Pizza con patate e lardo, una variante grassa ma squisita

Pizza con patate e lardo
Commenti: 0 - Stampa

Pizza con patate, lardo e miele, un’eccezione alla regola

La pizza con patate, lardo e miele non è certamente il più dietetico degli snack. D’altronde, ben poche pietanze possono considerarsi tali, se contengono il lardo. Tuttavia, reputo che un’eccezione alla regola sia concessa di tanto in tanto, soprattutto quando è giustificata da una pietanza squisita, come in effetti è questa pizza. Sia chiaro, non è una pizza qualunque. Certo, c’è la mozzarella, ma ci sono anche le patate. Inoltre, la salsa di pomodoro è assente. Questo tipo di pizza gioca su un delicato equilibrio di sapori, che la rende decisamente “sui generis”, soprattutto in confronto alle pizze classiche.

Il punto di forza della ricetta, però, risiede nell’impasto, che è offerto dal rotolo di base per pizza soffice Mulino Bertotti di Exquisa. Molti di voi storceranno il naso di fronte a una pizza in qualche modo preconfezionata, ma in questo caso ne vale decisamente la pena. Anche perché il rotolo Exquisa è semplicemente squisito, e non ha nulla da invidiare alle preparazioni artigianali. D’altronde, è realizzato secondo i dettami della tradizione italiana, ed è privo di conservanti o grassi idrogenati. Grazie al rotolo di base per pizza soffice Mulino Bertotti di Exquisa potrete gustare la classica pizza all’italiana, almeno per quanto riguarda l’impasto. Il condimento, infatti, come ho già accennato, può apparire bizzarro, se non addirittura “sperimentale”.

Quali sono le patate che vi consiglio?

Questo tipo di pizza con lardo e miele prevede l’impiego delle patate. A tal proposito, vi è sempre incertezza circa la tipologia più adatta di patate da utilizzare, d’altronde di varietà ce ne sono davvero tante. Per l’occasione, consiglio di utilizzare le patate a pasta gialla. Rispetto a quelle bianche, che pure piacciono di più, le patate a pasta gialla spiccano per un sapore più corposo e più sapido. Si caratterizzano, soprattutto, per una consistenza più soda, che permette di resistere alle elevate temperature senza sfaldarsi. Quindi sono ideali per questa ricetta, in quanto sono sottoposte a uno stress termico non indifferente, dal momento che devono cuocere insieme alla pizza per 20 minuti a 190-200 gradi.

Pizza con patate e lardo

Per il resto, le patate a pasta gialla sono ottime dal punto di vista nutrizionale. Sono alimenti energetici, ricchi di carboidrati ma poveri di grassi, e dall’apporto calorico molto equilibrato. Allo stesso tempo, contengono una discreta dose di vitamine e sali minerali. In occasione di questa ricetta, le patate vanno sbollentate e solo dopo poste a condimento della pizza. D’altronde, richiedono un bel po’ di tempo per essere portate a cottura.

Lardo e miele, un combinazione che non ti aspetti

Il tratto più caratteristico della pizza con patate, lardo e miele è proprio la presenza di questi due ultimi ingredienti. D’altronde, è raro che vengano impiegati assieme. All’apparenza, non hanno nulla a che vedere l’uno con l’altro, tuttavia danno vita ad un abbinamento molto interessante, che produce un sentore del tutto nuovo. Ovviamente il consiglio è di non abbondare con le dosi, facendo prevalere un ingrediente sull’altro. Il rischio è di rovinare un equilibrio organolettico che, per quanto sapiente, è comunque precario. Occhio soprattutto alla quantità di miele, che potrebbe trasformare questa pizza nella brutta copia di un dolce. Aggiungete il miele alla fine, in quanto perde in gusto se sottoposto ad elevate temperature.

Per quanto concerne la tipologia di miele, avete ampio margine di discrezione. Io vi consiglio di andare sul sicuro, optando per il classico millefiori. Non a torto, è considerato il miele più equilibrato in assoluto. Il sapore di questo miele è corposo ma non coprente, inoltre la resa estetica è eccezionale e valorizzata da una gradevole tonalità ambrata. Le proprietà nutrizionali del millefiori, poi, sono semplicemente straordinarie. Significativo, infatti, è il contenuto di vitamine, sali minerali e soprattutto antiossidanti. Ben attestate sono le proprietà terapeutiche del miele millefiori, che è ancora oggi considerato un toccasana in caso di lievi problemi respiratori, di tosse e di mal di gola.

Se devo consigliarvi il tipo di lardo da utilizzare vi dico di cercare il Lardo di Colonnata o il Lardo d’Arnad.

Il Lardo di Colonnata è un salume caratteristico di Carrara. Questo lardo, si puo’ dire senza remore, è unico e inimitabile per la sua particolare salatura e stagionatura in conche di marmo. E’ un prodotto tipico a Indicazione Geografica Protetta (IGP). Si ottiene utilizzando solo maiali maschi della Toscana allevati con alimentazione biologica.

Il Lardo di Arnad è l’unico lardo al mondo con Denominazione di Origine Protetta (DOP). E’ ottimo servito con castagne lessate, miele e la “Motzetta“, in cui il contrasto di dolce e salato dà vita a sensazioni piacevolissime al palato. Se non bazzicate nel valdostano e nei suoi dintorni potreste non conoscere questo alimento. Anche perché, almeno per ora, è consumato soprattutto nella sua zona d’origine. La motzetta è un insaccato particolare, realizzato con le parti magre del bovino, anche se si segnalano varianti realizzate con la carne ovina o persino con quella dello stambecco. Si tratta, in estrema sintesi, di carne pesantemente speziata e stagionata. La stagionatura può essere breve o lunga. In quest’ultimo caso, la motzetta assume un colore scuro ed è molto più sapida e dura, dunque va tagliata in modo più sottile.

La differenza fra prodotti DOP e prodotti IGP sta nel fatto che, per i prodotti DOP, tutto ciò che concerne l’elaborazione e la commercializzazione del prodotto ha origine nel territorio dichiarato ed è ad esso attribuibile; mentre per il prodotto IGP, il territorio dichiarato conferisce al prodotto determinate caratteristiche attraverso alcune fasi o componenti della sua elaborazione, ma non tutti i fattori che concorrono all’ottenimento del prodotto provengono dal territorio dichiarato o avvengono in esso.

Ecco la ricetta della pizza con patate, lardo e miele:

Ingredienti:

  • 1 rotolo di base per pizza soffice Mulino Bertotti di Exquisa,
  • 150 gr. di mozzarella consentita,
  • 400 gr. di patate gialle,
  • 70 gr. di lardo di Arnad DOP,
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva,
  • 2 cucchiai di miele,
  • q. b. di sale,
  • q. b. di pepe.

Preparazione:

Per la preparazione della pizza con patate, lardo e miele iniziate pelando le patate e facendole a cubetti. Versate l’olio in una padella antiaderente e mettetelo a scaldare. Poi unite le patate e spadellatele per 10 minuti circa, infine regolate di sale e di pepe. Ora scolate accuratamente la mozzarella e tagliatela a dadini molto piccoli.

Stendete il rotolo di pizza e fatela riposare per 20 minuti circa. Intanto, preriscaldate il forno a 190-200 gradi. Versate la mozzarella sulla base della pizza e aggiungete anche le patate. Infine, cuocete per circa 15-20 minuti. Quando la pizza è cotta, prelevatela dal forno e conditela con le fette di lardo e un po’ di olio extravergine d’oliva. Per finire, decorate con il miele e servite.

5/5 (506 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Tacos con speck e funghi

Tacos con speck e funghi, un fast food...

Tacos con speck e funghi, quando la tradizione messicana incontra i sapori mediterranei I tacos con speck e funghi rappresentano l’unione tra la tradizione messicana e quella italiana. I tacos...

Coulibiac di salmone

Coulibiac di salmone, una meraviglia della cucina russa

Coulibiac di salmone, una torta salata di origine russa Il coulibiac di salmone è un'istituzione in Russia e nei paesi limitrofi. Infatti è uno dei piatti tipici più antichi. Si narra che sia...

samosa

I samosa, un gradevole esempio di rosticceria indiana

I samosa, la cucina indiana che non ti aspetti I samosa sono degli antipasti tipici della cucina indiana, assimilabili ai nostri pezzi di rosticceria. Sono esponenti di un volto poco conosciuto...

Focaccia con filetto di maiale tonnato

Focaccia con filetto di maiale tonnato per intenditori

Focaccia con filetto di maiale tonnato, una sofisticata combinazione di sapori La focaccia con filetto di maiale tonnato, pomodorini gialli e puntarelle può essere considerata, a secondo degli usi,...

Tacos vegetariani

Tacos vegetariani, variante per chi non ama la...

Tacos vegetariani, una lista di ingredienti perfetta Il concetto stesso di tacos vegetariani potrebbe far storcere il naso a molti, soprattutto agli amanti della cucina messicana. D’altronde, i...

Millefoglie di tortillas con pollo

Millefoglie di tortillas con pollo e peperoni, una...

Millefoglie di tortillas con pollo e peperoni, un’idea geniale e gustosa La millefoglie di tortillas è un modo alternativo per valorizzare le celebri tortillas messicane. D’altronde, lo si...


Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


20-05-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti