Cake all’arancia, un dolce per tutte le occasioni

Cake all arancia

Cake all’arancia, una ricetta deliziosa

La cake all’arancia, lo suggerisce il nome stesso, è una torta valorizzata dalla presenza del celebre agrume. Essa coniuga gusto e impatto visivo, e può essere preparata in ogni occasione, per fungere sia da fine pasto che da merenda. E’ allo stesso tempo una ricetta semplice da realizzare, se si esclude la gestione di alcuni ingredienti non proprio abituali, come la farina di mandorle. Il procedimento è davvero alla portata di qualsiasi principiante in cucina. La protagonista di questa ricetta è l’arancia, che interviene in due fasi distinte: nella creazione dell’impasto e nella realizzazione della glassa. Nel primo caso, la polpa va letteralmente bollita e frullata insieme allo zucchero, per poi essere unita agli altri ingredienti. Nel secondo caso, va semplicemente cotta insieme allo zucchero e all’acqua.

La presenza dell’arancia è giustificata non solo dalla sua capacità organolettica, ma anche dalle sue proprietà nutrizionali che, se escludiamo il deperimento della vitamina C, sopravvivono egregiamente alla cottura. La verità è che l’arancia è una vera miniera di vitamine e sali minerali, con il potassio in testa. Contiene anche discrete dosi di calcio e fosforo, un elemento che non ricorre di frequente nella frutta. E’ ricca, infine, di antiossidanti, che giovano a più livelli e contribuiscono a prevenire il cancro.

Una farina speciale per la nostra cake

La pasticceria italiana è piena di torte all’arancia. Ciò rende questa cake all’arancia una ricetta normale, se non fosse per la presenza di una farina particolare, che pochi di voi hanno avuto l’opportunità di utilizzare: la farina di mandorle. Essa si caratterizza per la totale assenza di glutine, che la rende perfetta per gli intolleranti a questa sostanza e per i celiaci. Ovviamente, non si tratta dell’unico pregio, infatti la farina contiene gran parte delle caratteristiche dell’alimento originario.

Cake all'arancia

Ad esempio, contiene una dose non trascurabile di omega tre, degli acidi buoni che esercitano un impatto positivo sulla salute del sistema nervoso centrale e dell’apparato cardiovascolare. Stesso discorso per i sali minerali, e in particolare per il fosforo. Non mancano, però, il calcio, il magnesio e la vitamina E, che si caratterizza per un’utilissima funzione antiossidante. L’apporto calorico è superiore alla media (le mandorle sono assai caloriche), ma è sufficiente utilizzare dosi contenute per non mettere in pericolo la linea. Per quanto concerne l’ambito gastronomico, la farina di mandorle vanta discrete capacità panificatorie, dunque è adatta all’impasto con gli altri ingredienti e con la cottura al forno.

Una glassa davvero speciale

A completare la nostra cake all’arancia interviene una glassa squisita e dal buon impatto visivo. E’ una glassa del tutto simile a quella classica, e viene realizzata con acqua e zucchero a velo. In questo caso, però, va utilizzato lo zucchero semolato e, soprattutto, va integrato un ingrediente ulteriore, ovvero l’arancia. Essa va inserita in pentola una volta che lo zucchero si è caramellato. Il consiglio è di prolungare la cottura per circa quindici minuti, in modo che l’arancia si sfaldi e si sciolga completamente.

Questa glassa all’arancia è in grado di valorizzare la ricetta, conferendole un chiaro sentore agrodolce che si sposa alla perfezione con l’impasto, anch’esso realizzato con il celebre agrume. Una soluzione, quella della glassa all’arancia, che caratterizzare questo dolce facendolo emergere dalla massa delle torte fruttate in generale.

Ecco la ricetta della cake all’arancia:

Ingredienti per 4/6 persone:

  • 2 arance bio,
  • 3 uova intere e 3 tuorli,
  • 125 gr. di zucchero di canna grezzo,
  • 125 gr. di farina di mandorle,
  • 1 cucchiaio di vaniglia in polvere.

Per la glassa:

  • 60 gr. di zucchero semolato,
  • 1 dl. di acqua naturale,
  • 1 arancia.

Preparazione:

Per la preparazione della cake all’arancia iniziate lavando con cura due arance, poi sbucciatele e cuocetele in una casseruola con dell’acqua. La cottura dovrebbe durare 30 minuti circa. Una volta bollite, e ancora fumanti, inserite le arance nel mixer, versate anche lo zucchero di canna e frullate. Trasferite la polpa di arance zuccherata in una grande ciotola e attendete che si raffreddi, poi unite tre uova intere e tre tuorli. Mescolate e amalgamate con cura, poi incorporate la farina di mandorle e la vaniglia in polvere.

Con l’aiuto di una frusta, sbattete e mescolate fino ad ottenere un composto liscio e uniforme. Imburrate, infarinate e cospargete di zucchero uno stampo, poi riempitelo con il composto che avete preparato. Cuocete al forno (preriscaldato) per 45 minuti a 160 gradi. Terminata la cottura, aspettate che si raffreddi. Nel frattempo, occupatevi della glassa: mettete a cuocere lo zucchero nell’acqua affinché si caramelli, poi aggiungete un’arancia fatta a cubetti e continuate la cottura a fiamma bassa per 15 minuti. Per concludere, versate la glassa ben calda sulla torta e servite.

5/5 (625 Recensioni)
Riproduzione riservata

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Semifreddo allo zabaione

Semifreddo allo zabaione, un dolce d’alta pasticceria

Semifreddo allo zabaione, bello da vedere e buono da gustare Il semifreddo allo zabaione è frutto di un’idea creativa e simpatica. Si tratta, infatti, di unire un prodotto per sua stessa natura...

Pancake senza farina con banana

Pancake proteici con banana per una colazione sana

Pancake proteici con banana e cocco, un dolce dietetico Il pancake proteici con banana e cocco è l’ideale per una merenda o una colazione a bassissimo contenuto di carboidrati. Come suggerisce il...

Cookies con farina di cladodi

Cookies con farina di cladodi, dei biscotti davvero...

Cookies con farina di cladodi, dei dolcetti inediti I cookies con farina di cladodi sono dei biscotti speciali, realizzati con una farina innovativa, che solo di recente ha fatto la sua comparsa nel...

Crema pasticcera al matcha

Crema pasticcera al matcha, una variante dal sapore...

Crema pasticcera al matcha, un’idea per stupire La crema pasticcera al matcha è una variante dal sapore particolare e dall’impatto visivo importante. Come potete vedere dalla foto è di colore...

Bavarese di cachi e melagrana

Bavarese di cachi e melagrana, una variante fruttata

Bavarese di cachi e melagrana, perché è così particolare? La bavarese di cachi e melagrana è una variante molto particolare della classica bavarese. Come suggerisce il nome, si differenzia per...

Battenberg Cake

Battenberg Cake, una splendida torta a scacchi

Battenberg Cake, una torta dall’aspetto singolare La Battenberg Cake è una delle torte più bizzarre che possiate mai preparare, d’altronde è sufficiente dare un’occhiata alla foto per...

07-12-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti