Bavarese al cioccolato fondente, il dolce perfetto

Bavarese al cioccolato fondente
Stampa

Perché è così buona la bavarese al cioccolato fondente?

La bavarese al cioccolato fondente è una variante della bavarese classica, un dolce conosciuto da tutti e apprezzato per il suo sapore straordinario e per una relativa facilità di preparazione e personalizzazione. La ricetta che vi propongo oggi è una bavarese “dark”, in quanto realizzata con il cioccolato fondente. Il sapore è quindi molto più deciso e a tratti leggermente amarognolo, anche perché la quantità di zucchero è piuttosto limitata (circa mezzo etto per l’intero dolce). A tal proposito, vi consiglio di utilizzate lo zucchero semolato in quanto è quello che si amalgama e “fonde” di più.

La ricetta non è complicata, ma richiede comunque qualche passaggio. Prima va realizzato un composto di latte, vaniglia e cioccolato fuso, da riscaldare fino al limite dell’ebollizione. Successivamente va incorporata una montata di tuorli e zucchero. Il tutto va portato a 82 gradi, prima di aggiungere la gelatina e unire la panna semi-montata. Infine, basta conservare il dolce in frigo per qualche ora in modo che si stabilizzi. Come sicuramente già saprete, la bavarese non si cuoce in quanto è un dolce “freddo” e per certi versi più simile a un dessert abbastanza solido.

Quale cioccolato fondente utilizzare?

Il tratto caratteristico di questa bavarese è la presenza del cioccolato fondente. Questo alimento conferisce un sapore più deciso alla preparazione e più interessante sotto il profilo organolettico. Allo stesso tempo lo colora rendendo il dolce molto scuro, mentre le bavaresi classiche sono nella maggior parte dei casi bianche. Il consiglio è di utilizzare solo cioccolato fondente di qualità, in modo che possa realmente valorizzare la preparazione. Proprio a questo scopo, ho personalmente optato per il cioccolato fondente Beppiani, che è tra i migliori in assoluto.

Bavarese al cioccolato fondente

Beppiani è una famosa cioccolateria di Belluno. Adotta da sempre un approccio artigianale, sicché ogni composizione è unica e in grado di stupire per il suo inconfondibile gusto. Nonostante sia stata fondata “solo” venti anni fa, si è ritagliata un suo spazio non solo nella provincia bellunese, ma anche nel resto d’Italia. L’approccio di Beppiani valorizza realmente il cioccolato fondente, un alimento dai notevoli pregi nutrizionali. Il cioccolato fondente, infatti, non solo è squisito, ma è anche ricco di antiossidanti che fanno bene al cuore, supportano i meccanismi di riproduzione cellulare e aiutano a prevenire il cancro. Di recente, poi, la scienza ha dimostrato che il cioccolato fondente fa anche bene all’umore, anzi può essere considerato un blando antidepressivo.

Come utilizzare la gelatina in questa ricetta

La gelatina gioca un ruolo molto importante nella ricetta della bavarese al cioccolato fondente, come per qualsiasi altra bavarese del resto. Essendo un dolce freddo e del tutto privo di farina, necessita di una sostanza che offra stabilità e texture. La gelatina assolve proprio a questo compito e contribuisce anche a rendere più morbide le creme. Un processo che interessa anche altre preparazioni dolciarie fredde, come la cheesecake. Ad ogni modo, utilizzare la gelatina correttamente è meno semplice di quanto si pensi, anche perché il suo utilizzo dipende dalla ricetta in questione.

Nel caso della bavarese al cioccolato fondente, la gelatina va immersa in acqua fredda, ben strizzata e scolata. In seguito va inserita all’interno del composto, prima di incorporare la panna. Spesso e volentieri si procede in modo diverso, ovvero facendo sciogliere la gelatina a parte o in una porzione più contenuta di composto. In ogni caso, la gelatina gioca un ruolo importante nella nostra bavarese al cioccolato. Benché a freddo, il dolce appare comunque stabile e morbido, restituendo una gradevole sensazione al palato.

Ecco la ricetta della bavarese al cioccolato fondente:

Ingredienti per 4 persone:

  • 180 gr. di cioccolato fondente al 70% Beppiani,
  • 240 ml. di latte intero consentito,
  • 4 tuorli d’uovo,
  • 50 gr. di zucchero semolato,
  • 10 gr. di gelatina in fogli,
  • 140 ml. di panna fresca consentita,
  • mezza bacca di vaniglia.

Preparazione:

Per la preparazione della bavarese al cioccolato fondente iniziate immergendo la gelatina in acqua fredda. Poi realizzate un trito grossolano con il cioccolato, trasferitelo in una pentola, aggiungete il latte e la bacca di vaniglia, che avrete inciso con un coltellino. Accendete il fuoco e fate sciogliere il cioccolato, spegnendo solo quando il composto è a un passo dall’ebollizione. In un’altra pentola amalgamate i tuorli con lo zucchero semolato utilizzando una frusta.

Ora versateci sopra il composto di latte e cioccolato, e accendete a fiamma bassa. Mescolate costantemente fino a quando il composto non avrà raggiunto gli 82 gradi. Poi spostate il tutto in una ciotola e aggiungete la gelatina ben scolata e strizzata, mescolando fino a quando non si sarà sciolta. Fate intiepidire il composto, poi aggiungete un po’ alla volta la panna semi-montata aiutandovi con una spatola. Infine, inumidite lo stampo per la bavarese con un po’ d’acqua e versate il composto, livellandolo per bene. Conservate in frigo per almeno 4 ore prima di servire.

CONDIVIDI SU

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


09-12-2020
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti