bg header

Ghiaccioli alla guava, un piacevole break per l’estate

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Ghiaccioli alla guava

Ghiaccioli alla guava, un’alternativa sorprendente

I ghiaccioli alla guava sono un ottimo spuntino estivo. Si fanno apprezzare in primis per l’estetica, che non ha nulla da invidiare ai ghiaccioli classici e industriali. Inoltre, si fanno apprezzare per il gusto, che presenta alcuni tratti peculiari, infatti risulta rinfrescante e gradevolmente acidulo.

Il merito di ciò va allo yogurt greco, la cui presenza non è affatto scontata in un ghiacciolo. Il vero punto di forza, comunque, risiede nella guava, che dà non solo il nome, ma anche buona parte del gusto a questi ghiaccioli. La guava è un frutto tropicale coltivato dal Messico al Brasile. Non è facile da reperire dalle nostre parti, ma il suo succo si può trovare anche nei normali supermercati.

La guava ha un sapore difficilmente paragonabile a quello degli altri frutti tropicali, dotato com’è di una sua precisa identità. Inoltre è nutrizionalmente molto valido, anzi è uno dei frutti più salutari in assoluto.

Contiene una dose eccezionale di vitamina C, di gran lunga superiore a quella degli agrumi. Discorso simile per la vitamina A e vitamina E, dei formidabili antiossidanti capaci di agire in funzione anticancro.

Ottime sono anche le concentrazioni di sali minerali, e in particolare di potassio e magnesio. La guava è ricca anche di quercetina, una sostanza antiossidante e dalle eccellenti proprietà antinfiammatorie. A differenza dei normali frutti tropicali, la guava contiene pochissimi grassi, infatti apporta circa 68 kcal per 100 grammi.

I pregi dello yogurt greco

Come già accennato, una delle peculiarità dei ghiaccioli alla guava risiede nella presenza dello yogurt greco. E’ uno dei latticini più amati del pianeta, simbolo non solo della cucina ellenica, ma anche di quella turca (dalla quale in effetti ha avuto origine).

Lo yogurt greco spicca per una marcata acidità e per un sapore che rievoca quello del latte in modo più intenso di quanto non facciano gli altri yogurt. E’ anche un alimento salutare, ricco di proprietà e dai buoni valori nutrizionali.

Ghiaccioli alla guava

Il riferimento è al notevole apporto di fermenti lattici vivi. In virtù di ciò, è un vero e proprio regolatore delle funzioni intestinali. Nondimeno, è ricco di proteine e calcio, dunque funge da toccasana anche per la salute delle ossa.

A differenza di molti altri prodotti lattiero-caseari, è povero di sodio, dunque può essere consumato anche dagli ipertesi. Di norma, lo yogurt greco non contiene lattosio, o ne contiene in misura davvero ridotta. In quanto ad apporto calorico, invece, si attesta sulle 52 kcal in quanto non contiene zucchero nella sua forma base.

Perché abbiamo usato lo sciroppo d’agave?

I ghiaccioli alla guava sono dolci al punto giusto, come si addice a dei ghiaccioli degni di questo nome. Ebbene, la dolcezza è data dallo sciroppo d’agave, un dolcificante che può essere utilizzato in sostituzione dello zucchero. Anzi, è un’alternativa addirittura preferibile. In primis, perché il suo indice glicemico è tutto sommato basso.

Ciò lo rende perfetto per i diabetici, ma anche per chi sta sostenendo delle diete dimagranti, infatti a un basso indice glicemico si associa un minore senso della fame.

Lo sciroppo d’agave è anche meno calorico. Tutto ciò, unito al suo potere dolcificante, lo rende uno degli alimenti ideali per arricchire ricette di pasticcerie, dessert, dolci e gelati. Senza contare l’apporto di sali minerali, che è davvero eccellente.

Nello specifico, lo sciroppo d’agave contiene calcio, magnesio, potassio e ferro. In occasione di questa ricetta, lo sciroppo d’agave va unito agli altri ingredienti, ovvero al succo di guava, alla guava stessa e allo yogurt greco, per essere poi frullato. Il composto che ne risulta verrà poi versato negli stampi per ghiaccioli e completato con degli stecchini.

Sono senza glutine, senza lattosio e idonei per una dieta vegetariana. E’ una ricetta molto semplice. Io ho avuto un piccolo aiuto in cucina : i miei nipotini. Si sono divertiti un mondo.

Gioele nei suoi ha aggiunto i frutti di bosco che ha trovato nell’orto. Possono, infatti,  essere elaborati anche con dei ribes o dei mirtilli senza problemi.

Se vi piace la guava ecco un’altra idea originale. La mousse di guava è un dolce da sfoderare nelle grandi occasioni. Io lo preparo spesso a Natale, in quanto spicca per un gusto diverso dal solito, adatto a “spezzare” la monotonia dei soliti panettoni, pandori e torroni. E’ anche facile da realizzare e non richiede nemmeno la cottura. Dal punto di vista tecnico, potremmo assimilarlo a un semifreddo. Inoltre, si realizza con pochi ingredienti facilmente reperibili. Potreste avere qualche difficoltà in più a reperire la guava, un frutto tropicale sempre più diffuso anche nei più ordinari supermercati italiani. La guava è originaria del sudest asiatico, sebbene abbia un aspetto decisamente tropicale. Da fuori assomiglia a una pera, tuttavia la sua buccia verdognola nasconde una polpa rossa molto dolce, il cui sapore ricorda un po’ la pesca e un po’ la menta. La guava è ottima anche dal punto di vista nutrizionale, infatti è ricca di vitamina C. E’ un frutto che si può utilizzare in ricette dolci e salate.

Ecco la ricetta dei ghiaccioli alla guava:

Ingredienti per 8-10 ghiaccioli:

  • 200 ml. di succo di guava,
  • 100 gr. di yogurt greco consentito,
  • 3 guava,
  • 2 cucchiai di sciroppo d’agave.

Preparazione:

Per la preparazione dei ghiaccioli alla guava iniziate mettendo in un frullatore il succo di guava, lo yogurt greco, la guava e lo sciroppo d’agave, poi azionate e frullate fino a ricavare un composto uniforme.

Versate il composto ottenuto negli stampi per ghiaccioli, inserendo i bastoncini alle estremità. Fate congelare in freezer per almeno 8, preferibilmente per tutta la notte. Ora non vi resta che godervi un momento rinfrescante, gustando i vostri ghiaccioli.

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata
CONDIVIDI SU

2 commenti su “Ghiaccioli alla guava, un piacevole break per l’estate

  • Mer 11 Ago 2021 | Miriam ha detto:

    Ciao, questi mi mancavano. Cercherò la guava. Dove la trovi?

    • Mer 11 Ago 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

      Ciao Miriam la guava ho la fortuna di trovarla al supermercato. E’ ben fornito ed ha sempre novità interessanti

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

crostata banane e cioccolato

Pasta frolla senza burro, un’ottima base senza lattosio

Come preparare la pasta frolla? La pasta frolla senza burro è davvero speciale e diversa dalle altre, allo stesso tempo è anche semplice da realizzare. E’ sufficiente creare un mix secco con...

Muffin alle mele e farina di patate

Muffin alle mele e farina di patate, dei...

I pregi della farina di patate La farina di patate incide parecchio sull’impasto dei muffin alle mele, anche perché se ne utilizza una quantità importante. E’ frutto del processo di...

Viennetta fatta in casa

Viennetta fatta in casa alla panna, una ricetta...

Quale cioccolato fondente utilizzare? Tra gli ingredienti più importanti della mia viennetta fatta in casa spicca il cioccolato fondente. Esso compare in due momenti distinti: durante la...

logo_print