poco conosciuto della tradizione indiana, famosa soprattutto per le sue pietanze speziate e ricche di salse. I samosa, tra i piatti più puri della cucina indiana, sono forse quelli che più si addicono a una sensibilità di tipo occidentale.

Stiamo parlando, infatti, di rettangolini di pasta ripieni di cipolle, carne, verdure e spezie. Una ricetta, dunque, non lontana dai nostri panzerotti o calzoni. Possono essere preparati con ripieno di carne o ripieno di verdure o ancora con ripieno di formaggio. I samosa di verdure sono i miei preferiti.

A differenza dei nostri pezzi di rosticceria, i samosa abbondano di spezie (come da tradizione per la cucina indiana). Nello specifico si usa il garam masala, che è uno suggestivo miscuglio di spezie. Esso comprende la cannella, il cumino, il coriandolo, il cardamomo, i chiodi di garofano, il pepe nero e la curcuma. Alcune varianti decisamente più saporite integrano anche il peperoncino, l’aglio, lo zenzero e il sesamo. Tutte queste spezie, se usate fresche, vanno prima tostate e macinate, in modo da favorire una completa amalgama.

samosa

C’è chi considera il masala come una gradevole e più corposa alternativa al curry. Di certo propone un sentore leggermente dolciastro, vista la presenza della cannella, che conferire un tocco lievemente agrodolce alle preparazioni. In occasione di questa ricetta la masala va mescolata e cotta insieme agli altri ingredienti del ripieno, che deve risultare molto cremoso. A tal proposito incide la presenza del latte, che amalgama il tutto. Anche le patate, ridotte precedentemente in purea, garantiscono corpo e densità alla preparazione.

Il contributo organolettico dei pisellini

La ricetta dei samosa che vi presento oggi è un po’ differente rispetto all’originale, infatti manca l’elemento di carne, che viene sostituita dai pisellini. La volontà è quella di alleggerire il piatto e conferirgli un sentore più delicato. Inoltre i pisellini sono ricchi di sali minerali e di vitamine, il riferimento è al potassio, al calcio, al fosforo e al ferro. Quest’ultima sostanza è raramente presente in alimenti vegetali in quantità così elevate. In quanto a vitamine, si segnala una buona presenza di vitamina C, A e PP. Ottimo è anche il contenuto di fibre, che giovano all’apparato digerente e contribuiscono a risolvere i casi più lievi di stipsi. Per quanto concerne l’apporto calorico, siamo su livelli davvero bassi, pari a 45 kcal per 100 grammi.

In occasione di questa ricetta i pisellini vanno cotti al vapore (come le patate del resto). Si tratta di un metodo ormai ampiamente diffuso, apprezzato per la capacità di conservare tutti i nutrienti e rendere superflui i grassi aggiunti. Successivamente i piselli vanno passati in padella con gli altri ingredienti, allo scopo di formare insieme al latte e alla purea di patate un ripieno davvero cremoso. In poco meno di 30 minuti potete preparare un antipasto o uno snack sfizioso.

Ecco la ricetta dei samosa:

Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia consentita,
  • 4 patate,
  • 250 gr. di pisellini freschi,
  • 1 bicchiere di latte intero consentito,
  • mezza cipolla,
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva,
  • 1 spicchio di aglio,
  • 2 cucchiaini di garam masala,
  • q. b. di sale e di pepe.

Preparazione:

Per la preparazione dei samosa cuocete le patate a vapore, poi schiacciatele approssimativamente usando una forchetta. Cuocete a vapore anche i pisellini. Ora riscaldate un po’ di olio in una padella, poi imbionditeci la cipolla affettata finemente. Quando è ben imbiondita, unite le patate, il latte, i piselli, l’aglio pestato, il masala, un po’ di pepe e un pizzico di sale. Cuocete per massimo 5 minuti fino a quando il contenuto della padella non avrà raggiunto una consistenza cremosa e uniforme.

Srotolate la sfoglia, tagliatela a quadrati e adagiate su di essa il composto. Chiudete i quadrati facendo leva su un angolo e formate dei triangoli. Poi sigillate bene i bordi esercitando una pressione con le dita. Ora date una sottile pennellata con il latte (ne basta davvero poco), poi cuocete al forno in modalità ventilata a 200 gradi per 15 minuti. I samosa possono essere consumati sia caldi che freddi, il loro condimento principale è la raita o dei chutney di frutta o verdura. A noi piacciono a temperatura ambiente.

Se vi avanzano conservate in frigorifero per un giorno massimo due. Conservate in un contenitore chiuso ermeticamente. I samosa ripieni si possono congelare prima della cottura. Io ho scelto la cottura in forno ma potete anche friggerli. Scaldate dell’olio di semi, immergete i samosa fino a quando non saranno ben dorati su tutta la superficie.

Scolate con un mestolo e trasferite su della carta assorbente da cucina per assorbire l’olio in eccesso.

5/5 (470 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Falafel con lupini

Falafel con lupini, un delizioso spuntino vegetariano

Falafel con lupini, a metà strada tra la cucina araba e mediterranea I falafel con lupini sono uno spuntino vegetariano, molto leggero e nutrienti. Si tratta, di base, di polpettine realizzate con...

Panino con lampredotto

Panino con lampredotto, uno snack di altri tempi

Panino con lampredotto, un fast-food in versione popolare Il panino con lampredotto è un magnifico esemplare di street food (cibo di strada). E' un cibo “rustico”, con secoli di storia alle...

Tacos vegetariani

Tacos vegetariani, variante per chi non ama la...

Tacos vegetariani, una lista di ingredienti perfetta Il concetto stesso di tacos vegetariani potrebbe far storcere il naso a molti, soprattutto agli amanti della cucina messicana. D’altronde, i...

Millefoglie di tortillas con pollo

Millefoglie di tortillas con pollo e peperoni, una...

Millefoglie di tortillas con pollo e peperoni, un’idea geniale e gustosa La millefoglie di tortillas è un modo alternativo per valorizzare le celebri tortillas messicane. D’altronde, lo si...

Quesadillas con pico de gallo

Quesadillas con pico de gallo, un delizioso street...

Quesadillas con pico de gallo, uno spuntino proteico e gustoso Le quesadillas con pico de gallo sono un tipo di tortilla che rispetta fedelmente la cultura gastronomica messicana, una cultura che...

Wraps con barbabietole e formaggio

Wraps con barbabietole e formaggio, un piatto insolito

Wraps con barbabietole e formaggio per valorizzare le tortillas. Le wraps con barbabietole e formaggio sono un’idea molto interessante per un finger food corposo, ricco di sapore e nemmeno troppo...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


14-09-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti