Torta Raffaello, una meraviglia al pan di Spagna

Torta Raffaello

Torta Raffaello, una ricetta dalla storia particolare

La torta Raffaello è una torta squisita, una vera sinfonia di sapori. E’ anche una torta dalla storia particolare, è stata infatti inventata di recente e non si sa bene da chi. Soprattutto, caso più unico che raro nella pasticceria italiana, è ispirata a uno snack commerciale. Come sicuramente saprete, è un cioccolatino ricoperto di cocco e spiccatamente dolce. La torta Raffaello ne riprende i sapori e, per quanto possibile, anche gli ingredienti.

La torta Raffaello è piuttosto semplice da realizzare, anche se un po’ laboriosa vista la quantità di ingredienti richiesti (sono tutti facilmente reperibili però). Ad ogni modo, vi consiglio di seguire fedelmente la ricetta, anche perché alcuni passaggi sono un po’ particolari, soprattutto per quel che concerne la realizzazione della crema.

Come fare un perfetto pan di Spagna?

La Raffaello è sostanzialmente una torta al pan di Spagna. Avete due alternative: comprare dischi o fette di pan di Spagna già pronti, o realizzarli in prima persona. Io vi consiglio ovviamente di farli da soli, in primis perché ne trarrete una maggiore soddisfazione, secondariamente perché in genere i pan di Spagna fatti in casa sono più buoni di quelli comprati al supermercato.

Torta Raffaello

Inoltre, se sceglierete di realizzare il pan di Spagna in casa, potrete decidere in autonomia la farina da utilizzare, magari una farina senza glutine se la torta è destinata anche ai celiaci o a chi è intollerante a questa sostanza. Per la ricetta del pan di Spagna vi consiglio la lettura di questo articolo, dove vi spiego la ricetta passo passo.

Una decorazione importante per una torta delicata

L’elemento più vistoso della torta Raffaello, e che la qualifica come derivazione del celebre cioccolatino della Ferrero, è la decorazione: una splendida copertura di mandorle a scaglie e tartufini di cocco rapè. Con questo termine si indica quella che in gergo è la “farina di cocco”, in realtà si tratta semplicemente di polpa di cocco disidratata e tritata.

E’ un alimento molto versatile in quanto può essere consumata “cruda”, come in questo caso, o fungere da farina vera e propria. Ingloba ovviamente tutte le proprietà nutrizionali del cocco vero e proprio, tra cui una certa abbondanza di potassio e di vitamina C.

Ecco la ricetta della torta Raffaello:

Ingredienti per una torta con diametro 24 cm:

  • 2 dischi di pan di Spagna;
  • 200 gr. di cioccolato bianco;
  • 100 gr. di amaretti consentiti;
  • 250 gr. di ricotta;
  • 250 gr. di mascarpone;
  • 80 gr. di zucchero a velo;
  • ½ bacca di vaniglia;
  • 70 gr. di farina di cocco consentita;
  • 70 gr. di mandorle a lamelle;
  • 250 ml. di panna fresca;
  • cocco rapè e scaglie di cocco per la decorazione.

Per la bagna:

  • 100 ml. di acqua;
  • 50 gr. di zucchero semolato;
  • ½ cucchiaino di aroma di mandorla.

Preparazione:

Preparate i pan di Spagna. Per la preparazione della torta Raffaello iniziate realizzando la bagna. Mettete lo zucchero semolato e 100 millilitri di acqua in una pentola, poi scaldate e portate allo stato di ebollizione. Riducete la fiamma, continuate a scaldare per una decina di minuti e mescolate in modo che lo zucchero si sciolga completamente. Non appena lo zucchero si sarà sciolto, spegnete e versate anche l’aroma di mandorla. Fate raffreddare e mettete da parte. Adesso occupatevi del resto. Polverizzate gli amaretti usando il mixer. Poi fate a pezzi piccoli il cioccolato bianco e scioglietelo a bagnomaria (o al microonde). Se optate per il microonde ogni 30 secondi circa dovete togliere il cioccolato e mescolarlo, ripetendo l’operazione fino a quando non si sarà sciolto del tutto.

Ora prendete una ciotola versate lo zucchero a velo, la ricotta, un po’ di semi di vaniglia (prelevati dalla bacca) e il mascarpone. Mescolate tutto con lo sbattitore elettrico fino a ricavare una crema. Poi versate le mandorle, la farina di cocco e gli amaretti. Continuate a mescolare e versate il cioccolato bianco sciolto, amalgamate ancora fino a quando non avrete ottenuto un composto abbastanza omogeneo. Mettete da parte 5 cucchiai di questa crema in frigorifero, in quanto vi serviranno per la decorazione. Ora montate la panna e poco alla volta aggiungetela alla crema. Dovrete compiere dei movimenti lievi verso l’alto in modo da non farla smontare.

Adesso componete la torta Raffaello. Adagiate un disco di pan di Spagna su un vassoio tondo, bagnatelo leggermente con la bagna e spalmateci un terzo di crema. Poi livellate il tutto e adagiate sopra il secondo disco e fate lo stesso (bagna, crema e livellamento). Date una pennellata di bagna sulla superficie dell’ultimo disco e ricoprite il tutto con la crema, livellate i bordi e aggiungete su tutta la superficie del dolce il cocco rapè. Recuperate dal frigo la crema che avevate messo da parte e formate delle palline uniformi, poi passatele nel cocco rapè creando dei deliziosi tartufi da guarnizione. Adagiate i tartufini sulla torta e decorate infine con le mandorle tagliate a fette e con un’altra spolverata di cocco. La torta Raffaello è pronta! Vi consiglio di metterla in frigorifero prima di gustarla.


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


13-07-2020
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti