Gelato alla spirulina e latte di mandorla, un dessert unico

Gelato alla spirulina e latte di mandorla

Gelato alla spirulina blu, alternativo

Il gelato alla spirulina e latte di mandorla è un dessert davvero speciale in quanto realizzato con una lista di ingredienti davvero particolare. Alcuni di questi, infatti, sono insoliti tanto per la pasticceria quanto per la gastronomia salata. Tuttavia, la ricetta è stata pensata per risultare equilibrata al palato e apprezzabile da tutti. Tra gli ingredienti più particolari di questa ricetta spicca certamente la spirulina blu. Si tratta di un’alga di piccole dimensioni dal colore bluastro e dalla caratteristica forma a spirale. Viene spesso utilizzata come colorante, ma spicca anche per le eccellenti proprietà nutrizionali. Il riferimento è alla straordinaria concentrazione di acidi grassi omega sei e omega tre, che agiscono a protezione del sistema cardiocircolatorio, della funzione visiva e di quella cognitiva.

La presenza di tali grassi determina un aumento dell’apporto calorico, che comunque risulta abbastanza contenuto. In ogni caso, le dosi necessarie a questa ricetta sono davvero ridotte. La ricetta del gelato alla spirulina blu e latte di mandorla è abbastanza semplice e alla portata di tutti. Tuttavia, per realizzarla dovrete necessariamente dotarvi dell’apposita strumentazione. Sto parlando della macchina del gelato e di un termometro da cucina. Il termometro è necessario per verificare che il composto raggiunga una temperatura compatibile con il processo di trasformazione in gelato.

Perché abbiamo usato la farina di semi di carrube?

Un altro ingrediente molto particolare della ricetta del gelato alla spirulina blu e latte di mandorla è la farina di semi di carrube. La carruba, per inciso, è un frutto che vanta millenni di storia alle spalle. Tuttavia, negli ultimi decenni il suo consumo è diminuito drasticamente, fino a trasformarlo in un alimento raro.

Gelato alla spirulina e latte di mandorla

I semi di carrube, e di conseguenza la sua farina, sono alimenti dal grande valore nutrizionale, che trovano piena cittadinanza anche nella pasticceria più complessa. Per esempio, sono ricchi di acidi grassi omega tre, che come ho già accennato fanno bene alla salute. Sono altresì ricchi di sali minerali, in particolar modo di fosforo. Dal punto di vista prettamente culinario, la farina di semi di carrube può essere impiegata come addensante e gelificante, funzioni che tornano veramente comode quando si prepara un gelato.

I tanti pregi dello sciroppo di agave

Un ruolo importante nel gelato alla spirulina blu e latte di mandorla è giocato anche dallo sciroppo d’agave. Esso sostituisce lo zucchero in virtù del suo potere dolcificante. Rispetto a quest’ultimo, lo sciroppo di agave si caratterizza per un indice glicemico molto più basso e per un apporto calorico più contenuto. Allo stesso tempo, è ricco di vitamine e sali minerali. Il riferimento è alla vitamina C, come anche al calcio, al magnesio, al ferro e soprattutto al potassio. La componente dolcificante, invece, è garantita dal semplice fruttosio.

Dal punto di vista botanico, lo sciroppo di agave è semplicemente il succo dell’agave blu, una pianta carnosa e gelatinosa la cui origine va rintracciata nel centro-America. Ancora oggi, l’agave blu viene coltivata soprattutto nell’area prospiciente il golfo del Messico. Nello specifico di questa ricetta, lo sciroppo di agave interviene a metà della preparazione, durante la fase di composizione del gelato. Infatti, viene inserito dopo aver scaldato il latte di mandorla e averlo arricchito con la farina. Dopo aver inserito lo sciroppo di agave, il composto va scaldato fino a 85 gradi e unito alla panna. Infine, va versato nella macchina del gelato. Sarà poi questo dispositivo a fare il resto, e trasformare un composto tutto sommato complesso in un gelato morbido e gustoso.

Ecco la ricetta del gelato alla spirulina blu:

Ingredienti:

  • 450 gr. di latte di mandorla,
  • 700 gr. di eritritolo,
  • 90 gr. di sciroppo di agave,
  • 350 gr. di panna delattosata,
  • 50 gr. di burro di mandorla (100 % mandorla),
  • 1 gr. di farina di semi di carrube,
  • 0,5 gr. di sale (un pizzico),
  • q. b. di spirulina blu.

Preparazione:

Per la preparazione del gelato alla spirulina blu e latte di mandorla iniziate versando in una ciotola la farina di semi di carrube, l’eritritolo e il sale, poi mescolate per bene. In un pentolino scaldate il latte di mandorla fino a quando non raggiunge i 40 gradi, poi versate a pioggia il composto di eritritolo e farina. Infine unite il burro di mandorle e lo sciroppo di agave. Scaldate il composto fino a raggiungere gli 85 gradi, poi, a fuoco spento, aggiungete la panna e versate il tutto in un altro contenitore.

Abbassate velocemente la temperatura con il metodo bagnomaria a freddo, fino a raggiungere i 4 gradi. Ora avvolgete con la pellicola alimentare e fate riposare in frigo per almeno 12 ore, in modo che il composto si stabilizzi. Trascorso questo lasso di tempo, versate tutto nella gelatiera e create il gelato. Dopodiché, lasciatelo in congelatore per almeno 2 ore prima di consumarlo.

5/5 (491 Recensioni)
Riproduzione riservata

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Crostata con pasta di mandorle

Crostata con pasta di mandorle, un dolce squisito

Le particolarità della crostata con pasta di mandorle La crostata con pasta di mandorle è una crostata molto diversa da quelle standard. Infatti, si segnalano importanti differenze, sia per la...

Mousse di guava

Mousse di guava, un dolce esotico per Natale

Mousse di guava, un dolce dai sentori esotici La mousse di guava è un dolce da sfoderare nelle grandi occasioni. Io lo preparo spesso a Natale, in quanto spicca per un gusto diverso dal solito,...

Torta soffice con ribes

Torta soffice con ribes per una merenda da...

Torta con ribes, un delicato equilibrio di sapori La torta soffice con ribes è il perfetto esempio di come sia possibile preparare un dolce squisito ed esteticamente gradevole con una manciata di...

Torta con pastinaca e nocciole

Torta con pastinaca e nocciole, un dessert singolare

Torta con pastinaca e nocciole, una singolare lista di ingredienti La torta con pastinaca e nocciole è un dessert dal gusto speciale in quanto particolari sono gli ingredienti con cui è...

Semifreddo allo zabaione

Semifreddo allo zabaione, un dolce d’alta pasticceria

Semifreddo allo zabaione, bello da vedere e buono da gustare Il semifreddo allo zabaione è frutto di un’idea creativa e simpatica. Si tratta, infatti, di unire un prodotto per sua stessa natura...

Pancake senza farina con banana

Pancake proteici con banana per una colazione sana

Pancake proteici con banana e cocco, un dolce dietetico Il pancake proteici con banana e cocco è l’ideale per una merenda o una colazione a bassissimo contenuto di carboidrati. Come suggerisce il...

07-04-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti