Tortillas ripiene: senza glutine e ricche di gusto

Tortillas ripiene
Commenti: 0 - Stampa

Amate il cibo messicano? Allora dovreste provare le tortillas ripiene!

Oggi vorrei proporvi due ricette interessanti, che vi permetteranno di preparare due golose tipologie di tortillas ripiene. In base ai vostri gusti, potrete scegliere gli ingredienti da portare in tavola… oppure potrete provare entrambe le ricette nello stesso giorno. Non ci sarebbe nulla di male in questo. Anzi, la varietà è ciò che rende le nostre tavole imbandite ancor più affascinanti! Ma sapete esattamente di cosa sto parlando?

La tortilla è un simbolo per il Messico e si presenta come una delle preparazioni più amate del luogo, che sostituisce il pane in grande stile. Le tortillas si possono preparare in due modi: con il mais o con la farina di frumento. Quest’ultima si usa principalmente nelle regioni messicane in cui il mais scarseggia, ma il grano no. Per questa ricetta, userò un senza glutine, in maniera tale da non avere problemi. In ogni caso, dovreste sapere che la cosa che in assoluto rende unico questo alimento… è il ripieno. Di solito è a base di carne e/o di verdura. Andiamo a vedere a quali combinazioni di alimenti ho pensato.

I miei ripieni… una bontà!

Se amate le tortillas ripiene, sicuramente non potrete fare a meno di apprezzare le ricette che sto per proporvi… e vi verrà l’acquolina in bocca al solo pensiero! Ho pensato bene agli alimenti da combinare insieme e alla fine ho scelto di preparare una tortilla ripiena con chili di carne e una con omelette al formaggio cheddar, pomodori freschi e avocado. In pratica, avrete a disposizione due ricette tra le quali scegliere: una più semplice e altamente tradizionale, e una un po’ più originale.

In entrambi i casi, però, vi assicuro che le nostre tortillas senza glutine risulteranno golose, energetiche e altamente proteiche, ma anche ricche di preziose vitamine e minerali essenziali per il nostro benessere. Le ricette proposte si presenteranno come la scelta ideale per una cena diversa dal solito, per una serata in compagnia degli amici e anche per quelle situazioni in cui non abbiamo voglia di mangiare a tavola! Qual sarà la vostra ricetta preferita? Le proverete tutte e due?

Tortillas ripiene

Una festa con le tortillas ripiene

Trattandosi di una pietanza molto amata in tutto il mondo, vi suggerisco di raccogliere informazioni tra i vostri amici e di riuscire a scoprire esattamente qual è la loro preferenza tra chili di carne e omelette al formaggio cheddar… A quel punto, potrete organizzare una festicciola coi fiocchi, semplice, gustosa e divertente allo stesso tempo. Preparare le tortillas non sarà difficile, ma vi consiglio di trovare i prodotti ideali e di prediligere come sempre la qualità. Sul mercato, la tortilla è proposta da diversi. Quindi non avrete difficoltà nel trovare ciò di cui avete bisogno, sia online che al supermercato… ma non dimenticate di leggere l’etichetta!

Anche gli ingredienti per il ripieno andranno scelti con attenzione: più sono buoni e qualitativi, più aumenteranno la vostra soddisfazione e i complimenti che riceverete non appena avrete portato le tortillas ripiene in tavola. Con questi presupposti, quando possibile, vi suggerisco di prediligere alimenti freschi, genuini e di stagione… Perciò, cosa state aspettando? Quale delle due versioni preparerete? Non dimenticate di raccontarmi le vostre esperienze!

Ed ecco la ricetta delle tortillas con chili di carne

Ingredienti

  • ½ kg di carne macinata
  • 1 cipolla tritata
  • 1 peperoncino
  • 200 gr. di pomodoro
  • 1 cucchiaino di cumino
  • 1 spicchio aglio
  • 150 ml di brodo di carne
  • 250 gr. di fagioli rossi o neri
  • 2 cucchiai di concentrato di pomodoro
  • 1 cucchiaino di origano
  • 2 cucchiai olio extravergine d’oliva
  • q.b. sale pepe

Preparazione

Mettete a riscaldare l’olio in una padella e fate imbiondire la cipolla; unite l’aglio, il peperoncino e il cumino, e fate insaporire per 1 minuto. Aggiungete la carne e fatela rosolare per 5 minuti, sgranandola bene con una forchetta. Aggiungete i pomodori schiacciati, il brodo e l’origano, mescolando bene per qualche minuto.

Regolate la fiamma fino a raggiungere il bollore; poi abbassatela, coprite e cuocete a fuoco lento per circa un’ora, controllando che non si asciughi troppo al limite (aggiungete poca acqua e mescolate di tanto in tanto).

Quando mancheranno 10 minuti circa alla fine della cottura, aggiungete il concentrato di pomodoro e i fagioli, e regolate di sale e pepe. Al termine della cottura, farcite le tortillas che poco prima avrete scaldato per un minuto per parte in una padella antiaderente.

Tortillas ripiene con omelette al formaggio cheddar, pomodori freschi e avocado

Ingredienti

  • 4 uova
  • 4 fette di formaggio cheddar
  • 1 avocado
  • 2 pomodori freschi maturi
  • 2 lime
  • due cucchiai di olio evo
  • sale e pepe q.b.

Preparazione

Tagliate a fettine sottili l’avocado (dopo averlo sbucciato), spruzzatelo con succo di lime e mettete da parte.

Sbattete le uova in una ciotola, mettete un po’ di olio extravergine di oliva in una padella e, versando un mestolo alla volta di uova sbattute in un pentolino, cuocete 4 omelette.

Per ogni omelette, quando sarà cotta da un lato, mettete sopra una fetta di formaggio cheddar e girate solo metà omelette per chiudere all’interno il formaggio. Fate cuocere per un paio di minuti, poi rigiratela.

Dopo averle scaldate in una pentola antiaderente, farcite ogni tortilla con l’omelette al formaggio, alcune fettine di avocado e qualche fetta di pomodoro.

5/5 (419 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

samosa

I samosa, un gradevole esempio di rosticceria indiana

I samosa, la cucina indiana che non ti aspetti I samosa sono degli antipasti tipici della cucina indiana, assimilabili ai nostri pezzi di rosticceria. Sono esponenti di un volto poco conosciuto...

Falafel con lupini

Falafel con lupini, un delizioso spuntino vegetariano

Falafel con lupini, a metà strada tra la cucina araba e mediterranea I falafel con lupini sono uno spuntino vegetariano, molto leggero e nutrienti. Si tratta, di base, di polpettine realizzate con...

Panino con lampredotto

Panino con lampredotto, uno snack di altri tempi

Panino con lampredotto, un fast-food in versione popolare Il panino con lampredotto è un magnifico esemplare di street food (cibo di strada). E' un cibo “rustico”, con secoli di storia alle...

Tacos vegetariani

Tacos vegetariani, variante per chi non ama la...

Tacos vegetariani, una lista di ingredienti perfetta Il concetto stesso di tacos vegetariani potrebbe far storcere il naso a molti, soprattutto agli amanti della cucina messicana. D’altronde, i...

Millefoglie di tortillas con pollo

Millefoglie di tortillas con pollo e peperoni, una...

Millefoglie di tortillas con pollo e peperoni, un’idea geniale e gustosa La millefoglie di tortillas è un modo alternativo per valorizzare le celebri tortillas messicane. D’altronde, lo si...

Quesadillas con pico de gallo

Quesadillas con pico de gallo, un delizioso street...

Quesadillas con pico de gallo, uno spuntino proteico e gustoso Le quesadillas con pico de gallo sono un tipo di tortilla che rispetta fedelmente la cultura gastronomica messicana, una cultura che...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


25-09-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti